Veneto in bici: 5 itinerari per gli amanti delle due ruote

Print Friendly, PDF & Email
Veneto in bici

5 itinerari per scoprire le bellezze del Veneto in bicicletta, tra città d’arte e borghi montani e lacustri.


Dalle città d’arte ai borghi, dal mare al lago, dalle ville storiche alle montagne, sono molti gli itinerari per scoprire il Veneto in bici. Ecco quindi 5 percorsi per gli amanti delle due ruote da non perdere, con tappe di degustazione dei vini locali. 

1. Anello del Veneto

Si tratta di un itinerario di 305 chilometri, molto vario e di facile percorrenza, attraverso tutta la regione, con partenza e arrivo a Venezia. Dalla città lagunare parte la Ciclovia delle Isole, che conduce fino alla caratteristica Chioggia, per poi risalire verso Padova e le antiche terme di Abano e Montegrotto. Altra tappa è a Vicenza, con il suo centro storico Patrimonio Unesco, e a Treviso, con le vicine Asolo (nella lista dei borghi più belli d’Italia) e Montebelluna, ai piedi del Montello. Si torna poi a Venezia tramite la ciclovia fluviale del GiraSile

 

Dolomiti Cammini in Veneto, 6 itinerari da percorrere

2. Dal Garda a Venezia

Una pedalata che parte dalle sponde del Lago di Garda e si snoda su un’apposita ciclovia attraverso le principali città della regione: Verona, Vicenza, Padova e Venezia. Partendo dalla cittadina di Garda, che si rispecchia nel lago, si pedala sugli argini dei fiumi Adige, Bacchiglione e Brenta, attraversando Bardolino, Valpolicella e Soave. Si percorre infine la Riviera del Brenta, raggiungendo il capoluogo. L’itinerario, lungo 185 chilometri, è adatto a tutti

3. Paesaggi del Palladio 

Arte e natura si combinano in questo itinerario cicloturistico, lungo 30 chilometri, alla scoperta dei paesaggi del territorio vicentino, puntellato dalle ville palladiane. Dalle contrade di Vicenza, pedalando sulla Riviera Berica, ci si inoltra nella campagna ai piedi dei Colli Berici. Tra tutte le ville che si incontrano, vale la pena visitare Villa Capra Valmarana, anche nota come La Rotonda, da dove si scorge in lontananza il Santuario del Monte Berico, e Villa Pojana, Patrimonio Unesco. Si prosegue poi alla volta del Lago di Fimon, oppure attraversando la campagna che si estende tra i Colli Berici e i Colli Euganei, per poi tornare a Vicenza. 

4. Da Bassano a Marostica

Tra i tanti itinerari che compongono la Ciclovia del Brenta, lungo le sponde vicentine del fiume e attraverso l’intera provincia, è imperdibile quello che collega Marostica a Bassano del Grappa, attraverso i luoghi della Grande Guerra. La prima, circondata dalle possenti mura antiche, è notissima per la tradizionale partita a scacchi con personaggi viventi sulla piazza cittadina, che si svolge ogni due anni nel secondo weekend di settembre. L’altra sfoggia il celebre Ponte degli Alpini del Palladio, da visitare sorseggiando un bicchierino della celebre “graspa” locale. Il percorso è prevalentemente pianeggiante e quindi alla portata di tutti

5. Anello dei Colli Euganei 

Si tratta di un itinerario ad anello di 63 chilometri che si snoda intorno al Parco dei Colli Euganei, da Este ad Abano Terme. Tra ville  storiche immerse in giardini fiabeschi, castelli, abbazie e borghi antichi, si scoprono Monselice, Vo’ Vecchio, Este e, nei pressi, il Museo geo-paleontologico dei Colli Euganei. Si attraversano inoltre i vigneti euganei, dove si producono vini rossi e il profumato Moscato Fior d’Arancio, fino a raggiungere le Terme di Abano e Montegrotto per una pausa rigenerante.

 

Ciclovie italiane Le ciclovie italiane più cliccate sul web secondo Bicitalia

 

Fonte: Agenzia Nazionale Turismo 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti