Al MICRO di Roma arriva “Il Boresta che non ti aspetti”

Print Friendly, PDF & Email
Locandina "Il Boresta che non ti aspetti"

Il ciclo espositivo Il Boresta che non ti aspetti sarà ospitato al MICRO di Roma fino al 30 novembre.


Sarà ospitato a partire dal 2 marzo 2021 il progetto espositivo Il Boresta che non ti aspetti, presso il MICRO di Roma. Un ciclo diviso in sei episodi che ripercorreranno, nell’arco di sei mesi, la vicenda artistica “dell’outsider tra gli outsider”, come lo stesso Pino Boresta si autodefinisce. Una serie di incontri, mostre, sorprese e approfondimenti dedicati al precursore della Sticker Art, che dà più di trent’anni colora i muri delle nostre città. 

Difficile confinare il lavoro di Boresta in un determinato genere, avendo spaziato senza soluzione di continuità dalla pittura alla fotografia, dall’arte pubblica alla performance. Spinto da un bisogno di contaminarsi con linguaggi differenti, l’artista ha accumulato negli anni una notevole quantità di opere e materiali. Il ciclo di mostre ospitato al MICRO, a cura del critico Raffaele Gavarro, ripercorre l’intero cammino di Boresta.

 

Mausoleo di Augusto, Roma. Roma, riapre al pubblico il Mausoleo di Augusto

Il primo episodio: Boresta a servizio 

Inizia con un episodio dal titolo Boresta a servizio il progetto ospitato dal MICRO. A partire dal 2 marzo, per tutto il mese, il primo episodio del ciclo espositivo ripercorrerà gli esordi della carriera artistica di Boresta. In effetti, alla fine degli anni Ottanta, durante la sua permanenza a Londra, l’artista inizia ad avvicinarsi da autodidatta alla pittura, mentre lavora come cameriere. Come supporto utilizza dei tovaglioli sottratti dai ristoranti dove presta servizio. A questi quadri con il tempo egli dà il titolo di Fronte Retro (1988), perché dipinti da un solo lato, mentre sull’altro trattengono tracce biologiche dello stesso Boresta. Elementi organici che daranno più tardi vita ai Residui corporei (1996).

Nell’ambito di Boresta a servizio, Boresta darà vita ogni venerdì alle ore 12.30 ad una performance nella quale, in veste di cameriere, servirà il pranzo a quattro personaggi dell’arte e della cultura. Il pranzo, preparato dalla chef Maura Pierangelini e accompagnato dai vini scelti dal sommelier Ettore Aimi e dai colori della floral designer Marylin, sarà un vero e proprio viaggio sensoriale per i commensali, che scopriranno gli altri ospiti solo in loco. Inoltre, al termine del pasto, i tavoglioli utilizzati diverranno opere d’arte. La prima performance del ciclo si terrà il 5 marzo. 

Per ogni episodio saranno infine esposte non solo le opere dell’artista, bensì anche i suoi oggetti personali: agende, fotografie, documenti e cimeli vari. Nel caso di Boresta a servizio sarà inoltre esposta anche la divisa da cameriere con la quale egli serviva ai tavoli dei ristoranti londinesi. Per ogni episodio, nel corso dell’ultima settimana, sarà invitato ad esporre un artista scelto da Boresta per affinità elettiva, stima, amicizia, condivisione della ricerca. L’artista invitato per il mese di marzo è Flavio Favelli

 

Palazzo Barberini Italia in attesa Roma, Palazzo Barberini ospita “Italia in-attesa. 12 racconti fotografici”

Calendario dei sei episodi

  • 2 marzo – 31 marzo 2021: Boresta a servizio. Artista invitato: Flavio Favelli (dal 24 al 31 marzo)
  • 5 aprile – 30 aprile 2021: Il corpo di Boresta. Artista invitato: Salvatore Falci
  • 5 maggio – 31 maggio 2021: Il testamento di Boresta
  • 4 giugno – 30 giugno 2021: Rifiutindagine di Boresta
  • 4 ottobre – 31 ottobre 2021: La strada di Boresta
  • 4 novembre – 30 novembre 2021: Gli amici di Boresta

 

Il Boresta che non ti aspetti Un ciclo espositivo in 6 episodi

MICRO | Arti Visive, viale Mazzini 1 – 00195 Roma

Inizio del primo episodio Boresta a servizio: 2 marzo 2021 dalle 15.30 alle 19.30 

“Serve Boresta!” – Performance di Pino Baresta

Tutti i venerdì alle 12.30

Ingresso libero ma contingentato, secondo le vigenti norme anti-Covid.

 

Fonte: Ufficio Stampa MICRO Arti Visive 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti