Vacanze 2020 a settembre, dove andranno gli italiani

Print Friendly, PDF & Email

Vacanze 2020 non più solo ad agosto: sapore di sale anche a settembre per gli italiani. Lo rivelano i dati eDreams: a fine stagione i connazionali sono ancora i più fedeli alle vacanze tricolori, ma i tedeschi sono quelli che dedicano più giorni ad un tour bianco, rosso e verdone.


Limiti e distanze da rispettare, folle da schivare e spostamenti calcolati al millesimo, tra partenze intelligenti, giorni di ferie rimasti e budget. Se l’estate 2020 si sta dimostrando rovente sotto vari punti di vista, quest’anno gli ultimi giorni della stagione sono altrettanto promettenti per chi approfitta degli ultimi scampoli di sole e la vacanza più popolare tra i viaggiatori settembrini non è nemmeno troppo breve, dato che va dai 7 ai 13 giorni. Anche gli italiani iniziano a seguire questa moda, seppure con spese e giorni di vacanza in alcuni casi più risicati rispetto agli stranieri, quest’anno principalmente tedeschi e francesi.

Questa la tendenza rilevata da eDreams, tra le agenzie di viaggi online leader in Europa, analizzando le prenotazioni per partire il mese prossimo effettuate dal primo febbraio al primo agosto 2020 sul sito www.edreams.it e tramite l’APP.

Mare made in sud per gli italiani

Grandi protagoniste le perle costiere meridionali della Penisola, che conquistano quasi interamente la top 10 delle preferenze degli italiani, con Ibiza e Parigi uniche eccezioni all’estero. La ville lumière e Milano rappresentano inoltre le uniche città senza un affaccio sul mare in classifica. Al primo posto tra le scelte dei viaggiatori italiani che partiranno tardivamente per le vacanze Catania, seguita da Palermo e dall’intramontabile Ibiza in terza posizione, la sola meta iberica. Seguono altri classici del mare made in Italy, come la Sardegna con Cagliari e Olbia e la Campania con Napoli. Spezza la classifica Milano, e la concludono la bellezza remota di Lampedusa, l’atmosfera romantica di Parigi e Brindisi, che dà il benvenuto a chi vuole tuffarsi tra le onde del Salento.

E non si tratterà di una semplice fuga prima di rassegnarsi alla solita routine, ma di una vacanza vera e propria, dato che il 37% dei nostri connazionali in partenza in questo periodo, a prescindere dalla destinazione, ha pianificato break dai 7 ai 13 giorni, spendendo in media 138 Euro a testa per partire in aereo. Guardando poi più in particolare agli italiani in viaggio lungo lo stivale a settembre, rappresenteranno il 33% dei visitatori totali attesi per il mese prossimo, con il 44% di loro a scegliere soggiorni nazionali che vanno da una a quasi due settimane. Sempre solcando cieli tricolori, chi farà tappa a Catania ha speso per il volo in media 94 Euro pro capite, mentre il budget per chi partirà per Palermo è stato di 100 Euro, 126 Euro invece il prezzo per chi volerà a Cagliari.

Vacanze 2020 a settembre: la top ten delle vacanze degli italiani

Catania
Palermo
Ibiza
Cagliari
Olbia
Napoli
Milano
Lampedusa
Parigi
Brindisi

I tedeschi rincorrono il clima mediterraneo respirando gli aromi delle isole

Oltre ad essere i turisti che quest’anno passeranno più tempo in Italia a settembre (quasi la metà, il 48%, trascorrerà qui da 7 a 13 giorni, superando il 44% degli italiani), i tedeschi saranno anche gli stranieri in generale più presenti e il 20% sul totale dei visitatori in arrivo in queste date. Se si considerano le destinazioni preferite, si parte dalla Germania principalmente per le spiagge di Olbia, per visitare Roma oppure per unire mare e gastronomia a Catania. La spesa media di questi viaggiatori per partire in aereo a settembre, indipendentemente dalla meta, è stata di 234 Euro a testa, piuttosto in linea con quella per le prime tre destinazioni italiane predilette, rispettivamente di 294, 165 e 207 Euro.

I francesi non rinunciano alle città d’arte

Del tutto controcorrente le scelte dei francesi, che, al terzo posto dopo italiani e tedeschi, saranno il 13% degli arrivi di fine estate nel nostro Paese. Mentre la maggioranza dei visitatori quest’anno si è tenuta lontana dalle metropoli, i cugini d’oltralpe faranno tappa soprattutto a Roma, Venezia e Napoli e il 33% di loro si fermerà dai 7 ai 13 giorni. Per quanto riguarda la spesa per i voli di settembre, in generale è stata di 219 Euro pro capite, superiore quindi a quella per volare nello stesso periodo verso il Bel Paese, che è stata invece in media di 118 Euro a testa per chi ha scelto la capitale, di 109 Euro per gli amanti della Serenissima e di 125 Euro per chi farà invece vacanze napoletane.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti