Viaggio in Gran Bretagna tra i luoghi della serie The Crown

Print Friendly, PDF & Email

Ecco i tanti luoghi britannici utilizzati come set della serie di Netflix The Crown. 


Scopri la Gran Bretagna di The Crown, seguendo Sua Maestà la Regina attraverso le vicende della sua vita, raccontate nella splendida serie di Netflix. Ti stiamo per raccontare i tanti luoghi britannici sono stati utilizzati per le riprese di The Crown, capaci di regalarti uno sguardo sullo stile di vita reale.

 

The Royal Yacht Britannia, Scozia

Il Royal Yacht Britannia è apparso nella seconda stagione di The Crown. Sono stati, infatti, racconti i giorni in cui Sua Altezza Reale il Principe Filippo ha girato il mondo. Lo Yacht è destinato a riapparire nella quarta stagione. Anche se le scene non sono state girate a bordo dell’attuale yacht reale, questa rinomata attrazione ora è ormeggiata a Leith, a Edimburgo. La società di produzione ha lavorato a stretto contatto con il Britannia per ricreare i dettagli da mostrare sullo schermo. Il Britannia è stata la casa navigate di Sua Maestà la Regina e della Famiglia Reale per più di 40 anni: su di esso ha percorso più di un milione di miglia nautiche in tutto il mondo.

 

Hatfield House, Hertfordshire

Sede del VII Marchese, della Marchesa di Salisbury e della loro famiglia, questa grande casa nell’Hertfordshire comprende anche l’Old Palace, che era di proprietà di Enrico VIII. Il re ha cresciuto i suoi tre figli nel palazzo, inclusa Elisabetta I, ed è stato qui che le è stato detto della sua ascesa al trono. Una location perfetta per le riprese di The Crown, utilizzata come residenza della regina Mary nella serie!

 

Cattedrale di Ely, Cambridgeshire   

La spettacolare cattedrale di Ely risale al 672 d.C., con l’attuale edificio datato al 1083 d.C. In The Crown viene utilizzata per rappresentare l’Abbazia di Westminster nel giorno del matrimonio della regina Elisabetta e del principe Filippo. Ti sembra di averla già vista? Non ti sbagli di certo: la cattedrale di Ely è stata utilizzata anche in The Other Boleyn Girl (L’Altra donna del re), Elizabeth: The Golden Age e The King’s Speech (Il discorso del re).

 

Knebworth House, Hertfordshire

Cammina attraverso 500 anni di storia, sia sullo schermo che fuori dallo schermo, visitando questa straordinaria casa di campagna. Le varie generazioni della famiglia Lynton che risiedono a Knebworth sin dai tempi dei Tudor e ognuna ha sicuramente lasciato il segno in questo magnifico edificio. L’esterno della dimora è romantico adornato con torrette, cupole e gargoyle. La casa è apparsa come location in The Crown, The King’s Speech e Batman the Movie.

Slains Castle e Cruden Bay, Scozia

In piedi su una scogliera scozzese che si affaccia sul Mare del Nord, nell’Aberdeenshire, ci sono le rovine del castello di Slains. Questo luogo incantevole era un tempo governato dal potente Clan Hay e al suo apice il castello era un palazzo baronale scozzese con tre giardini. Utilizzato come location per le riprese in The Crown, il castello è ricco di storia e si dice che sia stato fonte di ispirazione per alcune delle scene di Dracula di Bram Stoker. Anche la pittoresca Cruden Bay, a breve distanza, è stata utilizzata per girare la serie tv.

 

Balmoral Castle, Scozia

Acquistato per la regina Vittoria dal principe Albert nel 1852, il castello di Balmoral nell’Aberdeenshire è da allora la dimora scozzese della famiglia reale britannica. Sebbene sia ancora una residenza privata, i giardini e la sala da ballo del castello sono aperti al pubblico in date selezionate ogni anno. Costruito nel 1855, l’attuale struttura è stata progettata dal principe Albert e dall’architetto di Aberdeen William Smith. Sebbene Balmoral compaia in The Crown, le scene sono state effettivamente girate nell’Ardverikie Estate, una casa baronale scozzese del XIX secolo che si trova a Kinloch Laggan, nel cuore delle Highlands scozzesi. La principessa Diana e il principe Carlo hanno trascorso parte della loro luna di miele a Balmoral, e la sorprendente architettura gotica vittoriana di Ardverikie – presente anche nel dramma, di grand successo in Gran Bretagna, Monarch of the Glen – funge da supporto per le scene della quarta stagione, così come per altre nelle precedenti stagioni di The Crown.

 

10 Downing Street, Londra

La quarta stagione presenta ai fan di The Crown la prima donna premier britannica, Margaret Thatcher, interpretata da Gillian Anderson. La si può vedere salutare la folla fuori dal numero 10 di Downing Street. Sebbene ricreata sul set per girare la serie, 10 Downing Street è davvero la residenza e ufficiale e luogo di lavoro del Primo Ministro britannico. Questa casa fa da sfondo per gli incontri con persone importanti che vanno da Sua Maestà la Regina ai presidenti e altri leader mondiali. Alcune sale storiche del 10 di Downing Street sono visitabili comodamente da casa tua. Fai il tour virtuale per scoprire di più su uno dei luoghi più importanti della Gran Bretagna.

 

Cattedrale di St Paul, Londra

Lady Diana Spencer ha sposato il principe Carlo nel 1981 nella splendida cornice della Cattedrale di St Paul. Si tratta di un vero momento indimenticabile nella storia della famiglia reale, pronto a essere rievocato nella quarta stagione di The Crown, con la cattedrale di Winchester al posto dell’iconica location londinese. La vera cattedrale di St Paul, progettata dal famoso architetto Sir Christopher Wren, risale al 1711 ed è una delle caratteristiche più riconoscibili nello skyline di Londra. Sormontata da una magnifica cupola con interni splendidamente decorati che possono essere esplorati grazie a un tour virtuale, la cattedrale non solo ha visto matrimoni e funerali reali, ma è anche sopravvissuta ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Il Savoy Hotel, Londra

Il lussuoso hotel Savoy è stato a lungo uno dei preferiti dalla Famiglia Reale e noterai la Principessa Diana all’interno di questo lussuoso hotel a 5 stelle nella quarta stagione di The Crown. Per un assaggio della vita reale, potresti programmare un soggiorno in una delle 267 camere lussuose, tra cui la Royal Suite che offre un panorama speciale sul Tamigi, una vasca idromassaggio, un minibar privato e un servizio di maggiordomo 24 ore su 24. Potresti anche gustare un tè pomeridiano sotto la cupola di vetro dell’atrio o assaggiare un cocktail nel celebre American Bar del Savoy, il più antico cocktail bar sopravvissuto in Gran Bretagna.

 

La Royal Opera House, Londra

Sede del Royal Ballet e della Royal Opera, la Royal Opera House di Londra è un’icona dell’alta cultura musicale. Nella quarta stagione di The Crown appare per raccontare le celebrazioni del compleanno reale. L’attuale struttura era originariamente conosciuta come Theatre Royal e risale al 1858. Le meraviglie da ammirare all’interno dell’edificio includono la Paul Hamlyn Hall – precedentemente nota come la Floral Hall – vasta struttura in ferro e vetro che un tempo faceva parte dell’originale mercato dei fiori di Covent Garden, dove i visitatori possono gustare un bicchiere di champagne prima dell’inizio degli spettacoli.

 

Old Brompton Road, Londra

Oltre al matrimonio reale, la quarta stagione di The Crown ti offre uno sguardo sulla vita di Lady Diana Spencer. Prima che diventasse una principessa Lady Diana viveva al n. 60 di Coleherne Court. Situata in Old Brompton Road a ovest di Londra, è qui che Diana viveva con i suoi tre coinquilini quando iniziò la sua storia con il principe Carlo. Sebbene rimanga una proprietà privata, l’edificio si trova a pochi passi da Kensington Palace, il successivo luogo di residenza della principessa Diana!

 

Il castello di Caernarfon, Galles

La bellezza tentacolare del castello di Caernarfon in Galles sarà bel visibile nella prossima stagione di The Crown, dopo essersi mostrata già nella terza stagione. Utilizzato come sfondo dell’investitura del principe Carlo, il castello ha visto veramente lo svolgersi di questo evento storico nel 1969. Qui, infatti, Carlo divenne Sua Altezza Reale il Principe di Galles.

 

Fonte: Visit Britain

 

Gran Bretagna a piedi, in brevi passeggiate o lunghe escursioni
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti