Val di Non, 5 punti panoramici facili da raggiungere

Print Friendly, PDF & Email
Val di Non, Trentino

5 luoghi da raggiungere facilmente in Val di Non per godere di panorami unici.


La Val di Non è la più ampia e varia del Trentino, capace di sorprendere con scorci sempre nuovi su canyon, laghi, eremi, castelli e Dolomiti. Qui sono tanti i posti da scoprire e da cui godere di panoramici unici. Ecco quindi 5 mete da raggiungere facilmente. 

 

Cascata Trentino 8 cascate nascoste da scoprire in Trentino

1. Eremo di San Gallo

L’Eremo di San Gallo si trova sotto il paese di Cagnò, a ridosso del lago di Santa Giustina. Ci si può arrivare solamente a piedi, ma le indicazioni e il percorso sono veramente semplici da seguire. Si imbocca una stradina cementata che parte di fronte alla Terrazza dei Sapori. Il primo tratto attraversa i meleti, offrendo uno scorcio sul blu del lago di Santa Giustina incorniciato dal verde dei rami di melo. Scendendo ci si avvicina sempre più alle acque del lago, in un punto in cui si biforcano in due forre: quella che accoglie il torrente Noce proveniente dalla Val di Sole e quella dove si immette il Rio Pescara. Il sentiero termina ai ruderi dell’eremo di San Gallo, un romitaggio risalente al VI secolo d.C. che sfrutta un grande sperone di roccia come tetto naturale. Gli scorci panoramici più belli sono proprio lungo il sentiero, dove si trovano delle comode panche in legno per godersi il sole e la brezza del lago.

2. Terrazza panoramica di Doss de Pez 

A pochi passi dal centro del grande paese di Cles c’è una terrazza panoramica a sbalzo sul lago di Santa Giustina e il Castel Cles. Si può raggiungere a piedi da dietro la chiesa S. Maria Assunta oppure in auto, seguendo le indicazioni per Pez. La stradina per arrivarci attraversa il rione di Pez, un bel viale alberato su cui si affacciano case ed edifici dove non mancano esempi di stile liberty. Arrivati in fondo al viale, sulla destra si nota un grande parco, da cui godere di un panorama da cartolina sul lago di Santa Giustina con in primo piano Castel Cles e sullo sfondo la forra del Novella e l’alta Val di Non con le sue cime.

3. Monte Penegal

Il Monte Penegal (1.737 m) è una cima facile da raggiungere; ci si arriva a piedi dal Passo Mendola oppure anche dalla località Regole di Malosco in poco più di 1 ora e 30 minuti. C’è anche la possibilità di arrivarci in auto su una stradina asfaltata di 3 km (pendenza del 16%) che sale dal Passo Mendola e porta al Panorama Hotel Penegal. Si tratta di uno storico albergo e ristorante con una grandissima terrazza panoramica a sbalzo sulla Val d’Adige e Bolzano. Il momento della giornata migliore per godersi il panorama dall’alto è il pomeriggio, quando il sole è alle spalle e illumina le Dolomiti al di là della Val d’Adige. Così si riescono a riconoscere chiaramente la città di Bolzano, il lago di Caldaro, oltre che tutti i più famosi gruppi dolomitici con le loro cime: Sciliar, Catinaccio, Marmolada, Latemar e Roda de Vael.

4. I Pradiei

Non si tratta esattamente di un punto panoramico, bensì di una grande prateria di ben 100 ettari a 1000 metri d’altitudine: Pradiei. Da ogni angolo di questa distesa verde lo sguardo spazia dalle Dolomiti ai campanili dei paesini attorno, dalle cime selvagge delle Maddalene agli impianti di sci della Paganella. Un girotondo spettacolare grazie alla forma aperta della Val di Non, che ha al centro un cuore verde pianeggiante e tutt’attorno 3 catene montuose e 38 borghi appoggiati sulle sue pendiciI Pradiei vanno da Romeno fino a Fondo di Borgo d’Anaunia e toccano i paesini di Cavareno e Sarnonico con la frazione di Seio. Sono quindi raggiungibili in auto, ma anche in bici attraverso la pista ciclabile dell’Alta Val di Non, che li attraversa per lungo. 

5. Passeggiata panoramica di Smarano 

È una passeggiata facile e pianeggiante, adatta a tutti. Non ha un nome ufficiale: c’è chi la conosce anche come “passeggiata della Merlonga” o, in dialetto, con il nome “4 passi en tel bosc“. Quello che la rende speciale sono le due terrazze panoramiche. La prima domina dall’alto i laghetti di Tavon e Coredo: una vista rilassante che ha come sfondo le imponenti Dolomiti di Brenta. Proseguendo si incontra la seconda, con uno scorcio molto diverso: lo sguardo qui corre sulle verdi vallate solcate da profondi canyon. Appigliato ad una roccia si erige il Santuario di San Romedio.

 

Estate in Trentino Vacanze in Trentino: 10 consigli per la prossima estate

 

Fonte: Turismo Val di Non 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti