Focaccia genovese: la ricetta tradizionale

Print Friendly, PDF & Email
Focaccia genovese. Via Visit Genoa.

La focaccia genovese si declina in numerose versioni. Quella tradizionale è una pietanza tanto amata a Genova da trovarsi ovunque, da colazione a cena.

La focaccia è la migliore amica dei genovesi. Bassa, unta, croccante al punto giusto, i genovesi la mangiano rovesciata, affinché i grani di sale grosso sulla superficie si facciano subito sentire sulla lingua.

Oltre alla classica, ci sono anche altre versioni, la più amata delle quali presenta uno strato di cipolla tagliata sottile sottile. La focaccia genovese si trova ovunque in città: si compra in qualsiasi panificio, si mangia a colazione inzuppata nel cappuccino, a pranzo, a merenda, all’aperitivo con un bicchiere di vino bianco ligure

Per chi volesse percepire il sapore di Genova a casa propria, o avesse in programma un prossimo soggiorno nel capoluogo ligure, ecco la ricetta tradizionale.

Genova inedita: 7 mezzi di trasporto inusuali per visitarla

Ingredienti

  • 500 g di farina di grano tenero;
  • 1 dl d’olio extravergine d’oliva;
  • 30 g di sale;
  • 30 g di lievito di birra, acqua.
10 piatti e prodotti tipici della Liguria

Procedimento

Formate con parte della farina una fontana sulla spianatoia. Sciogliete il lievito di birra con poca acqua tiepida e unitelo alla farina, cominciando a lavorare come il pane. Lasciate riposare la pasta sotto un panno caldo in un luogo tiepido per 2 ore.

Passato il tempo necessario, prendete la pasta lievitata ed unite la restante farina e l’olio e lavorate fino ad ottenere una pasta morbida. Fate nuovamente lievitare come prima per altre 2 ore. Dopo la lievitazione, stendete la pasta in una teglia con le mani e lasciate le impronte delle dita che raccoglieranno l’olio versatovi.

Spolverizzate con il sale grosso e lasciate riposare ancora, prima di cuocere in forno caldo a 200 – 230° per circa 30 minuti finché risulti ben dorata.

Fonte: Visit Genoa.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti