L’Aglione della Valdichiana inserito nell’Anagrafe nazionale

Print Friendly, PDF & Email
Aglione val di chiana

Il MiPAAF inserisce l’Aglione della Valdichiana nell’anagrafe nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare. Per l’occasione scopriamo anche la ricetta dei pici all’Aglione. 


Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha decretato l’Aglione della Valdichiana come risorsa genetica vegetale a rischio di estinzione. Grazie all’impegno della Regione Toscana, che ne aveva fatto richiesta, l’Aglione è stato così inserito nell’anagrafe nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare. Si tratta di un risultato importante nel percorso di valorizzazione dell’eccellenza toscana tradizionale della Valdichiana. Iniziato con l’inserimento tra i prodotti agro-alimentari tradizionali nel 2016, il percorso è proseguito poi con numerosi progetti di studio e ricerca. Un lavoro coadiuvato dall’Associazione per la Tutela e la Valorizzazione dell’Aglione della Valdichiana guidata da Ivano Capacci

Come sostiene il Prof. Stefano Biagiotti, responsabile scientifico del progetto, si accelera adesso il percorso per l’ottenimento di una DOP o IGP. Sul progetto si sono già espressi positivamente molti comuni dell’area toscana e umbra, alcuni anche tramite stanziamento di risorse economiche. Il riconoscimento di una DOP/IGP costituirebbe non solo garanzia di tracciabilità, ma anche un veicolo di promozione territoriale, soprattutto in questo periodo, in cui sempre più spesso si parla di strategia europea della biodiversità e di programma farm to fork. L’auspicio è che sulle etichette del prodotto si possa presto apporre il marchio dell’Unione europea. 

 

L’Aglione della Valdichiana nel Repertorio regionale e all’Anagrafe nazionale dell’agrobiodiversità

 

La ricetta dei Pici all’Aglione

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 4-5 spicchi di Aglione (100-110 gr)
  • 300/350 gr di polpa di pomodoro o pelati, preferibilmente ben maturi 
  • olio
  • sale
  • vino bianco 

Preparazione

Per preparare la ricetta tradizionale dei pici all’aglione, iniziare prendendo una padella capiente. Versare dell’olio (4-5 cucchiai), schiacciare l’aglione e mettere in padella assieme a mezzo bicchiere di vino bianco (oppure acqua). Coprire la padella e cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti, controllando di tanto in tanto che il vino non sia sfumato (nel caso, aggiungerne ancora un po’). Con la forchetta fare pressione sopra i pezzi di aglione come quando si schiacciano le patate; continuare finché non saranno tutti ben sminuzzati. Versare il pomodoro e salare. Continuare a cuocere abbassando la fiamma fino a che non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Per personalizzare la ricetta si possono aggiungere altri aromi, come pepe o peperoncino, oppure formare una crema con il mixer. Importante è non soffriggere l’aglione

 

Ribollita toscana Ribollita toscana, la ricetta di Juls’ Kitchen

 

Fonte: Ufficio Stampa Valdichiana Media 

Per la ricetta si fa riferimento a Valdichiana Oggi 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Aglionefood

Vai alla barra degli strumenti