Costiera Amalfitana: le restrizioni per la sicurezza sanitaria

Print Friendly, PDF & Email
Costiera Amalfitana (Atrani), restrizioni covid

Dalla chiusura delle spiagge alla campagna vaccinale, ecco gli impegni dei sindaci

«In Costiera Amalfitana vaccinazioni e misure rigide per contrastare il virus. Mercoledì 10 Marzo, presso il Centro Anziani al Corso Regina di Maiori si svolgeranno le vaccinazioni destinate agli ultraottantenni residenti a Maiori e Minori. Si tratta della fase conclusiva del programma vaccinale allestito per i soggetti particolarmente fragili della Costiera Amalfitana. Per limitare gli spostamenti sono state individuate per gli anziani della Costiera ben 4 sedi. In Costiera le operazioni stanno procedendo in modo veloce ed efficace grazie alla squadra formata da ASL, Azienda Ospedaliera Ruggi, enti locali, associazioni di volontariato e al senso di responsabilità dei cittadini”.

Lo ha annunciato Andrea Reale, delegato alla Sanità della Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana. Di seguito le dichiarazioni dei primi cittadini.

Pugno duro in Costiera Amalfitana e rigidità sul rispetto delle norme di contrasto

«Dal 5 Marzo e fino al 6 Aprile – ha affermato Giovanni De Simone, sindaco di Vietri, annunciando un provvedimento senza precedenti – chiudiamo a Vietri le piazze, Villa Comunale, parchi gioco. Ho anche disposto il divieto di accesso alle spiagge nei giorni prefestivi e festivi. E la chiusura di chiese, qualsiasi luogo di culto. Disposizioni in aggiunta al DPCM».

Turismo, Travel Trends 2021: ecco come si viaggerà secondo Volagratis

Restrizioni importanti in tutta la Costiera che dall’inizio della pandemia ha puntato molto sul tema della sicurezza sanitaria. «Noi abbiamo preventivamente chiuso il paese con controlli in uscita ed in entrata – ha dichiarato Fortunato Della Monica, sindaco di Cetara – ed abbiamo intensificato i controlli con personale Covid e Carabinieri. Anche le macellerie restano aperte fino alle ore 14. Ho chiuso luoghi di culto ma anche le spiagge con divieto di accesso. Sono certo che tutto questo finirà a breve».

Priorità alla sicurezza sanitaria

«Uffici comunali con servizi garantiti a distanza – ha dichiarato Gaetano Frate, sindaco del Comune di Conca dei Marini – mentre i luoghi di culto resteranno aperti alle funzioni religiose solo la Domenica. Abbiamo allestito un presidio del 118 presso la Casa Comunale al fine di garantire risposte immediate ed assistenza in caso di necessità. Controlli costanti negli esercizi commerciali con ingressi contingentati».

Sicurezza sanitaria essenziale per turismo e cultura

«Esprimiamo profondo apprezzamento per quanto stanno facendo i sindaci della Costiera Amalfitana. Sito che sta dimostrando di meritare quanto riprese lo scorso anno il NewYork Times inserendo la Costiera tra le 10 mete più sicure al mondo. Solo con norme stringenti a tutela della sicurezza della persona sarà possibile uscire quanto prima dalla pandemia. Per poi riaprirsi alla cultura ed avvicinare nuovamente le persone ai beni culturali».

In cammino lungo il Sentiero degli Dei, sulla Costiera Amalfitana

Lo ha dichiarato Rosario Santanastasio, Presidente Nazionale di Archeoclub d’Italia. e Aggiunge: «La Costiera è ricca di sentieri naturalistici. Ma anche di siti archeologici che potranno essere tranquillamente protagonisti di quel turismo all’aria aperta i cui sondaggi lo vedono in forte crescita. La gente amerà luoghi in grado di coniugare sicurezza sanitaria e la Costiera sta dando forza anche di questo. Con la possibilità di vivere emozioni, siti all’aria aperta, storie. Tutti questi elementi sono tranquillamente presenti in Costiera Amalfitana. Che di recente è stata dichiarata tra i 27 siti più belli al mondo».

Fonte: Costiera Amalfitana.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti