Swing the World: le altalene panoramiche invadono il Ticino

Swing the World. Altalena panoramica ad Ascona. Via Ticino Turismo.

Nato dall’idea di una giovane coppia ticinese, il progetto Swing the World ha avuto un ottimo riscontro e punta ad ampliarsi per il 2021. Le altalene panoramiche si stanno diffondendo in Ticino.

Altalene artigianali, una buona conoscenza dei luoghi e un’idea originale sono alla base del progetto Swing the World. Elisa Cappelletti (23 anni ) e Fabio Balassi (27 anni), una giovane coppia del Ticino, hanno creato, durante il lock-down della primavera 2020, un’attrazione distribuita sull’intero territorio regionale.

Attualmente sono installati 9 Swing Spot in Ticino, con lo scopo di invitare i visitatori ad andare a esplorare la natura. In collaborazione con Ticino Turismo seguiranno le installazioni di altre altalene nel 2021.

Scoprire gli angoli più nascosti del Ticino, dondolandosi sull’asse di legno, sul lago, in cima a una montagna, vicino a una cascata, o in una piazza, è il punto di forza del progetto. Con l’installazione delle altalene nei luoghi più belli del Ticino, i visitatori possono scoprire la natura da una prospettiva completamente diversa.

Outdoor in Ticino: attività e proposte per il 2021

Il progetto

«Abbiamo creato il progetto Swing the World con l’obiettivo di invitare le persone a trascorrere del tempo fuori dalle pareti domestiche, in maniera originale, divertendosi all’aria aperta», spiega Elisa Cappelletti.

La 23enne ha studiato comunicazione visuale, Fabio Balassi è progettista e videomaker. Insieme condividono la passione per la fotografia. Non stupisce quindi che le altalene siano ubicate in alcuni dei luoghi più fotogenici del Ticino.

Le corde delle altalene, tessute a mano con 18 millimetri di spessore, sono fissate fra alberi altissimi o su telai costruiti appositamente in legno. L’asse del sedile, anch’esso costruito artigianalmente con legno locale, è largo dagli 80 ai 100 centimetri, permettendo così di far sedere comodamente due persone sull’altalena.

«Siamo cresciuti in Ticino e vogliamo così far conoscere la nostra regione agli altri e far provare le emozioni che noi abbiamo vissuto da bambini», aggiunge Fabio Balassi.

«Le altalene di Swing the World sono molto apprezzate, sia dai ticinesi che dai nostri ospiti, e sono diventate una vera e propria calamita per i visitatori, soprattutto per il pubblico più giovane», commenta invece  Angelo Trotta, direttore di Ticino Turismo, a proposito di questo successo: «È un’idea originale per andare alla scoperta della nostra regione. Abbiamo perciò stretto una collaborazione con Elisa Cappelletti e Fabio Balassi per l’anno 2021, al fine di promuovere l’ampliamento delle località in cui installare le enormi altalene».

Ecco qui elencate, nel dettaglio, le località con altalena già istallata in Ticino.

Canton Ticino: dove cultura, cucina e turismo si incontrano

Le altalene in Ticino

Rasa nelle Centovalli

A Rasa i visitatori compiono un piccolo viaggio temporale nel passato della Svizzera italiana. Il caratteristico villaggio ticinese nelle Centovalli è particolarmente preservato grazie al suo isolamento. È raggiungibile soltanto a piedi o con la funivia.

Soltanto 14 persone vivono in questa località tutto l’anno. Il villaggio montano, privo di auto, è situato a 898 metri di altitudine, lontano dalla frenesia e dallo stress quotidiano. La Ferrovia delle Centovalli parte da Locarno e raggiunge Verdasio. Da qui parte la funivia, che in soli cinque minuti porta a Rasa. 

L’enorme altalena di Swing the World è installata in un luogo particolarmente privilegiato: alla fine di un prato, vicino a una cappella, con vista panoramica sul villaggio e sulle montagne circostanti. Una facile camminata riporta a valle fino a Intragna. Lungo il cammino si trovano numerose cappelle, un ponte romano e il campanile più alto del Canton Ticino.

Pizzo Zucchero nella Valle Onsernone

Dondolare sull’altalena, godendo di un panorama a 360 gradi, è possibile sul Pizzo Zucchero, una vetta alta 1.899 metri nella Valle Onsernone. Con le sue antiche foreste vergini e le profonde gole è una delle valli più selvagge del Ticino. 

Questa altalena è attualmente la più elevata fra quelle installate nel Cantone. Dista mezz’ora a piedi dall’Alpe Salei, dove si trova un accogliente rifugio montano e un cristallino lago di montagna.

Il rifugio è facilmente raggiungibile da Vergeletto tramite la funivia Zott-Alpe Salei, oppure con una camminata di quattro ore da Spruga, salendo sull’Alpe Salei e scendendo poi di nuovo verso Comologno. La salita di 30 minuti sul Pizzo Zucchero è meritevole, non solo per l’altalena.

Swing the World. Valle Onsernone. Via Wikimedia Commons.

Panorama sulla Valle Onsernone. Via Wikimedia Commons.

Shaka Beach sul Lago Maggiore

Shaka Beach è una spiaggia di ghiaia a Vira Gambarogno, sulla sponda orientale del Lago Maggiore, che con i suoi 2.800 metri quadrati e i rigogliosi alberi offre abbondante spazio agli amanti del sole o dei picnic.

Il Beach Bar, in stile caraibico, crea un’atmosfera di villeggiatura, offrendo la possibilità di concludere la giornata con un cocktail in mano. 

Sull’enorme altalena, i piedi penzolano nell’acqua mentre la vista spazia sulle montagne circostanti e la diga della Verzasca. L’asse di legno dell’altalena offre spazio per due persone..

Foroglio

La Val Bavona è una minuscola valle, plasmata da ripide rupi, in alta Vallemaggia. Nel pittoresco villaggio di Foroglio si trova una delle più imponenti cascate del Ticino. Precipita da una rupe alta 110 metri, un vero spettacolo della natura.

Da Foroglio, un piccolo villaggio con tipiche case in pietra, una breve passeggiata porta ai piedi della cascata. Sulla sponda del fiume Calnègia, immersa nella natura e fissata tra due alberi, si trova l’altalena di Swing the World.

In questo luogo ci si può dondolare con vista diretta sulla fragorosa cascata, con l’acqua fresca che sembra avvicinarsi sempre più a ogni slancio. Passa per Foroglio anche il Sentiero Cristallina, un’escursione a piedi in tre tappe, che collega la Vallemaggia con la Val Bedretto.

Nara nella Valle di Blenio

Nel cuore della Valle di Blenio, sopra Leontica, si estende la regione Nara, a un’altitudine fra i 1.400 e i 2.200 metri.

Sulle soleggiate colline, due altalene offrono un panorama sulla catena alpina situata di fronte, con dieci cime sopra i 3.000 metri, fra cui anche l’Adula, la vetta più alta (3.402 m s.l.m.) del Ticino. 

Dopo una piacevole salita in seggiovia da Leontica a Cancorì, con una camminata di 40 minuti e costeggiando un pascolo fiorito, si arriva alla prima enorme altalena nel “Bosco Nero”. In poco meno di altri 10 minuti e 225 metri più in alto, si raggiunge il Bar del Pela e la seconda altalena. Qui ci si può dondolare in simbiosi con la natura, ricaricando le batterie per la discesa.

Ascona

Dall’altalena in legno in Piazza Giuseppe Motta ad Ascona, la vista vaga sullo scintillante lago blu, mentre sullo sfondo l’andirivieni sulla banchina vivacizza l’ambiente.

Ascona è situata sulla sponda settentrionale del Lago Maggiore ed è una delle località più belle della Svizzera, con un lungolago costeggiato da platani e il borgo medioevale quasi interamente preservato. 

La piazza a bordo lago, con le sue variopinte facciate delle case, la sua atmosfera mediterranea e i suoi caffè all’aperto sono il perfetto invito a trascorrere delle ore di dolce far niente. Inoltre, il sole mediterraneo permette non soltanto di fare una passeggiata, di approfittare di un aperitivo o di assaporare un gelato, ma anche di dondolarsi sull’altalena, installata direttamente sulla sponda del lago, a pochi passi dall’imbarcadero di Ascona.

Cardada, la località montana di Locarno

Il Lago Maggiore è una delizia per gli occhi, da ogni prospettiva. L’altalena installata a Cardada offre tuttavia un panorama sul lago da un angolo visuale molto particolare. Cardada è la località montana del comune di Locarno, un’amata meta per le escursioni con tutta la famiglia.

Sopra la città, la moderna funivia parte da Orselina e porta i visitatori a 1.340 metri di altitudine raggiungendo Cardada in pochi minuti. La funivia in vetro e le stazioni di partenza e arrivo sono state progettate dal famoso architetto Mario Botta

L’altalena Swing the World è situata nelle immediate vicinanze della stazione a monte. Dondolandosi si potrà contemporaneamente godere della vista panoramica sulla funivia, sulle cime degli alberi,  sul Lago Maggiore e sulle montagne circostanti. Se si desidera andare ancora più in alto, si può prendere la seggiovia fino a Cimetta (1.676 m s.l.m.) da dove si vedono contemporaneamente il punto più basso (Lago Maggiore) e il punto più alto (Punta Dufour) della Svizzera.

Vallemaggia 2021: cultura e sport si incontrano in Ticino

Campofelice Camping Village a Tenero

Chiunque abbia già trascorso le vacanze nel campeggio ticinese di Tenero, sul Lago Maggiore, sa benissimo quanto soleggiata sia la sponda del lago in questa località. 

Questa oasi mediterranea è adatta come meta di villeggiatura per tutta la famiglia e offre la possibilità di divertirsi con le attività del tempo libero a disposizione. 

Qui vi si trova il Campofelice Camping Village, uno dei migliori campeggi della Svizzera. Sulla sua spiaggia, è stata di recente installata un’enorme altalena dove si possono far rilassare le gambe e l’anima.

Parco San Grato, il giardino botanico di Lugano

L’ultima altalena di Swing the World è stata installata recentemente nel Parco San Grato, il giardino botanico della città di Lugano. Poco lontano dal villaggio degli artisti di Carona, questo magnifico parco è situato sulla penisola dietro il Monte San Salvatore, a 690 metri di altitudine, con panorama sul Lago di Lugano e sulle montagne circostanti.

Swing the World. Lugano. Via Wikimedia Commons.

Veduta sul Lago di Lugano. Via Wikimedia Commons.

In una superficie totale di 62.000 metri quadrati, si estende una splendida flora con una collezione molto variegata di azalee, rododendri e conifere del Ticino. Camminando dalla cima del San Salvatore verso Morcote e passando per Carona è doveroso fare una pausa nel parco.

Anche gli appassionati di mountain bike, che percorrono i singletrail della penisola, ricaricano le energie nel meraviglioso mondo botanico. Durante una passeggiata, un’escursione o una pedalata in mountain bike, d’ora in poi tutti possono dondolarsi sull’asse di legno contemplando il panorama mozzafiato.

Fonte: Ticino Turismo.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

La strada ufficiale del foliage

Nato il primo percorso ufficiale per ammirare il collage.  Tra la Wye Valley, al confine tra Inghilterra e Galles, e la foresta di Dean, nella contea ...
Vai alla barra degli strumenti