Black Friday, Consumerismo denuncia: “È boom truffe sul web”

Print Friendly, PDF & Email

In concomitanza con l’avvio degli sconti si impennano i tentativi di raggiro e i furti dei dati bancari degli utenti. Nell’ultima settimana le truffe sul web cresciute del +120%.


In concomitanza con l’arrivo del Black Friday si impennano in Italia i tentativi di truffe e raggiri sul web, che sfruttano la maggiore propensione degli italiani a fare acquisti online. Lo denuncia CONSUMERISMO No Profit – associazione dei consumatori specializzata in tecnologia – che sta monitorando la rete e l’andamento delle segnalazioni da parte degli utenti.

Nell’ultima settimana le truffe in rete sono aumentate del +120% rispetto al mese scorso, e la quasi totalità sono tentativi di raggiro legati all’occasione del Black Friday – spiega Consumerismo – Nel dettaglio si assiste ad una crescita delle truffe nel settore dei social network, attraverso hasthag e tag finalizzati ad attirare l’attenzione degli utenti verso determinate offerte a prezzi scontatissimi, che si rivelano tuttavia inesistenti nella realtà. In altri casi i consumatori ricevono messaggi su WhatsApp o Facebook contenenti link che rimandano a siti che pubblicizzano promozioni, ma il cui scopo è carpire i dati bancari degli utenti.

Una impennata si registra poi nel fenomeno del “phishing” (+80% rispetto ad ottobre), ossia l’invio indiscriminato di mail finalizzate a rubare i dati sensibili dei cittadini e svuotare carte prepagate e conti correnti.

In crescita anche i finti negozi online, ossia siti che offrono a prezzi scontatissimi prodotti hi-tech come telefonini o tablet, o capi di abbigliamento firmati, il cui fine è quello di farsi pagare merce che poi non verrà mai consegnata, poiché il sito stesso sarà cancellato non appena terminato il Black Friday.

Per tale motivo CONSUMERISMO no Profit invita gli utenti a prestare la massima attenzione, e diffonde una utile guida per fare acquisti sicuri ed evitare di incappare in truffe e raggiri:

– Acquistate solo da venditori sicuri, controllando che nei feedback siano riportati correttamente i dati della società titolare dell’attività commerciale, indirizzo, sede legale e numero di telefono.

– Non fornire mai i propri dati personali per telefono o via e-mail.

– Acquistare solo da siti Internet sicuri, che risultano protetti da sistemi di sicurezza riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.

– Diffidare dagli sconti troppo elevati, da prezzi chiaramente fuori mercato, e da messaggi e siti che contengono errori di ortografia.

– Controllate la data e i costi di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto.

– non aprite mail o link che provengono da mittenti sconosciuti o sospetti e cestinare i relativi messaggi.

– Conservate sempre una copia dell’ordine effettuato e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.

– Per i pagamenti sul web meglio ricorrere a sistemi come Paypal o carte prepagate evitando bonifici o carte di credito.

– Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.

– Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.

– Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete dritto alla sostituzione o al rimborso.

 

Fonte: Consumerismo

 

Black Friday, Codacons: “Il covid farà impennare le vendite, +27% sul 2019”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti