DLT Viaggi: verso l’estate 2021, torna la voglia di vacanze

Print Friendly, PDF & Email
Estate 2021. Fonte DLT Viaggi.

Tra protocolli sanitari ormai testati e prosecuzione della campagna vaccinale al via il boom di prenotazioni per la bella stagione. La rilevazione dell’Osservatorio DLT Viaggi.

Ci si prepara ad un’estate 2021 a livelli pre-Covid per i turisti italiani, ancora prevalentemente all’interno dei confini nazionali, ma con destinazioni già prese d’assalto per quello che si annuncia come un ‘tutto esaurito‘.

È quanto ha comunicato l’Osservatorio del gruppo DLT Viaggi, tour operator e azienda leader nel turismo online, nella rilevazione del 13 aprile 2021.

Coldiretti Lazio, turismo: a rischio agriturismi e filiera agroalimentare

Gli effetti della campagna vaccinale e dei protocolli sanitari

Dopo la bella stagione passata, caratterizzata da spostamenti ridotti a causa dei timori dovuti al rischio contagio, per l’estate 2021 torna la voglia di ferie estive da fruire in serenità.

Due i fattori decisivi per l’impulso alle prenotazioni, che da qualche settimana stanno registrando i picchi auspicati dall’intero comparto turistico messo in ginocchio dalla pandemia.

In primis la progressiva diffusione della campagna vaccinale nel Paese. In secondo luogo l’implementazione di protocolli sanitari ormai testati e pienamente operativi in stabilimenti e strutture ricettive.

Enoturismo come strategia: presentato in Senato il manuale

Una ripartenza vicina nel tempo?

Anche a livello istituzionale i segnali di una ripresa dei viaggi sono stati annunciati dal Ministro della Salute Speranza «ottimista sull’allentamento delle misure in estate» e dal Ministro del Turismo Garavaglia secondo cui «il 2 giugno, festa nazionale, potrebbe essere la data delle riaperture».

«È questa quindi l’occasione giusta per ripartire» – spiega l’amministratore di DLT Viaggi Roberto Sorrenti«Certamente non bisognerà abbassare la guardia. Bensì si dovranno adoperare le dovute precauzioni scegliendo vacanze organizzate che permettano a tutti una fruizione in totale relax e senza preoccupazioni».

Turismo, ancora oltre 300 milioni di euro di perdite

 

Rispetto delle procedure anti-contagio e garanzia di sicurezza non sono gli unici fattori a guidare la scelta degli italiani per i pacchetti proposti dai tour operator.

Tra le motivazioni anche la possibilità di utilizzo del Bonus Vacanze. La cui scadenza, inizialmente prevista per il 30 giugno, è stata prorogata sino a fine anno per permetterne il ricorso per l’intera stagione estiva.

Ancora, spiega l’Osservatorio DLT Viaggi, dalle prenotazioni registrate sinora l’apprezzamento per i tour operator si segnala proprio in relazione alle modalità di spesa di bonus e voucher.

Questo grazie alla disponibilità di un’ampia scelta di mete (tra mare, montagna, crociere, agriturismi, etc…) e soluzioni per tutti i gusti e tutte le tasche.

Fonte: Osservatorio DLT Viaggi.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti