Lazio, si torna al mare dal primo maggio: ecco le regole in spiaggia

Print Friendly, PDF & Email

A partire dal primo maggio 2021 il Lazio può riaprire le spiagge in sicurezza. Le regole per stabilimenti balneari e spiagge libere.


Le spiagge del Lazio possono riaprire in sicurezza dal primo maggio. Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti dà ufficialmente il via alla stagione estiva 2021, a pochi giorni dal decreto legge sulle riaperture delle attività che lasciava agli enti territoriali il compito di stabilire la data di apertura degli impianti balneari e le modalità di accesso alle spiagge.

La decisione di Zingaretti è arrivata in seguito al via libera dell’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) sulla balneabilità delle acque e trasformata in decreto dal primo aprile. Ora arriva la conferma: nel Lazio si potrà tornare al mare già dal prossimo sabato, in coincidenza con la Festa dei Lavoratori.

Spetta ai sindaci dei comuni del litorale varare, entro questa settimana, le ordinanze in cui saranno fissate le date per la ripresa della balneazione nelle diverse città. Le riaperture avverranno tra il primo e il 15 maggio, in considerazione della situazione sanitaria e delle caratteristiche dei singoli territori.

La prima grande assente tra le riaperture del primo maggio è Roma, che chiude il litorale ai bagnanti fino al 15 maggio. Ne dà notizia il consigliere comunale Paolo Ferrara, anticipando l’ordinanza della sindaca Virginia Raggi.

Siamo impegnati per riaprire in sicurezza la stagione balneare 2021 – ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – in linea con le altre Regioni italiane; è un’altra tappa di quel cammino di ritorno alla vita che dobbiamo seguire con prudenza e responsabilità, grazie all’impegno di tutti, cittadini, operatori ed enti locali.”

La priorità resta la sicurezza, in una regione in cui i decessi dovuti al Covid sono in diminuzione ma continua ad aumentare il numero dei contagi: «L’incidenza è a 139 per 100 mila abitanti. Mantenere alto il livello di attenzione», ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Al mare nel Lazio in sicurezza: le regole per stabilimenti e spiagge libere

Come si tornerà al mare nel Lazio in sicurezza?

Il decreto del 22 aprile non contiene riferimenti espliciti sulle modalità operative del settore balneare per l’estate 2021, la seconda in tempo di pandemia Covid. In assenza di indicazioni specifiche le regole da seguire, negli stabilimenti balneari, sono le stesse del 2020:

  • ombrelloni distanziati in modo da garantire una superficie di almeno 10 mq ciascuno;
  • lettini e sedie a sdraio distanziati di almeno 1,5 metri, quando non sono posizionati nel posto ombrellone;
  • attrezzature da spiaggia e aree comuni (come spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici) dovranno essere igienizzate e disinfettate frequentemente;
  • dovranno essere stabiliti percorsi ordinati di ingresso e di uscita che non creino assembramenti;
  • il personale degli stabilimenti sarà dotato di mascherine e non potrà iniziare il turno di lavoro in caso di temperatura corporea superiore a 37,5 °C;
  • i clienti avranno a disposizione prodotti igienizzanti in più punti delle strutture.

Misure anti-contagio simili sono previste anche per le spiagge libere:

  • i bagnanti dovranno mantenere un distanziamento di almeno un metro, fatta eccezione per i conviventi;
  • gli ombrelloni dovranno essere distanziati come nel caso degli stabilimenti;
  • dovranno essere effettuati interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti.

Tutti sono impegnati a fondo perché l’apertura della nuova stagione balneare avvenga con ordine e in piena sicurezza” hanno ribadito gli assessori Paolo Orneli e Valentina Corrado. “I Comuni in questi giorni stanno decidendo, con le loro ordinanze, la data della ripartenza in funzione delle loro specifiche valutazioni. Comunque, grazie all’impegno di tutti, siamo all’ultima curva.”

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti