Parco Archeologico del Colosseo: le novità per l’estate 2021

Print Friendly, PDF & Email
Colosseo, Roma. Fonte: Pixabay Foto di Treptower Alex

Nuove riaperture, mostre, eventi serali experience virtuali e incontri in presenza: ecco tutte le iniziative del PArCO per luglio 2021.

Il Parco archeologico del Colosseo per l’estate 2021 è aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.30 alle ore 19.15 (ultimo ingresso ore 18.15). L’accesso al PArCo richiede la prenotazione online con scelta della fascia oraria di visita.  Attualmente sono disponibili il biglietto 24h – Colosseo, Foro, Palatino che include un ingresso al Colosseo e un ingresso al Foro Romano e Palatino, e il biglietto Full Experience che comprende anche l’accesso all’Arena, ai Sotterranei del Colosseo e ai siti SUPERMuseo Palatino (I piano), Casa di Augusto, Oratorio dei 40 martiri, Tempio di Romolo, e Schola Praeconum lungo il percorso delle pendici meridionali del Palatino.

Dall’estate 2021 è inoltre possibile entrare a far parte della comunità del PArCo grazie alla Membership Card che offre l’ingresso illimitato per 12 mesi all’area del Palatino, al Foro Romano e al Colosseo, e numerosi benefici. La card – nelle versioni Young – tra 18 e 30 anni – Individual – dai 31 anni – e Family&friends – consente di godere del patrimonio del PArCo: un invito a vivere nel quotidiano un’area verde nella città unica al mondo attraverso un’esperienza di visita più consapevole.  La card è acquistabile presso le biglietterie del PArCo oppure online.

Ecco di seguito le novità e le iniziative del PArCo per l’estate 2021.

Raffaello Sanzio e le experience virtuali alla Domus Aurea

La mostra dedicata a Raffaello Sanzio e al tema delle grottesche, promossa dal PArCo e prodotta da Electa, narra la riscoperta della pittura antica sepolta nelle “grotte” della Domus Aurea con straordinari apparati interattivi e multimediali. La mostra si sviluppa nella Sala ottagona e negli ambienti limitrofi, oltre alle Stanze di Achille a Sciro e di Ettore e AndromacaSarà aperta fino al 7 gennaio 2022.

Venerdì, sabato e domenica oltre alla mostra è possibile visitare anche il cantiere con un nuovo impianto di illuminazione. Il cantiere della Domus Aurea ha riaperto infatti con innovativi interventi multimediali nella prospettiva di valorizzazione scientifica del cantiere di restauro. Rispetto agli anni precedenti, è stato realizzato un progetto site specific di realtà immersiva e video racconto. Gli interventi ampliano così la fruizione del pubblico grazie all’utilizzo di installazioni multimediali che fanno uso delle più recenti tecnologie come il videomapping su grandi superfici e la realtà virtuale.

I due interventi proposti si sviluppano lungo il percorso in dodici tappe della visita guidata del cantiere della Domus Aurea. Riguardano la proiezione emozionale sulla storia della Domus Aurea nella galleria d’ingresso e la realizzazione di un’istallazione in realtà virtuale all’interno della Sala della volta dorata. È possibile visitare la Domus Aurea come non si è mai vista, immergendosi nella reggia di Nerone del I secolo d.C. Se ne rivedono gli ambienti originari, il portico, le ricche stanze, il giardino, e la vista sul Palatino. Il progetto di valorizzazione scientifica è promosso dal Parco archeologico del Colosseo con Electa.

 

Colosseo, gli ipogei aprono per la prima volta al pubblico

 

Nuove riaperture: gli ipogei e la Casa delle Vestali

Dal 26 giugno sono riaperti al pubblico gli ipogei del Colosseo, visibili solo parzialmente fino all’avvio del cantiere nel dicembre 2018. I 160 metri di passerella accessibile condurranno il pubblico all’interno della macchina scenica più grande al mondo. Se ne conoscerà la storia, dall’inaugurazione in età flavia fino alla fine dei giochi nel 523 d.C. e alla riscoperta archeologica dalla fine dell’Ottocento. L’accesso avviene con biglietto Full Experience, in base alla disponibilità di posti.

Dal 6 luglio 2021 inoltre, con il nuovo allestimento museale nella Casa delle Vestali si ampliano gli spazi espositivi e si arricchisce il percorso di visita del PArCo nel Foro Romano.

Dopo nuove indagini archeologiche e accurati interventi di restauro conservativo, si riapre al pubblico il settore SE dell’Atrium Vestae con l’esposizione di alcuni dei reperti più significativi rinvenuti alla fine dell’Ottocento

 

La Casa delle Vestali al Foro Romano: il nuovo allestimento

 

 

Aperture serali

La luna sotto il Colosseo

Da sabato 17 luglio, e fino al 30 ottobre 2021, si riprende con La Luna sul Colosseo, in collaborazione con Electa, a partire dalle ore 20.10 e per gruppi di massimo 20 persone. Per questa edizione La Luna sul Colosseo incentra il percorso sulla scoperta dei sotterranei. Il nuovo itinerario è reso possibile dal recente restauro dell’intera superficie degli spazi che ospitavano belve, gladiatori e apparati scenici.

Durante l’itinerario si dipana il racconto della topografia della valle dove è stato costruito il Colosseo. Attraversando l’area dei sotterranei, si scoprono i materiali con cui è stato costruito l’anfiteatro che hanno permesso di superare lo scorrere del tempo, le funzionalità e le regole che lo rendevano una straordinaria macchina dello spettacolo.

Il percorso prosegue lungo il corridoio perimetrale al piano dell’arena. Passa di fronte all’Edicola della Via Crucis ricostruita con i frammenti ottocenteschi originari. Si conclude infine sul piano stesso dell’arena, con un affaccio sugli ipogei e con uno sguardo a 360° sull’immensità degli spalti.

Apertura serale alla Casa delle Vestali

Inedita e da non perdere è poi l’apertura serale della Casa delle Vestali. Dal 14 luglio a partire dalle 19.20 per gruppi di massimo 20 persone, e per i restanti mercoledì di luglio (21 e 28), entrando dal Foro Romano dall’Arco di Tito si percorre la via Sacra. Si giunge alla Casa delle Vestali sotto i colori dell’imbrunire.

Anche questa apertura è possibile grazie alla conclusione di lavori di conservazione con l’allestimento degli ambienti della casa delle vergini sacerdotesse, incaricate della custodia del focolare sacro della città.

Gli spazi adesso visitabili – tra cui spicca la stanza della macina in pietra lavica, interpretata subito dopo la scoperta come la stanza in cui le sacerdotesse di Vesta realizzavano la mola salsa, una focaccia sacra per i culti legati ai riti cui officiavano – circondano il cortile del complesso dove si erge il tempio circolare che custodiva il fuoco sacro.

Altre iniziative in presenza e online

Fino al 20 luglio il PArCo, in collaborazione con Electa, promuove e ospita presso la Basilica di Massenzio DANTE ASSOLUTO, per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta Dante Alighieri. Il Festival, con la direzione artistica di Maria Ida Gaeta, ha il patrocinio del Comitato Dante700.  Si tratta di un progetto realizzato in collaborazione con la Federazione Unitaria Italiana Scrittori

Prosegue inoltre, online, il racconto in diretta dei cantieri in corso al Parco archeologico del Colosseo. Dagli interventi di manutenzione straordinaria dell’Arco di Settimio Severo nel Foro Romano e del Portico degli Dei Consenti, alla manutenzione degli stucchi dell’Anfiteatro Flavio, sarà possibile seguire le attività in corso che interessano i monumenti del PArCo. L’iniziativa si svolge sulla pagina Facebook del PArCo, ogni mercoledì alle 11.00.

Sempre online, infine, è la rubrica Percorsi fuori dal PArCo. Ogni martedì, testi e immagini racconteranno i monumenti del PArCo attraverso il legame con altri siti e musei di Roma e del Lazio. Fra questi, il Museo Nazionale Romano, il Parco Archeologico di Ostia Antica, il Parco Archeologico dell’Appia Antica, lo Stadio di Domiziano a Piazza Navona – Sovrintendenza Capitolina. L’obiettivo è quello di promuovere l’incontro tra centro e territorio e il dialogo con le realtà culturali al di fuori del PArCo. 

Fonte: Parco Colosseo.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti