Monte Peglia, Riserva della Biosfera Unesco

Print Friendly, PDF & Email
Monte Peglia, Riserva della biosfera unesco

La Riserva naturale del Monte Peglia, in provincia di Terni, è Riserva della Biosfera Unesco.


Situata nel ternano, tra i bacini fluviali del fiume Tevere a est e del fiume Peglia a ovest, la Riserva del Monte Peglia fa parte delle Riserve della Biosfera Unesco. A nord, le colline su cui crescono i boschi rigogliosi che la caratterizzano si estendono in direzione dell’area del Lago Trasimeno, mentre a sud si possono trovare rilievi di altezza maggiore, tra i quali spicca proprio il Monte Peglia. Sulla sua cima si trovano giacimenti preistorici risalenti a più di 700 mila anni fa. Ci sono inoltre i vulcani spenti di San Venanzo, sorto proprio sul crinale di uno di essi. Qui è possibile osservare l’associazione di rocce rarissime, presenti solo in Cina, in Uganda e in Brasile. L’intera Riserva, compresa nei quattro comuni di  San VenanzoOrvietoParrano Ficulle, non è molto grande a livello demografico. Le località e i piccoli borghi che ne punteggiano i 40 mila ettari hanno così conservato una grande varietà di flora, rimasta pressoché intatta.

Lecci, cerri, querce e aceri, insieme a molte altre specie arboree, come il cerro e il carpino nero, insieme a specie arbustive quali l’erica arborea e il corbezzolo, costituiscono un piccolo polmone verde nel cuore verde d’Italia. Nel comprensorio si osservano attualmente 44 specie di mammiferi selvatici. Di grande interesse è anche l’antico sentiero che da Poggio Aquilone attraversa la Riserva, fino a raggiungere Parrano e le sorgenti termali delle Tane del diavolo. Poco più a nord, gli appassionati di arte possono invece visitare la Scarzuola, dove l’artista milanese Tommaso Buzzi costruì la sua Città ideale. La percezione che si ha camminando in questi luoghi è quella di un totale equilibrio tra uomo e natura. Ciò ha permesso alla Riserva del Monte Peglia di ottenere lo status di Riserva della Biosfera nell’ambito del Programma MAB-Man and Biosphere dell’Unesco.

 

Trekking Umbia. Norcia e Castelluccio, Monte Vettore. Via Umbria Tourism. Trekking in Umbria: consigli per la primavera 2021

 

Fonte: Umbria Tourism

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti