Destinazione Canarie, il nuovo piano di rilancio del turismo dell’arcipelago

Print Friendly, PDF & Email
Isole Canarie, spiaggia

Le Isole Canarie definiscono il nuovo programma di rilancio del turismo e dell’economia dell’arcipelago post Covid-19.


Si chiama Destinazione Canarie il piano per il rilancio del turismo e dell’economia delle Isole Canarie. Il progetto, che sarà implementato nel corso dei prossimi tre anni, punta sul digitale per assicurare esperienze di viaggio autentiche e sostenibili. L’obiettivo del Governo delle Canarie è ridefinire il modello economico dell’arcipelago, creando sinergia tra le aziende dei settori primario, industriale e commerciale, e quello turistico. Ciò consentirebbe un ecosistema più flessibile e competitivo nel periodo post Covid-19. 

Un altro punto di partenza del modello è la lotta ai cambiamenti climatici, una sfida inevitabile per la destinazione. Come afferma Yaiza Castilla, Ministro di Turismo, Industria e Commercio, è «motivo di questo progetto recuperare con prudenza e realismo l’attività turistica e cogliere l’occasione di ripensare l’offerta verso un modello di turismo consapevole e responsabile». Il piano consiste in una risposta di lungo termine agli effetti dell’attuale pandemia e fa seguito alle misure di gestione dell’emergenza messe in atto nell’ultimo anno. 

 

Foreste preistoriche. Uomo e alberi, fonte: ufficio stampa isole Canarie @hellocanaryislands Foreste preistoriche, un tuffo nel passato alle isole Canarie

 

Destinazione Canarie in tre punti

Il programma di rilancio definito dal Governo delle Isole Canarie si sviluppa lungo tre direttrici. Lo scopo principale è promuovere il rapporto diretto e lo scambio tra operatori locali e turistici. Vediamo nel dettaglio i punti più importanti:

  1. Lo sviluppo di una piattaforma di destinazione intelligente che avrà una rete di sensori di Internet of Things (IOT) per raccogliere dati in tempo reale su: meteo, parametri ambientali, concentrazione dei visitatori nei principali luoghi turistici;
  2. La creazione di un mercato sostenibile, che permetterà alle imprese turistiche di accedere all’intera offerta di prodotti locali proveniente dai diversi settori. Al fine di rendere i turisti più consapevoli, sarà inoltre possibile certificare l’impronta ambientale dei prodotti e delle risorse utilizzate durante il loro intero ciclo di vita;
  3. Infine, sarà costituito il canale digitale del turismo, uno strumento a disposizione delle imprese turistiche per commercializzare tramite web e app i propri prodotti e servizi ai viaggiatori. Il canale permetterà una connessione diretta tra la destinazione e il turista per la vendita di queste attività.

 

Airbnb, le 10 mete di viaggio più trendy del 2021

 

Fonte: Ufficio Stampa Isole Canarie

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Via libera alle trivelle nell’Adriatico

Consiglio di Stato boccia ricorsi, ok a trivelle nell’Adriatico. Il Consiglio di Stato, respingendo i ricorsi presentati dalla Regione Abruzzo contro il ministero dell’Ambiente e ...
Vai alla barra degli strumenti