Aprono le Ville Tuscolane, residenze d’arte e natura. Gli eventi in programma

Print Friendly, PDF & Email

L’Irvit presenta il nuovo programma per rilanciare le Ville Tuscolane, residenze d’arte e natura di interesse storico, culturale e paesaggistico. Un calendario fitto di eventi, dal 15 maggio fino a novembre inoltrato, con visite, mostre e spettacoli.


Tusculum era il nome che gli antichi romani davano alla loro area di villeggiatura. Sul colle omonimo, a pochi chilometri dalla capitale, i patrizi venivano qui a praticare la nobile arte dell’otium: lontani dalla frenetica vita cittadina e dalle attività necessarie alla sopravvivenza, coltivavano il pensiero e rinfrancavano lo spirito. E per rendere il soggiorno ancora più idillico, avevano costruito ville sontuose, simbolo del loro prestigio.

Negli stessi luoghi, qualche secolo dopo, la nobiltà papalina fa edificare le proprie residenze estive. Dieci eleganti ville rinascimentali, costruite tra il Cinquecento e il Seicento, splendide al punto da diventare meta dei rampolli dell’aristocrazia europea alle prese col Grand Tour. Villa Aldobrandini, Villa Falconieri, Villa Lancellotti, Villa Sora, Villa Torlonia e Villa Tuscolana, Villa Grazioli e Villa Muti, Villa Mondragone e Villa Parisi sono le Ville Tuscolane raccolte nel circuito dell’ente regionale Irvit, che si occupa di promuovere e valorizzare queste gemme (poco note) del nostro patrimonio culturale.

Dopo anni di lavoro, oggi l’Irvit si rinnova e rilancia il suo obiettivo. Con un nuovo statuto, un nuovo sito e soprattutto un nuovo programma culturale, che a partire dal 15 maggio fino a novembre inoltrato, se le misure imposte dalla pandemia lo consentiranno, proporrà ai cittadini un ricco calendario di visite guidate, mostre e spettacoli nello scenario suggestivo delle ville del Tuscolo.

Si parte con gli itinerari “Di villa in villa”, oltre 120 visite guidate che nel weekend accompagneranno turisti e curiosi alla scoperta delle vedute straordinarie del Parco dei Castelli Romani su cui sorgono le Ville Tuscolane, scrigno di biodiversità e di testimonianze storico-archeologiche.

La musica sarà protagonista con il Festival delle Ville Tuscolane (dal 20 giugno al 10 agosto e dal 4 settembre al 10 ottobre), che vedrà avvicendarsi grandi nomi della musica, del teatro e della danza. Tra loro Stefano Bollani che riproporrà le musiche di “Jesus Christ Superstar” a 50 anni dal debutto dell’opera, ed Elio con il suo omaggio al cantautore Enzo Jannacci. A far risuonare le dimore storiche contribuirà anche l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretta dal maestro Antonio Pappano, che integrerà la programmazione estiva di musica sinfonica destinata all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Nell’anno del settecentenario dalla morte di Dante Alighieri, non mancheranno iniziative per ricordare il sommo poeta, come i due eventi-conversazione affidati Alessandro Barbero e Giulio Ferroni, protagonisti del dibattito dantesco contemporaneo.

E per finire, l’arte. Le Ville Tuscolane, straordinario esempio di architettura integrata con il paesaggio, sono la cornice ideale per le mostre. Il primo appuntamento è il 29 maggio con la la retrospettiva su Toti Sciaoloja dal titolo Scialoja segreto. Gli amori. Opere inedite e rare, ospitata nella Villa Mondragone a Monte Porzio Catone, per continuare l’11 settembre con l’inaugurazione dell’esposizione Pittura e preghiera. La liturgia e la devozione del Barocco romano in sette capolavori.

La promozione artistica proseguirà grazie alla collaborazione con la Fondazione MAXXI, che con la direzione artistica di Hou Hanru  e di Bartolomeo Pietromarchi per MAXXI Arte presenterà mostre e momenti formativi legati al contemporaneo. La Fondazione sarà coinvolta anche nella costruzione di una residenza multidisciplinare dove artisti e giovani creativi under 35 potranno organizzare conferenze, dibattiti, letture e laboratori che consentiranno di esplorare il territorio laziale in tutte le sue forme.

Un dialogo che prosegue tra presente e passato in un complesso unico ricco di memoria, a pochi passi dalla Città Eterna, tutto da riscoprire.

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti