Triathlon in Sardegna

Print Friendly, PDF & Email

Clima mite e paesaggi incantevoli, tradizioni millenarie e calorosa ospitalità, l’Isola non solo è  la meta da sogno per vivere la vacanza praticando attività sportive immersi in scenari incontaminati. Ecco perché  l’International Triathlon Union (ITU), federazione internazionale di triathlon, sceglie la Sardegna per il quinto anno consecutivo come tappa italiana del mondiale.

Dopo quattro edizioni ospitate a Cagliari, nel 2020 sarà la Gallura teatro delle perfomance sportive dei migliori al mondo che si sfideranno ad Arzachena, lungo gli oltre 50 chilometri di splendida costa e sui circuiti di bici e corsa a ridosso delle spiagge della Costa Smeralda.

Rocce granitiche dalla mille forme e vigneti che declinano verso il mare sono lo sfondo di insenature e spiagge celebri nel mondo, del vivace porto turistico e del suo lungomare. Cannigione è una delle località sul mare della cittadina di Arzachena, nastro di partenza per oltre cento atleti, i migliori specialisti provenienti da 29 paesi di cinque continenti. Un nome basta a certificare l’altissimo livello della competizione: il britannico Alistair Brownlee, due volte campione olimpico, tra i 65 uomini in lizza è il favorito della tappa italiana del mondiale che prende il via alle 15.30. Mentre al mattino, alle 10.30, è previsto lo start per le 44 triatlete della competizione femminile. La gara è su distanza sprint: 750 metri a nuoto con partenza dalla spiaggia ‘cittadina’, la frazione ciclistica di quasi venti chilometri attraverso le vie della borgata e le salite del monte Micalosu. Chiude la tappa la parte podistica con doppia percorrenza di un anello pianeggiante di due chilometri e mezzo su lungomare.

Fonte: https://www.sardegnaturismo.it/

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti