Primavera in Giappone: ciliegi in fiore e non solo

Print Friendly, PDF & Email
Primavera in Giappone, ciliegi in fiore

Gli eventi da non perdere e altri consigli per vivere al meglio la primavera in Giappone.


A fine marzo arriva anche in Giappone il momento di godere dell’aria aperta, con l’imminente fioritura dei ciliegi. Nella maggior parte del Paese si registrano in questo periodo temperature attorno ai 12°C, mentre sulle montagne e nell’isola settentrionale di Hokkaido il clima è più freddo. Alcune stazioni sciistiche restano infatti aperte anche dopo marzo. I visitatori hanno così la possibilità di vivere la primavera in modi diversi. Ecco quindi 3 eventi da non perdere e altri consigli da tenere a mente per pianificare un viaggio primaverile in Giappone, quando si potrà.

1. Sciare a Hokkaido

Mentre il resto del Paese inizia a riscaldarsi, l’isola più settentrionale di Hokkaido resta anche nei mesi primaverili relativamente fredda. Sciatori e snowboarder hanno così la possibilità di vivere la loro passione, soprattutto a nord, sulle piste di Niseko, Furano o Rusutsu. L’area di Niseko, la zona sciistica più famosa del Giappone, ospita quattro stazioni collegate. Situate a circa due ore d’auto dal nuovo aeroporto di Chitose, esse sono facilmente accessibili e ideali sia per viaggi brevi che per soggiorni prolungati. A 30 minuti da Niseko si trova invece Rusutsu, con piste da scii, ma anche un parco divertimenti e sorgenti termali. Infine, più nell’entroterra c’è Furano, un’area di Hokkaido su cui cadono circa nove metri di neve ogni stagione. Qui è possibile svolgere numerose attività, tra cui rafting sulla neve. 

 

Cina, Giappone e Inghilterra, dove gustare il tè migliore

2. I ciliegi in fiore

Pensare alla primavera in Giappone significa pensare alla fioritura dei ciliegi, che ha inizio dalla punta meridionale di Kyushu a fine marzo e si estende gradualmente verso nord su Honshu e Hokkaido ad aprile. Una pioggia di fiori rosa e bianchi cade sulle città, sui villagghi, sui parchi e sulle montagne, creando occasioni di festa all’aperto. In effetti, in concomitanza con l’evento, gli abitanti del luogo si riuniscono per festeggiare, molto spesso organizzando picnic. Tra fine marzo e inizio aprile i posti da visitare nella zona meridionale sono il Parco di Nishi, il Giardino botanico di Shiranoeo il Parco di Katsuyama. A Tokyo, invece, è possibile vedere i ciliegi in fiore nel Giardino nazionale di Shinjuku Gyoen e nel Parco di Ueno, ma anche lungo il fiume Meguro a Nakameguro e a Chidorigafuchi si può godere di splendide viste urbane. 

3. Altri fiori

Benché sia famoso soprattutto per i suoi ciliegi, il Giappone ospita anche moltre altre varietà di fiori grazie alla secolare attenzione per la botanica e le arti tradizionali come l’ikebana. Tra le attrazioni primaverili del Paese ci sono le fioriture annuali del glicine al Parco floreale di Ashikaga e al Giardino di glicini di Kawachi Fujien. Allo stesso modo, la nemophila a Ibaraki e l’azalea a Nara offrono panorami bellissimi. 

 

4. Il percorso alpino di Tateyama Kurobe

Il Giappone vanta anche bei panorami montani. Attraversando il centro dell’isola di Honshu, gli escursionisti si trovano di fronte viste maestose, cime innevate, villaggi affascinanti e fiumi e laghi panoramici. Uno dei sentieri più popolari è il percorso alpino di Tateyama Kurobe, un sentiero lungo 90 chilometri percorribile da metà aprile, che attraversa il Monte Tateyama e il Monte Azakawade nelle prefetture di Toyama e Nagano. 

 

Sorgerà a Tokyo il più alto edificio in legno di tutto il Giappone

 

  • Anche se il clima inizia a diventare più mite, le temperature potrebbero scendere improvvisamente. Si consiglia di portare con sé una giacca.
  • Sarebbe meglio pianificare il proprio viaggio evitando i periodi di punta, come la settimana d’oro di fine aprile: una serie di giorni festivi consecutivi in cui la maggior parte del Paese va in vacanza.
  • In caso di allergie, si consiglia di prepararsi anticipatamente, in quanto la fioritura dei ciliegi produce molto polline. 

 

Fonte: Japan Travel 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti