Itinerario delle Rocche nella provincia di Pesaro Urbino tra i capolavori di Francesco di Giorgio Martini

Print Friendly, PDF & Email

Itinerario della Bellezza tra i capolavori realizzati dall’architetto senese Francesco di Giorgio Martini che trasformò, durante la permanenza a Urbino, palazzi ad uso civile e religioso, rocche e fortificazioni militari.


 

Un viaggio nelle Marche, non frettoloso, porta a vedere meraviglie.

(Guido Piovene)

 

Rocche, palazzi, fortificazioni. Sono i capolavori più significativi realizzati dall’architetto senese Francesco di Giorgio Martini presentati con l‘itinerario delle Rocche nella provincia di Pesaro Urbino, firmato Confcommercio Marche Nord.

Un itinerario della Bellezza di cui fanno parte 12 comuni: Urbino, Gradara, Pesaro, Fano, Pergola, Fossombrone, Mondavio, Cagli, Gabicce Mare, Terre Roveresche, Sant’Angelo in Vado, Colli Metauro.

Pittore e scultore, Francesco di Giorgio Martini è ricordato soprattutto come architetto e teorico dell’architettura militare. Di enorme importanza è stato il suo soggiorno ad Urbino, presso la Corte del Duca Federico da Montefeltro, periodo in cui l’artista realizzo e trasformò diversi palazzi ad uso civile e religioso, ma soprattutto rocche e fortificazioni militari che si possono ammirare lungo l’itinerario della bellezza.

 

Urbino

Simbolo Unesco per il suo centro storico, città natale di Raffaello Sanzio, capitale del Rinascimento italiano, a Urbino si trova una delle più belle opere del rinascimento, il Palazzo Ducale.

Qui nel 1974 Francesco di Giorgio Martini assunse la direzione del cantiere del Palazzo, e portò a termine intere zone, ne creò di nuove e rifinì le decorazioni di alcune stanze, come la progettazione delle logge sul cortile del Pasquino, il giardino pensile, gli ambienti, il complesso impianto idraulico di sotterranei, la Data e le antiche stalle ducali.

 

Cagli 

Tra le bellezze che si possono ammirare a Cagli, il medievale Palazzo pubblico, oggi sede del Comune e del Museo archeologico. Qui venne affidato il compito a Francesco di Giorgio Martini di abbellire alcuni palazzi e di ristrutturare l’antico Palazzo Pubblico.

L’architetto senese intuì la necessità di creare un sistema difensivo del Ducato con rocche potentissime e realizzò ex novo una rocca sul colle dei Cappuccini e un torrione ovoidale dabbasso, collegati tramite un lungo cunicolo sotterraneo, ancora interamente percorribile. La rocca venne smantellata nel 1502 e di essa sopravvivono alcuni ruderi del fabbricato e del puntone.

 

Fossombrone

Dalle romana Forum Sempronii, la città di Fossombrone si sviluppa dal punto di vista economico e sociale con i Malatesta e la costruzione di palazzi e di un sistema difensivo.

 

Tra le meraviglie da ammirare, la rocca di Fossombrone, situata sul Colle di Sant’Aldebrando. Francesco di Giorgio Martini venne incaricato dai Malatesta di adeguare la fortezza alle esigenze difensive. Smantellata nel 1502, la rocca venne “riscoperta” da un gruppo di volontari che riportarono alla luce i muri di scarpa del lato occidentale.

 

Viaggiare in sicurezza in tempo di Covid-19, qualche consiglio

 

Mondavio 

Città legata alle vicende dei Malatesta, dei Montefeltro e dei Della Rovere, lungo l’itinerario a Mondavio si trova la Rocca Roveresca, da molti ritenuta il capolavoro di Francesco di Giorgio Martini.

La Rocca è rimasta immutata negli anni e qui è possibile ammirare nelle varie stanze scene di vita rinascimentale, la sala delle torture, la sala del forno, il deposito delle munizioni e una collezione di armature e strumenti di uso militari.

 

Pergola 

Terra abitata da Umbri, Etruschi, Galli Senoni e dominata dai romani al centro dei municipi di Sentinum, a Pergola Martini fu incaricato da Federico da Montefeltro di costruire una possente rocca su una preesistente fortezza.

Della Rocca di Pergola si possono oggi ammirare i due torrioni diroccati e coperti d’edera, la Cappella Gentilizia, parte delle mura perimetrali e dei sotterranei. Sopra la Rocca è stato costruito negli anni il Palazzo della Rocca.

 

Sassocorvaro

Capoluogo del Comune di Sassocorvaro Auditore, Sassocorvaro è un borgo sviluppato attorno alla Rocca Ubaldinesca. Francesco di Giorgio Martini progettò un nuovo modo di costruire le fortificazioni, in grado di resistere agli effetti distruttivi della bombarda, sperimentato per la prima volta nella Rocca Ubaldinesca di Sassocorvaro.

La Rocca non è soltanto uno strumento innovativo con scopo difensivo, ma anche fulcro di temi di interessi che la contraddistinguono: l’architettura, l’aspetto esoterico, le opere d’arte e la pinacoteca. Tra i gioielli che possiede la Rocca anche un Teatrino ottocentesco.

 

Gradara 

Non vi è alcun riferimento attendibile che possa testimoniare l’attività di Francesco di Giorgio Martini a Gradara. Sul web si fa riferimento all’intervento da parte dell’architetto senese sulla realizzazione di una fortezza in grado di resistere agli attacchi della bombarda, tuttavia non ci sono riscontri storici.

Lungo l’itinerario delle Rocche a Gradara è possibile ammirare il Castello di Gradara e il suo borgo per il quale è stata conferita alla città la bandiera Arancione del Touring Club ed eletta Borgo dei Borghi 2018 dalla Associazione “I borghi più belli d’Italia”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti