Villaggi e borghi da visitare nella Gran Bretagna nascosta

Print Friendly, PDF & Email
Villaggio di Robin Hood's Bay, via Wikimedia Commons.

Anche se facilmente raggiungibili dai grandi centri abitati, i villaggi della Gran Bretagna sono luoghi a sé stanti. Il tempo qui sembra essersi fermato: visitarli è un modo per scoprire il cuore nascosto dell’Isola.

La Gran Bretagna vanta molti villaggi dove ripercorrere centinaia di anni di storia e ammirare il patrimonio culturale e artistico.

I piccoli borghi offrono passeggiate lungo il fiume, deliziosi tè pomeridiani o pinte di birra locale in un pub tradizionale.

Che si tratti di cottage in pietra nelle Cotswolds, di antiche storie da ascoltare lungo la costa scozzese o di luoghi di pesca tradizionali nello Yorkshire, ecco alcuni dei villaggi più belli della Gran Bretagna dai quali lasciarsi ispirare per un prossimo viaggio in Inghilterra, Galles e Scozia.

Archeologia in Gran Bretagna: i siti più significativi sull’Isola

Ripley, Surrey

Con la sua storica via principale, la locanda per la sosta delle carrozze che risale al XV secolo e un legame con il re della cultura Mod, Paul Weller, Ripley è uno dei villaggi da vedere in Inghilterra. Si trova a soli 40 minuti dal West End di Londra e, malgrado la vicinanza alla capitale, offre uno spaccato della classica vita di campagna in Gran Bretagna.

A Ripley si svolge il Farmers’ Market, dove assaggiare e acquistare i prodotti locali, nonché prelibatezze fatte in casa e artigianato. In alternativa, merita una visita The Talbot, una locanda trasformata in un punto di ristoro, ideale per concedersi un tradizionale tè pomeridiano.

Newark Priory a Ripley. Via Wikimedia Commons.

Newark Priory a Ripley. Via Wikimedia Commons.

Ripley è anche la sede del rinomato studio di registrazione Black Barn di Paul Weller, che ha accolto artisti come The Who, James e Manic Street Preachers sin dalla sua apertura nel 1985.

Altri luoghi da non perdere sono il giardino di RHS Garden Wisley, pieno di meraviglie verdi e le rovine dell’abbazia agostiniana a Newark Priory.

Le foreste più belle da scoprire in Gran Bretagna

 

Sebbene si trovi su un terreno privato e non accessibile al pubblico, l’Abbazia può essere vista durante una tranquilla passeggiata lungo le rive del fiume Wey.

Widecombe-in-the-Moor, Dartmoor

Con tanto di un campanile medievale incastonato sullo sfondo delle colline e dei prati ondulati del Devon meridionale, Widecome-in-the-Moor è un villaggio di campagna dal grande fascino.

Nel villaggio troverai molte caffetterie piene di carattere, mercati locali e due pub particolarmente pittoreschi. The Old Inn e Rugglestone Inn offrono infatti magnifici camini, sostanziosi piatti fatti in casa e birra locale. Questa zona ospita un anche bizzarro cottage rosa che si può affittare, situato nella vicina frazione di Ponsworthy.

Non distante da Widecome-in-the-Moor, si può salire a bordo di un treno d’epoca sulla South Devon Railway. Dotato di carrozze restaurate risalenti agli anni ’30 e ’60, il treno segue il percorso dell’ex diramazione della Great Western Railway, che viaggia tra Buckfastleigh e Totnes Riverside.

Ponte a Ponsworthy presso Widecombe-in-the-Moor. Via Wikimedia Commons.

Ponte a Ponsworthy presso Widecombe-in-the-Moor. Via Wikimedia Commons.

St. Fagans, Cardiff

La storia del Galles attraverso i secoli è esplorabile presso St. Fagans National Museum of History.

Situato nel particolare villaggio di St. Fagans, a circa 20 minuti di auto dal centro di Cardiff, questo museo gratuito riunisce oltre quaranta edifici del ricco passato del Galles, dalle case rotonde dell’età del ferro a fattorie e mulini del XVII secolo restaurati, tutti quanti sono aperti al pubblico.

Da non perdere anche la visita alla casa padronale elisabettiana del castello di St. Fagans, così come gli antichi cottage in fango e due mulini funzionanti. Uno produce farina, completo di ruota idraulica, e l’altro è un piccolo lanificio.

Giardini del castello di St. FAgans. Via Wikimedia Commons.

Giardini del castello di St. Fagans. Via Wikimedia Commons.

Robin Hood’s Bay, North Yorkshire

Annidato nel North Yorkshire e lungo la Cleveland Heritage Coast, all’estremità orientale del North York Moors National Park, Robin Hood’s Bay è un pittoresco villaggio di pescatori ricco di carattere. Dalle tortuose strade acciottolate, file di cottage tradizionali e vicoli che conducono a pub e una spiaggia tranquilla, questa è una delle gemme dello Yorkshire

Per un’escursione panoramica, si consiglia di esplorare parte del Cleveland Way National Trail, percorso grazie al quale effettuare una passeggiata da Robin Hood’s Bay alla storica città di Whitby.

Sede dell’Abbazia di Whitby, di un porto tradizionale e di un labirinto di strade acciottolate, questa città di mare ha fornito l’ispirazione per Dracula, il romanzo di Bram Stoker.

Le esperienze culinarie da non perdere in Gran Bretagna

Castle Combe, Cotswolds

Con le sue file di cottage in pietra secolari, i tipici pub di campagna e un pittoresco fiume che scorre attraverso il suo centro, Castle Combe viene spesso definito uno dei villaggi più belli d’Inghilterra.

Camminando tra le case color miele si può vedere il Weaver’s Cottage, dove nel XV secolo veniva prodotta la famosa stoffa bianca e rossa della zona, e ammirare la medievale Market Cross che segna la piazza del villaggio.

Questo villaggio, per chi intendesse esplorare la zona, è a poco più di 30 miglia dalla famosa Stonehenge.

Castello di Aberdour a Culross. Via Wikimedia Commons.

Castello di Aberdour a Culross. Via Wikimedia Commons.

Culross, Edimburgo

Nel colorato villaggio di Culross, a meno di 50 chilometri da Edimburgo, si ha l’impressione di viaggiare indietro nel tempo. Ex Royal Burgh (quartiere storico autorizzato), questo villaggio è pieno di cottage del XVII secolo dai tetti rossi che fanno da contorno a strette strade acciottolate.

La vera e propria gemma locale è Culross Palace. Un tempo casa di mercanti, questo palazzo color ocra risale alla fine del 1600 e vanta stanze riccamente restaurate, soffitti dipinti e giardini storici. I fan della serie TV Outlander riconosceranno senza dubbio queste strade pittoresche, poiché il villaggio è stato utilizzato molte volte come location per le riprese.

Da segnalare infine la Fife Coastal Route. Lunga 77 miglia, questa strada, percorribile in machcina o a piedi, attraversa il villaggio di Culross e conduce a vari siti presso il mare. Fra questi vi sono il castello di Aberdour, lo Scottish Fisheries Museum e la Kingsbarns Distillery, tutto sulla strada per il Tay Road Bridge, che attraversa la città di Dundee.

Fonte: Visit Britain.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti