Piemonte in bici: 5 itinerari per una vacanza slow

Print Friendly, PDF & Email
Piemonte in bici

5 itinerari sulle colline di Langhe, Roero e Monferrato tra percorsi verdi ed eccellenze enogastronomiche, per scoprire il Piemonte in bici. 


Le colline Patrimonio Unesco di Langhe, Roero e Monferrato sono il luogo ideale per una vacanza slow-active in bicicletta. Ecco 5 itinerari per gli amanti delle due ruote adatti a tutte le età, percorribili anche in e-bike o mountain bike. Un viaggio alla scoperta dei paesaggi e delle eccellenze gastronomiche del Piemonte, a contatto con la natura del territorio. 

1. Itinerario con vista sui noccioleti

È la Nocciola Piemonte IGP, coltivata prevalentemente sulle colline di Langhe, Roero e Monferrato e nota anche come Tonda Gentile delle Langhe, la regina di questo itinerario. Il percorso attraversa il paesaggio incontaminato della Valle Uzzone, il suo territorio principale. Partenza e arrivo sono a Cortemilia, borgo tipico in tradizionale pietra di Langa e sua capitale per eccellenza, dove ogni agosto ha luogo la Fiera Nazionale della Nocciola. Lungo 34,7 chilometri, è consigliato a ciclisti allenati a causa della sua difficoltà intermedia, dovuta a un inizio in salita, a una fase centrale in cresta, con discesa finale.

 

Trekking in Piemonte, EscursionAble Torino Trekking in Piemonte: l’itinerario EscursionAble di Torino

2. Rocero Bike Tour

Il Rocero Bike Tour si snoda nelle colline del Roero, sulla sponda del fiume Tanaro che le separa dalle Langhe. Si tratta di un percorso di 140 chilometri dedicato a mountain bike e e-bike, a contatto con una natura piuttosto selvaggia. Pedalando tra borghi storici, castelli e caratteristiche rocche – formazioni geologiche locali dalla ricca biodiversità – si scoprono tutte le eccellenze dell’enogastronomia territoriale, con possibilità di degustazioni in loco: le zone tartufigene del pregiato Tartufo Bianco d’Alba, i vigneti del Roero docg e del Roero Arneis docg, i frutteti di fragole, albicocche, pesche e pere madernassa. Il percorso è dotato di segnaletica, stazioni di ricarica per e-bike e servizi di manutenzione per le bici.

3. Bar to Bar: da Barbaresco a Barolo

Un percorso ad anello con tappe di degustazione nelle famose cantine del Barolo e del Barbaresco tra i boschi e i borghi di Langhe e Roero. Qui la tradizione storica della coltivazione della vite, l’interazione rispettosa dell’uomo con l’ambiente e l’evoluzione delle tecniche di coltura e architettura dei vitigni, hanno trasformato le colline in un paesaggio degno della nomina Unesco. L’itinerario consiste in due vie: una più lunga e difficoltosa, caratterizzata da forti dislivelli e destinata a ciclisti esperti; l’altra più dolce, che passa per Alba, Città Creativa Unesco per la gastronomia, dove ogni autunno ha luogo la Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Il percorso è provvisto di adeguata segnaletica, stazioni di ricarica per e-bike e servizi di manutenzione per le bici.

4. La Via Lattea

Si tratta di una vera e propria Gran fondo dei formaggi D.O.P., questo percorso che conduce i ciclisti nell’Alta Langa più selvaggia, cosparsa di caseifici artigianali che preservano usi e prodotti della tradizione territoriale. L’itinerario, lungo 136,1 chilometri, parte dal piccolo borgo di Murazzano, noto per il suo omonimo formaggio, scendendo a valle per poi risalire in cresta tra ampi spazi boschivi, caratterizzati dalla coltivazione di nocciole. È praticabile da tutti poiché non presenta difficoltà particolari. D’obbligo qualche sosta nei caseifici per degustazioni dei loro prodotti tipici.

5. La Via delle Case di Pietra

Una pedalata alla scoperta degli storici e pittoreschi borghi dell’Alta Langa, caratterizzati da opere di architettura e ingegneria rurali in tipica pietra di Langa, costruite con la tecnica del muro a secco. L’itinerario, lungo 105 chilometri, è piuttosto impegnativo. In alcuni tratti si addentra tra gli aromatici filari di moscato e le pregiate piantagioni di nocciola, che costituiscono due tra le eccellenze enogastronomiche del territorio. Da non perdere, sul percorso, una visita al Santuario del Todocco, che dalla sommità della sua collina offre una splendida vista panoramica sull’intera valle.

 

Veneto in bici Veneto in bici: 5 itinerari per gli amanti delle due ruote

Fonte: Agenzia Nazionale Turismo 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti