Cammini in Veneto, 6 itinerari da percorrere

Print Friendly, PDF & Email
Dolomiti

Il Veneto offre una grande varietà di paesaggi da scoprire a piedi o in bici. Ecco 6 itinerari da percorrere a ritmo lento. 


Sono diversi i cammini in Veneto da percorrere per scoprire il territorio. Da un punto di vista naturalistico, la Regione comprende una grande diversità di ecosistemi: dalle foreste di conifere delle Dolomiti ai boschi di sempreverdi della costa adriatica. Ma non manca però l’interesse storico: lungo i cammini si alternano città millenarie e paesi che sono stati la culla di numerose civiltà. Si tratta di un patrimonio culturale e ambientale da scoprire a piedi o in bici, per una vacanza a ritmo lento. 

 

Cammino dei Briganti, verso Cartore Cammino dei Briganti, 100 km di natura selvaggia tra Abruzzo e Lazio

1. Cammino delle Dolomiti

Difficoltà: media

Lunghezza: 500 km 

Durata: 30 tappe

Punto di partenza e arrivo: Auronzo di Cadore – Longarone

Periodo consigliato: estate

Nella quiete della montagna bellunese si percorrono sentieri e strade forestali alla portata di tutti. Il Cammino è pensato per essere percorso in piccoli gruppi, allo scopo di favorire la meditazione e vivere una vacanza immersi nella natura e a contatto con gli abitanti del luogo. Il percorso può essere vissuto dall’inizio alla fine o un po’ per volta. È necessario comunque richiedere la credenziale per raccogliere tutti i timbri che testimoniano la conclusione del Cammino. 

2. Via Romea Germanica

Difficoltà: facile

Lunghezza: 1.022 km

Durata: 6 tappe in Veneto

Punto di partenza e arrivo: Brennero – Roma

Periodo consigliato: primavera, estate, autunno

Il Brennero collega l’Italia con il mondo germanico, oggi come mille anni fa, quando i fedeli si incamminavano per raggiungere Roma, centro della spiritualità cristiana. L’itinerario dei pellegrini romei entra in Veneto dalla Valsugana dopo aver attraversato l’arco alpino, e costeggia i fiumi e i canali tra Bassano del Grappa, Padova, Rovigo e il Po. Una tappa dopo l’altra l’itinerario si snoda toccando altre città, tra cui Ravenna, Arezzo, Viterbo e Roma. 

3. Il Cammino di Sant’Antonio

Difficoltà: facile

Lunghezza: 431 km

Durata: 22 tappe

Punto di partenza e arrivo: Camposampiero (PD) o Venezia – La Verna (AR)

Periodo consigliato: primavera, estate, autunno

Il Cammino di Sant’Antonio parte da Camposampiero o da Venezia e ripercorre le tracce di Frate Antonio, che dal 1221 al 1231 evangelizzò le genti dell’Italia Settentrionale. Da Padova, luogo della sua morte, si snodano 21 tappe attraverso città e borghi che hanno visto la presenza del santo, sino a toccare la sua residenza italiana, l’eremo di Montepaolo (FC). Le ultime otto tappe risalgono gli Appennni fino a raggiungere La Verna, centro della spiritualità francescana.

 

Colline bolognesi lungo la via degli dei. Foto Laura Marina Mandelli. Via degli Dei: da Bologna a Firenze sul crinale della Storia

4. Cammino Fogazzaro – Roi

Difficoltà: media

Lunghezza: 80 km

Durata: 4 tappe

Punto di partenza e arrivo: Montegalda (VI) – Tonezza del Cimone (VI)

Periodo consigliato: primavera, estate, autunno 

Il Cammino attraversa la suggestiva campagna vicentina, collegando i luoghi cari a due figure di primo piano della cultura italiana: Antonio Fogazzaro, scrittore che visse a cavallo tra Ottocento e Novecento, e Giuseppe Roi, grande mecenate vicentino. Il percorso passa per Vicenza, la città di Palladio, toccando ben 16 comuni, ricchi di paesaggi suggestivi e ville, alcune delle quali patrimonio UNESCO.

5. Romea Strata

Difficoltà: media

Periodo consigliato: primavera, estate, autunno 

Tra i cammini in Veneto ce n’è uno che ripercorre gli antichi tracciati percorsi dai pellegrini di un tempo per raggiungere i luoghi santi: la Romea Strata. Il percorso collega abbazie e monasteri che ancora oggi offrono rifugio ai pellegrini. L’itinerario si articola in cinque cammini:

  • Romea Annia da Concordia Sagittaria a Badia Polesine, km 278
  • Romea Vicetia da Rovereto a Montagnana, km 140
  • Romea del Santo da Bassano del Grappa a Padova, km 50
  • Romea Postumia da Verona a Vicenza, km 50
  • Romea Porciliana da Verona a Montagnana, km 55

6. Via Claudia Augusta

Lunghezza: 600 km

Durata: 200 tappe

Punto di partenza e arrivo: Augusta – Ostiglia (variante Po), Altino-Venezia (variante adriatica) 

Periodo consigliato: primavera, estate, autunno 

La Via Claudia Augusta è un’antica strada romana (con 2.000 anni di storia) che raccordava il Danubio con le pianure adriatiche. Il percorso si divide a Trento in due rami: uno scende verso il Po fino ad Ostiglia, attraversando la valle dell’Adige; l’altro, passando per la Valsugana e Feltre, si orienta invece verso il mare Adriatico fino ad Altino, antico porto ai margini della laguna di Venezia.

 

Bike Gal Flaminia Cesano, Marche Bike Gal Flaminia Cesano, 4 itinerari cicloturistici nel cuore delle Marche

 

Fonte: Veneto.eu 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti