In Trentino: 5 passeggiate semplici, ma poco conosciute

Print Friendly, PDF & Email

 

In Trentino lungo sentieri che in pochi le conoscono, tra boschi e prati fioriti, a stretto contatto con la natura. 

Passeggiata alla torre dei Sicconi – Valsugana

Una passeggiata panoramica sul lago di Caldonazzo, per raggiungere i ruderi della torre dei Sicconi, punto di osservazione degli antichi signori della zona. Si tratta di una passeggiata facile, che si può fare anche in passeggino in estate, grazie ai castagneti che rinfrescano il percorso. In autunno poi i colori del foliage creano uno scenario meraviglioso.

Passeggiata alla torre dei Sicconi – Valsugana

Una passeggiata panoramica sul lago di Caldonazzo, per raggiungere i ruderi della torre dei Sicconi, punto di osservazione degli antichi signori della zona. Si tratta di una passeggiata facile, che si può fare anche in passeggino in estate, grazie ai castagneti che rinfrescano il percorso. In autunno poi i colori del foliage creano uno scenario meraviglioso.

Passeggiata lungo il sentiero della Noce – Valle di Comano

Una passeggiata tra borghi contadini, stradine di campagna costeggiate da noceti, prati e campi coltivati: ll “Sentiero della Noce” percorre la zona del Bleggio, nella Valle di Comano, dove le noci venivano coltivate già ai tempi degli antichi romani. Una passeggiata facile, di circa due ore, quasi tutta in pianura.

Passeggiata sul Sorasas – Monte Bondone

Questa passeggiata è un po’ più impegnative delle altre, ma è percorribile senza problemi anche dai bambini. La partenza è dalla località Fer de Caval, a poca distanza dalla città di Trento. Lasciata l’auto ci si inoltra nel bosco percorrendo i sentieri della Grande Guerra, tra resti di postazioni militari e panorami spettacolari sulla Valle dell’Adige.

Passeggiata sul sentiero Maderlina – Val di Cembra

All’inizio questo percorso forse è un po’ faticoso, con la strada in salita, ma ne vale la pena. Si passeggia tra boschi di faggi e pini neri, baite in legno e bellissimi scorci sulle Dolomiti di Brenta. Non dimenticare di fare tappa ai resti dell’antica calchera, una struttura un tempo adibita alla produzione della calce, e alla chiesetta di San Leonardo.

Fonte: https://www.visittrentino.info

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti