Uffizi: riapre domani il Giardino di Boboli, a maggio le Gallerie

Print Friendly, PDF & Email
Uffizi: riapertua 2021. Opera: Figlia di Niobe. Bia Wikimedia Commons.

Dal 27 aprile riaprono gradualmente le strutture afferenti alle Gallerie degli Uffizi, nel rispetto delle normative.

Dal 27 aprile 2021 riaprirà al pubblico il Giardino di Boboli di Firenze, con orario di apertura dalle 8.15 alle 18.30. In questa prima fase l’ingresso sarà esclusivamente possibile dall’ingresso di Palazzo Pitti dove verrà rilevata la temperatura corporea. Dal 4 maggio riaprono anche i musei degli Uffizi e di Palazzo Pitti. Gli Uffizi saranno aperti dal martedì alla domenica, dalle ore 8.15 alle 18.50. Le collezioni di Palazzo Pitti (Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna e Tesoro dei Granduchi), saranno aperte dal martedì alla domenica dalle ore 13.30 alle 18.50.

 

L’ingresso ai musei e al Giardino, previa misurazione della temperatura corporea che non deve essere superiore a 37,5°C, è consentito anche a gruppi con guida, forniti di apparecchi radioguida wifi autonomi, fino a un massimo di 10 persone distanziate di almeno 1 metro. È obbligatorio per tutti i visitatori l’uso della mascherina.

Per il sabato e i festivi sarà necessaria la prenotazione da effettuarsi con almeno un giorno in anticipo.

Norme di prevenzione da adottare in tutti gli istituti afferenti alle Gallerie degli Uffizi

All’interno dei musei varranno tutte le norme nazionali e regionali per contrastare la diffusione del coronavirus. In particolare si rammenta che è vietato l’ingresso a persone con temperatura corporea oltre 37,5 gradi. Sarà misurata la temperatura corporea con idonei strumenti prima dell’accesso; è obbligatorio l’uso di idonee mascherine CE a copertura della bocca e del naso, durante tutta la permanenza all’interno dei musei.

Il Parco Archeologico di Pompei è pronto alla riapertura del 27 aprile

 

Necessario sarà inoltre mantenere una distanza interpersonale raccomandata di 1,80 m. Sono vietati assembramenti di ogni genere. I gruppi non possono eccedere il numero di 10 persone, e ad ogni buon conto sono tenuti a rispettare sempre la distanza interpersonale di 1,80m.

Le guide turistiche devono automunirsi di sistema whisper (microfono e auricolari), indipendentemente dal numero dei componenti del loro gruppo, e sono tenute a vigilare sul rispetto della distanza interpersonale all’interno del proprio gruppo qualora fra i componenti non vi siano congiunti.

Boboli (complesso Uffizi/Pitti). Via Wikimedia Commons.

Giardino di Boboli, Firenze (Via Wikimedia Commons).

Vista l’emergenza in atto con possibilità di contagio, si precisa che all’interno dei musei potrà accedere un numero massimo di persone che consenta il distanziamento minimo di un metro l’una dall’altra (consigliato un metro e ottanta).

Il personale addetto al controllo delle sale espositive, una volta arrivato al massimo numero di persone consentito, impedirà l’accesso ad altre persone, e farà entrare le persone in attesa, distanziate l’una dall’altra anch’esse di almeno un metro.

L’apertura dei Giardini e degli Uffizi si colloca nel contesto del processo di riapertura riguardante numerosi enti museali in tutta Italia, secondo le ultime direttive ministeriali.

Fonte: Galleria degli Uffizi.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti