I piatti tipici della tradizione natalizia in Umbria

Print Friendly, PDF & Email

Una tavola imbandita a festa, succulenti piatti caldi a base di carne e ottimi dolci: un’esperienza indubbiamente da vivere, se trascorri il periodo di Natale in Umbria. Ecco i piatti tipici della regione.


Partendo da materie prime povere la tradizione locale riesce a conquistare anche i palati più esigenti con dei piatti semplici, ma al contempo gustosi, ideati dai contadini umbri che riuscivano a sopperire alla mancanza dell’opulenza con la fantasia e l’intelligenza.

Ogni zona dell’Umbria festeggia il Natale con dei piatti tipici locali, ma il filo conduttore del menu è lo stesso per tutti quanti. Mettiti a tavola e inizia dall’antipasto con gli sfiziosi crostini di fegatini: un letto di pane croccante rigorosamente sciapo per un paté di carni bianche che è considerato uno dei capisaldi della tradizione umbra. Per proseguire poi con delle ricche fette di galantina di pollo, antica pietanza proposta in tutte le occasioni legate al ciclo della vita, quando i festeggiamenti venivano celebrati in casa.

Andiamo al primo piatto tipico per scoprire i veri protagonisti della tavola: i cappelletti fatti a mano in brodo di cappone. Non esiste famiglia in Umbria, che non celebri il 25 dicembre intorno a un piatto di pasta fresca, preferibilmente fatta in casa, e cotta in un profumato brodo di cappone. Il cappone in brodo, già cotto per la preparazione del primo piatto, viene consumato come secondo, accompagnandolo con la torta al testo e affiancato a un secondo che gli umbri mangiano in ogni occasione di festa: la grigliata di maiale e di agnello.

I contorni della tavola umbra il giorno di Natale valorizzano una verdura spesso sottovalutata: i cardi. Essi possono venire semplicemente bolliti oppure cotti in una buonissima parmigiana al forno, un piatto tipico che piace a grandi e piccini.

Ogni festa che si rispetti non è tale senza un’abbuffata di dolci. Per Natale in Umbria il dolce cambia secondo la zona: puoi assaggiare il torciglione, un dolce a base di pasta di mandorle, nella zona del Trasimeno; a Terni trovi invece il Panpepato, a base di frutta secca, cannella, noce moscata, miele e cioccolato. I perugini festeggiano addentando la pinoccata (o pinocchiata) che, come suggerisce il nome, è fatta di pinoli e aromatizzata al cioccolato o alla vaniglia. Mentre tra Foligno Assisi potrai gustare la rocciata con la sua caratteristica forma di serpente attorcigliato e il tipico colore rosso dato dall’alchermes.

Non ti resta che metterti a tavola e assaggiare le squisitezze frutto dell’antica tradizione!

Fonte: Umbria Tourism

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti