Cicloturismo, nuovi percorsi permanenti per la Ride Riccione

Print Friendly, PDF & Email

Cicloturismo, a inizio primavera arrivano i nuovi percorsi permanenti per la Ride Riccione: itinerari tra Romagna, Marche, San Marino.


Dalla prossima stagione ciclistica, a inizio primavera, ci si potrà cimentare con la sfida della Ride Riccione seguendo i nuovi circuiti permanenti, che rimarranno tutto l’anno grazie alla nuova segnaletica – con indicazioni ogni cinque chilometri – sul percorso da seguire.

I nuovi itinerari si snodano tra Romagna, Marche e Repubblica di San Marino. Ce n’è uno medio da circa 110 chilometri, dalla Riviera attraversando la Valconca fino a Villagrande per ritornare poi in Riccione attraverso la Valmarecchia. E un percorso mozzafiato invece di 150 chilometri si snoda da Riccione attraverso la Valconca, passando per il Cippo Carpegna, scendendo a Pennabilli, San Leo, Verucchio, oltre il confine dell’antica Repubblica di San Marino per poi rientrare a Riccione. Attraverso il percorso guidato, ciclisti e cicloturisti possono ad ogni pedalata ammirare i luoghi attraversati, tra cui spicca la tappa cronometro del Giro d’Italia 2019.

Questa iniziativa, ha commentato il presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna e Ct della Nazionale di ciclismo, Davide Cassani, avvicinerà alla competizione anche i ciclisti non agonisti.

Un’opportunità in più per scoprire il meraviglioso entroterra alle spalle della Riviera. Lo sport rappresenta per la Regione una risorsa oggi più che mai fondamentale e sulla quale investiamo costantemente”.

Fonte: Ansa

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti