FAI: 19-20 giugno sarà la Festa dei Circondari

Print Friendly, PDF & Email
Villa dei Vescovi, Foto Mauro Ranzani,2011 © FAI - FAI Fondo Ambiente Italiano

Una festa diffusa tra i Beni del FAI e i loro dintorni. Incontri, itinerari e sorprese alla scoperta del territorio italiano.

Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano dedica due giorni di festa ai circondari dei suoi Beni. I circondari sono i territori immediatamente circostanti i Beni del FAI, cui essi stessi appartengono. Sono contesti spesso di grande valore culturale, ricchi di piccoli e grandi tesori del patrimonio italiano, talvolta poco noti o sconosciuti. Perciò, sono vere e proprie scoperte, non solo per chi li visita da turista, ma anche per chi vi abita vicino.

Un patrimonio materiale e immateriale in cui si intrecciano storia e natura e che riflette identità e tradizioni di cui essere sempre più consapevoli, perché sulla coscienza del valore dei luoghi si fonda la valorizzazione del territorio, motore dello sviluppo dell’Italia, culturale e anche economico.

Tutto ciò, per FAI, merita di essere conosciuto e apprezzato, promosso e valorizzato, sempre di più e sempre meglio. L’iniziativa prevede pertanto due giorni dedicati: la Festa dei Circondari, sabato 19 e domenica 20 giugno 2021.

 

L’estate 2020 sarà quella del turismo di prossimità: viaggi in Italia lontani dagli assembramenti

 

I Circondari FAI 2021

I circondari di nove Beni del FAI, in otto regioni di Italia, dal Nord al Sud,  saranno protagonisti di un programma ricco di proposte che si svolgeranno dentro e fuori dai Beni. I Beni coinvolti saranno il Castello di Masino a Caravino (TO), il Castello della Manta (CN), il Monastero di Torba a Gornate Olona (VA), il Castello di Avio a Sabbionara di Avio (TN), Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD), il Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), i Giganti della Sila a Spezzano della Sila (CS), l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce e le Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA).

Dentro ai Beni i territori si racconteranno attraverso incontri, narrazioni, laboratori, piccoli eventi musicali, mostre di prodotti locali, dall’artigianato all’enogastronomia, con degustazioni, aperitivi e cene.

Ma la festa si estende soprattutto fuori dai Beni, lungo itinerari suggeriti, da percorrere da soli o accompagnati da guide, a piedi o in bicicletta, in macchina e perfino in barca. Il tutto alla scoperta di borghi, chiese e palazzi, piccoli e curiosi musei, aree archeologiche e naturalistiche, botteghe, aziende agricole e perfino ristoranti.

A sostegno del turismo di prossimità

Si tratta di una vera e propria festa dei territori intorno ai Beni del FAI, resa possibile grazie a un lavoro comune che ha coinvolto 28 amministrazioni comunali, 27 associazioni, 24 musei, 7 scuole e università e 37 tra imprenditori e artigiani locali. Negli anni a venire l’iniziativa si estenderà a nuovi Beni e a nuovi circondari, ovvero a nuovi territori e nuove comunità.

L’occasione è trascorrere un week-end all’aria aperta celebrando l’inizio dell’estate, per visitare i Beni del FAI, e scoprire, nei loro circondari, oltre 100 luoghi di interesse culturale, mete originali e inedite del cosiddetto turismo di prossimità, vicino alle città e facilmente accessibile. Si tratta di una risposta alla necessità e al desiderio di tanti italiani di godersi, quest’anno in particolare, una vacanza in Italia.

Alcune attività sono su prenotazione, per altre la prenotazione è vivamente consigliata. Per informazioni, dettagli e costo dei biglietti www.festadeicircondari.it.

 

Parco Archeologico del Colosseo, al via il festival “Dante assoluto”

 

Le proposte più interessanti per la Festa dei Circondari 2021

Castello e Parco di Masino, Caravino (TO)

Nel Bene: sabato alle ore 18.30, per la rassegna I luoghi della maestria canavesana – un progetto a cura dell’associazione culturale Pubblico-08, dedicato a conoscere e approfondire personaggi che hanno avuto ruoli importanti nella storia del territorio – il libraio Davide Gamba e lo scrittore Valerio Giacoletto converseranno sulla vita e le opere della cossanese Giulia Avetta, maestra per quarant’anni nella scuola elementare del suo paese, parte attiva della Resistenza, sindaca per tre legislature e importante poetessa.

 

Castello e Parco di Masino, Caravino (TO)_Foto Dario Fusaro_2008_(C) FAI

Castello e Parco di Masino, Caravino. Via FAI.

 

Nel circondario: sabato alle ore 8.30 partirà un ebike tour da Masino verso Viverone e Azeglio, a cura di Enjoy Canavese e Artev, alla scoperta delle meraviglie naturalistiche e storiche della zona ai piedi della serra morenica.

È compresa nell’itinerario la visita all’Ecomuseo dei seggiolai e delle impagliatrici La cadrega fiurija, con un percorso che include la ricostruzione degli ambienti della casa azegliese tradizionale. Indetti anche il laboratorio di falegnameria e l’angolo per impagliare, attività che vedeva impegnate centinaia di famiglie.

Nel pomeriggio, verso le ore 15, arrivo al lago di Viverone e imbarco per un’escursione naturalistica e archeologica nella zona Masseria.

Castello della Manta (CN)

Nel Bene: sabato alle 17.45 Carlo Petrini illustrerà il suo ultimo libro TerraFutura. Dialoghi con Papa Francesco sull’ecologia integrale. Sarà in dialogo con Massimo Mathis, responsabile dell’edizione cuneese de La Stampa e con otto studenti degli istituti superiori di Saluzzo.

Domenica alle 17.45, verrà presentata la Riserva della Biosfera transfrontaliera, riconosciuta dall’UNESCO, in cui il Castello della Manta si colloca, in collaborazione con il Parco del Monviso.

Nel circondario: guide naturalistiche accompagneranno i visitatori in trekking collinari, con partenza (e ritorno) dal Castello della Manta fino alla Castiglia di Saluzzo (il sabato) e al Castello di Verzuolo (la domenica).

 

Castello della Manta_Foto © Marco Abba_2016

Castello della Manta. Via FAI.

 

Monastero di Torba, Gornate Olona (VA)

Nel Bene: sabato, dalle ore 15.30, si svolgeranno percorsi speciali incentrati sulla Tutela di api e rondoni, un impegno concreto nel territorio varesino, a cura di Daniele Meregalli – Responsabile Ufficio Ambiente e sostenibilità FAI – per conoscere da vicino i progetti della Fondazione dedicati alla biodiversità.

 

Monastero di Torba, Foto Giorgio Majno, 2005 © FAI - FAI Fondo Ambiente Italiano

Monastero di Torba. Via FAI.

Nel circondario: tra le aperture straordinarie previste sabato e domenica, vi è l’Oratorio di San Michele a Gornate Superiore, risalente al V-VI secolo e tra i più antichi del Varesotto. L’edificio custodisce al suo interno un affresco che rappresenta Giano Bifronte, in ocra, databile all’VIII secolo, forse parte di una perduta allegoria dei mesi.

Castello di Avio, Sabbionara di Avio (TN)

Nel Bene: sabato sarà possibile partecipare a un evento che coniugherà cultura, musica e buon cibo. Alle ore 18, 19 e 20 sono infatti in programma speciali visite guidate al castello, al termine delle quali si svolgerà un momento musicale, con letture e racconti sul maniero del FAI e una degustazione a cura della Locanda al Castello.

 

Castello di Avio. Via FAI

Castello di Avio. Via FAI.

 

Nel circondario: sabato e domenica alle ore 10.30, 14 e 15.30 si potrà partecipare a una passeggiata sulla strada romana che collegava il Castello e la Pieve di Avio, a cura della Delegazione FAI di Trento, che vedrà come tappa intermedia la Casa del Vicario, eccezionalmente aperta dal Comune in occasione della Festa dei Circondari.

Villa dei Vescovi, Luvigliano di Torreglia (PD)

Nel Bene: sabato e domenica, alle ore 11 e alle 17, gli abitanti del borgo di Luvigliano racconteranno Villa dei Vescovi nel secondo Novecento. Si tratta di un’occasione per scoprire un capitolo della storia della villa poco noto, quando la dimora vescovile era dedicata soprattutto all’accoglienza dei giovani delle parrocchie e dei seminaristi.

 

Parte la prima edizione delle Giornate Nazionali del Cicloturismo

 

Nel circondario: nei due giorni si potrà visitare il Museo civico della navigazione fluviale a Battaglia Terme, che in occasione della Festa dei Circondari proporrà un tour in barca lungo il Canale Battaglia.

Bosco di San Francesco, Assisi (PG)

Nel Bene: sabato alle ore 10 al Complesso benedettino di Santa Croce si terrà un incontro con il Sindaco di Assisi Stefania Proietti, che dedicherà un approfondimento al rapporto tra Paesaggio e Arte contemporanea in Umbria.

 

Bosco di San Francesco, Assisi PG - Foto di Maja Galli, 2009 © FAI

Bosco di San Francesco. Via FAI.

 

Nel circondario: in entrambi i giorni, dalle ore 10 alle 18, sarà possibile visitare la Tenuta Castelbuono a Bevagna – 30 ettari vitati a pochi km dal Bosco di San Francesco, la cui cantina è ospitata nel famoso Carapace realizzato da Arnaldo Pomodoro – e degustare vini del territorio.

Abbazia di Santa Maria di Cerrate, Lecce

Nel Bene: in entrambi i giorni ogni ambiente dell’abbazia racconterà un’attività artigianale in tema con il luogo che lo ospita. Nello stabilimento e nel frantoio l’artigiano Adolfo Cazzato produrrà i fiscoli, l’artigiano Giancarlo Scrimieri lavorerà Li Panari. L’azienda agricola A.G.R.O. farà infine degustare l’olio salentino, le olive e altri prodotti tipici.

Nella stanza del forno (o nei pressi) sarà possibile degustare i prodotti da forno tipici di Antichi Sapori di Trepuzzi. Stefania Di Vittorio, nei panni della massaia, insegnerà inoltre ai visitatori a fare le orecchiette. Presso il portico della chiesa illustreranno le loro attività l’artista della pietra leccese, Gabriele Pici e l’impagliatore di sedie, Salvatore Campa. 

Si potrà degustare il vino di Leone de Castris e della Cantina San Donaci e sarà presente il pasticciere Mario Caretto con i suoi prelibati pasticciotti e la sua specialità, il panettone tradizionale salentino, per il quale ha ottenuto importanti riconoscimenti.

 

Abbazia di Santa Maria di Cerrate, Lecce_Foto Antonio Leo-Fabio D Agostino(C) FAI

Abbazia di Santa Maria di Cerrate. Via FAI.

 

Nel circondario: sabato e domenica, dalle ore 9.30, aprirà straordinariamente la Chiesa della Madonna d’Aurio, del XII secolo, nelle campagne di Lecce, al confine con il comune di Surbo. Aperta anche la Torre dei Cavallari, realizzata nel XVI secolo, parte del sistema difensivo che comprendeva le torri costiere e le masserie fortificate. 

L’apertura è a cura dell’Assessorato alla Promozione del Territorio e all’Associazionismo del Comune di Surbo.

Le visite saranno curate dagli studenti dell’Istituto Comprensivo E. Springer di Surbo e dei tirocinanti del Corso di Laurea Magistrale in Storia dell’Arte – Università del Salento

Giganti della Sila, Spezzano della Sila (CS)

Nel Bene: sabato e domenica dalle ore 11 saranno in programma passeggiate guidate nella Riserva dei Giganti della Sila per scoprire gli alberi monumentali e il contesto naturalistico e storico del Parco Nazionale della Sila.

Durante la visita, i partecipanti avranno l’opportunità di conoscere alcune delle specie endemiche che caratterizzano il territorio dell’altipiano silano e come il bosco è stato sfruttato fin dall’epoca dei Romani.

Nel circondario: sabato e domenica dalle ore 10 si potrà esplorare il lago Arvo, uno dei più belli della Calabria, incastonato fra le due più alte vette dell’altipiano silano, Botte Donato e Montenero, in battello elettrico o su bike boat, biciclette galleggianti che corrono sull’acqua.

 

Giganti della Sila, Foto Studio Larus,2019©FAI - FAI Fondo Ambiente Italiano

Giganti della Sila. Via FAI.

 

Saline Conti Vecchi, Assemini (CA)

Nel Bene: una serie di artigiani darà dimostrazione delle proprie specialità. Dalle panade, piatto tipico di Assemini, alla lavorazione del giunco di Capoterra, con la creazione dei famosi cestini; dai Ceramisti di Elmas alla tradizione sartoriale di Uta, ai pescatori di Giorgino (Cagliari) e dell’Associazione Riverrun, che presenteranno il progetto Nonturismo, con un suggestivo urban game.

 

Saline Conti Vecchi, Assemini (CA)_Foto Marco Ceraglia_2016_(C) FAI - Fondo Ambiente Italiano

Saline Conti Vecchi. Via FAI.

 

Nel circondario: domenica, dalle ore 17, visita guidata al Tiscali Campus dal titolo Architettura e Arte Pubblica del Novecento. Si tratta di un’iniziativa a cura della Delegazione FAI di Cagliari in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari.

Partner e sponsor

Rai è Main Media Partner dell’iniziativa. Come sempre racconterà al pubblico il palinsesto della Festa dei Circondari grazie anche alla capillare collaborazione della Testata Giornalistica Regionale Rai.

Il calendario degli Eventi nei Beni FAI 2021 è reso possibile grazie al sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI.

Significativi inoltre i contributi di Nespresso, azienda che dal 2020 sostiene la Fondazione, di Delicius, che rinnova il sostegno al FAI affiancandosi per la prima volta al progetto, e di Pirelli che conferma per il nono anno consecutivo la sua storica vicinanza al FAI.

 

Sentiero di Leonardo: un ecomuseo in bici da Lecco a Milano

 

Modalità di visita in sicurezza all’interno dei beni Fai

Per consentire al pubblico di visitare i Beni nella massima sicurezza, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto delle norme vigenti. Obbligatoria innanzitutto la distanza interpersonale o fisica. In tutti i Beni la visita sarà contingentata per numero di visitatori. Ove possibile, sarà anche organizzata a senso unico per evitare eventuali incroci.

Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi. Le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente l’appuntamento, i partecipanti che avranno effettuato la prenotazione riceveranno una mail. Qui vi saranno indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare materiali di supporto alla visita nel Bene, a cura dell’Ufficio Affari Culturali FAI. Gli stessi materiali non saranno più distribuiti in formato cartaceo. Saranno però accessibili in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta. Nei negozi FAI i clienti dovranno indossare la mascherina. Saranno a disposizione guanti monouso, qualora fossero preferiti all’igienizzazione delle mani.

Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori. L’accesso infine è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.

Fonte: Fondo Ambiente Italiano.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti