Assoutenti lancia la campagna #salviamoilturismo

Print Friendly, PDF & Email
aeroporto Assoutenti Credits: Skitterphoto

Assoutenti lancia una campagna per salvare il turismo italiano in tre mosse: consentire viaggi ai vaccinati, eliminare limiti ai treni e rafforzare i bonus vacanze.


Assoutenti ha lanciato #salviamoilturismo, la campagna volta ad ottenere misure urgenti in grado di far ripartire già dalle prossime settimane il settore turistico italiano e permettere al nostro paese di concorrere con altri paesi in occasione della stagione estiva.

L’Italia rischia di rimanere indietro rispetto a Grecia, Spagna, Israele

“Mentre realtà come Grecia, Spagna e Israele si sono mosse in anticipo con misure per liberalizzare il turismo e attirare viaggiatori da tutto il mondo, l’Italia è ancora molto indietro e rischia di perdere milioni di presenze nel periodo estivo. – spiega il presidente Furio Truzzi – Una situazione di stallo che, oltre a danneggiare l’intero comparto turistico, impedisce ai cittadini italiani di pianificare viaggi e partenze. O peggio, li incentiva a recarsi all’estero durante le prossime vacanze estive, scegliendo paesi che hanno già riaperto al turismo”.

Mare Sardegna. Fonte: Wikimedia Commons Confturismo: le incertezze sul piano vaccini bloccano la voglia di viaggiare

Assoutenti chiede un incontro per valutare misure urgenti e liberalizzazioni

“Con la campagna #salviamoilturismo in sicurezza Assoutenti chiede tre misure urgenti al Governo. – prosegue Truzzi – La prima è liberalizzare da subito viaggi e spostamenti per i cittadini vaccinati. Una consistente fetta di popolazione costretta ancora oggi a sottostare a limiti e restrizioni sproporzionate che incidono sulla libertà di movimento e, di conseguenza, sulle casse del turismo. La seconda è eliminare o rivedere il contingentamento, i limiti alla capienza massima per quei treni che raggiungono le principali destinazioni turistiche italiane, in modo da garantire i collegamenti. La terza misura, infine, è rendere obbligatoria l’accettazione del bonus vacanze per albergatori e strutture ricettive, considerato che lo scorso anno fra gli stessi esercenti c’è chi ha boicottato l’incentivo o posto limiti e paletti che hanno impedito agli utenti di usufruire del sussidio”.

In tale direzione, Assoutenti chiede un incontro urgente al Cts e ai Ministri del Turismo, del MIMS e della Sanità. Lo scopo di presentare le istanze dei consumatori e studiare insieme misure per salvare il turismo italiano in piena sicurezza.

Fonte: Ufficio Stampa Assoutenti Nazionale

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti