Teatro Dimitri: il regno dei clown in Ticino verso i 50 anni

Print Friendly, PDF & Email
Teatro Dimitri. Via Wikimedia Commons.

Nel cuore del Ticino, la struttura da sempre dedita al teatro clownesco si avvicina ai 50 anni di vita. E nell’attesa del proprio compleanno non manca di offrire spettacoli musicali e di cabaret.

Il Teatro Dimitri a Verscio, un paese di 1000 abitanti all’ingresso della stretta Valle delle Centovalli in Canton Ticino, attrae appassionati di teatro, artisti e fanatici della cultura da tutto il mondo. È stato fondato nel 1971 dal clown Dimitri e da sua moglie Gunda e, nel 2021, festeggia il 50° anniversario.

Questo regno dell’umorismo è tradizionalmente dedicato all’arte del clown, del teatro non verbale e del burlesque e unisce oggi sia la tradizione artistica della sua genesi che un’offerta culturale dinamica al passo coi tempi. L’eredità artistica del clown più famoso della Svizzera, scomparso nel 2016, continua a vivere oggi attraverso il Teatro Dimitri e la sua Accademia.

In attesa delle celebrazioni in onore del 50° anniversario del Teatro Dimitri, previste per l’autunno 2021, ecco quali sono i prossimi appuntamenti in programma.

CuiTémpCheTira! Première con Marco Zappa Quartetto

16 aprile, ore 20.30.

Questo concerto presenta le canzoni scritte a quattro mani con la moglie Elena, che fanno parte della nuova opera di Marco Zappa, eponima e che comprendente un libro, un CD ed un DVD.

JR a Palazzo Strozzi: un’istallazione sulla ferita della cultura

Le canzoni sono nate una dopo l’altra tra marzo e giugno 2020, dopo che la RSI aveva invitato Marco ed Elena a creare un video in cui la popolazione veniva esortata a restare entro le quattro mura per contenere la pandemia.

Un lavoro che racconta della paura, della tristezza, della gioia di vivere e dei disagi sociali, immortalando «i tempi che tirano».

Il Disastro di e con Nina Dimitri e Silvana Gargiulo 

17 aprile, ore 20.30.

Terza tappa di creazione del duo comico tutto al femminile Dimitri/Gargiulo, lo spettacolo promette disastri, ricordi e comicità.

La musica lascia il palco al teatro tragicomico, che sa conquistare il pubblico senza prendersi sul serio: in una serie di gag, i ruoli delle due attrici si fondono e si confondono, la verità e la finzione perdono i confini e alla fine nulla sarà più come prima.

Canton Ticino: dove cultura, cucina e turismo si incontrano

DER TANZ DER ZUCKERPFLAUMENFÄHRE di e con Ursus & Nadeschkin

22 e 23  aprile, ore 20.30.

Si parla di Goethe e di Madonna. Dell’India o della Cina. Si tratta forse di un’assurdità ciò che viene descritto con il nonsense? In quanto l’incanto della vista ed il musicare delle cose, di cui non tutti devono sapere che le possediamo, va oltre l’immaginazione dell’immaginazione. 

Sotto la regia di Tomy Ryser, Ursus & Nadeschkin riescono a reinventare il proprio universo. DER TANZ DER ZUCKERPFLAUMENFÄHRE è un assurdo miscuglio di storie e sketch preferiti che non sono mai stati presentati in un programma del duo.

Per informazioni sugli eventi e i biglietti, è possibile consultare il sito ufficiale del teatro.

Fonte: Ticino Turismo.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Maltempo: esondati torrenti, emergenza nel Lecchese

Emergenza maltempo nel Lecchese: evacuate case, ditte e un campeggio, mobilitati vigili e volontari.  Interrotta la circolazione dei treni sulla linea Lecco-Tirano/Chiavenna, comune di Premana isolato. Emergenza ...
Vai alla barra degli strumenti