Sere FAI d’Estate: le iniziative per luglio e agosto 2021

Print Friendly, PDF & Email
Sere FAI d'Estate locandina via FAI

Dagli incontri culturali al tramonto ai trekking all’imbrunire, ecco gli eventi per vivere i Beni del FAI fino a tarda sera, in tutta sicurezza.

Una passeggiata a lume di torcia nel parco voluto da Papa Gregorio XVI a Tivoli, tra grotte, antiche vestigia e fragore di cascate, trekking in notturna alla scoperta del cielo stellato nel Parco Nazionale della Sila, visite letterarie nella villa che diede ad Antonio Fogazzaro l’ispirazione per comporre Piccolo mondo antico e, ancora, aperitivi al tramonto tra alberi di agrumi e ulivi secolari nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento e tour al calare del sole in una salina in attività a due passi da Cagliari. Queste sono solo alcune delle esperienze che si potranno vivere nei mesi di luglio e agosto partecipando a Sere FAI d’Estate, un ricco calendario di appuntamenti, per lo più en plein air, che coinvolgerà 28 Beni del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano in 15 regioni, da nord a sud del nostro Paese.

Dopo i molti mesi trascorsi in casa e complice la bella stagione, è tanta la voglia di uscire per trascorrere una giornata all’aperto, fino a tarda sera, a contatto con la natura e con l’arte, alla scoperta di luoghi vicini e spesso poco noti.

I Beni della Fondazione – tra cui ville, castelli, monasteri, abbazie, torri, ma anche aree naturali, parchi e giardini – sono una meta ideale. In occasione delle Sere FAI d’Estate ne verrà prolungato l’orario di apertura. Questo permetterà di accogliere più persone, in tutta sicurezza, offrendo loro di proseguire la visita fin dopo il tramonto e di godere così di un’atmosfera particolare e di iniziative speciali.

 

Parco Archeologico del Colosseo: le novità per l’estate 2021

 

Sere FAI d’Estate

Il palinsesto di circa 300 serate, dal tramonto a mezzanotte, rispecchia il crescente impegno del FAI nella diffusione di una cultura della natura. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza del patrimonio verde – dalla botanica alla storia dei giardini e del paesaggio rurale italiano – di cui la Fondazione si prende cura ogni giorno.

Si potrà vivere una giornata immersi nel verde, camminando a piedi nudi in un bosco, leggendo all’aria aperta, prendendo parte a esplorazioni guidate per imparare a riconoscere alberi, insetti e animali, ascoltando i suoni della natura.

Vi saranno poi picnic sul prato al tramonto e aperitivi all’ombra di alberi centenari o in loggia, cene in romantiche location, concerti all’aperto al chiaro di luna. Ma anche lezioni di astronomia, visite guidate a tema fino a tarda sera, incontri e conferenze culturali. Infine, trekking e passeggiate guidate serali per scoprire in modo inedito le bellezze che circondano i Beni del FAI.

 

Castello e Parco di Masino (TO) al tramonto.Foto Gabriele Basilico_2017_(C) FAI - Fondo Ambiente Italiano

Castello e Parco di Masino (TO) al tramonto. Foto di Gabriele Basilico, via Fondo Ambiente Italiano

 

Le iniziative

Visite guidate, aperitivi, concerti

Ad esempio, a Villa e Collezione Panza a Varese verranno organizzati incontri al tramonto (14 e 28 luglio) per esplorare e approfondire la poetica degli artisti Chiara Dynys e Sean Shanahan, in occasione della loro mostra Sudden Time ospitata nella villa del FAI fino a 5 settembre. Speciali visite guidate in notturna a Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), a Villa Fogazzaro Roi a Oria, Valsolda (CO) e a Torre e Casa Campatelli a San Gimignano (SI) regaleranno percezioni insolite.

Sarà anche possibile godersi un picnic nel verde, al calare del sole, in molti Beni del FAI, tra cui Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno (VA) e il Castello della Manta (CN). Vi saranno aperitivi al tramonto, a bordo piscina, nel giardino di Villa Necchi Campiglio a Milano, sulla terrazza con affaccio sulla Serra Morenica di Ivrea al Castello di Masino a Caravino (TO), nella cornice lacustre di Villa del Balbianello a Tremezzina (CO) o addirittura con vista su montagne di sale alle Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA) e anche degustare prodotti locali tra gli alberi del Giardino della Kolymbethra ad Agrigento.

Ci si potrà lasciare trasportare dalle note in occasione di due appuntamenti musicali serali all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce, il primo dedicato ai canti della tradizione Grika (7 agosto) e il secondo che vedrà il pianista Francesco Libetta eseguire brani di Mozart e Strauss (22 agosto).

 

Giardino della Kolymbethra, Agrigento al tramonto_Foto Emiliano Merzagora_2019_(C) FAI - Fondo Ambiente Italiano

Giardino della Kolymbethra, Agrigento al tramonto. Foto di Emiliano Merzagora, via Fondo Ambiente Italiano.

 

Cene sotto le stelle, trekking e visite naturalistiche

Sarà possibile partecipare a cene esclusive, come quella sotto le stelle dedicata a Galileo Galilei a Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD) (6 agosto) e quella a tema medievale al Castello di Avio (TN) (21 agosto).

Gli amanti del camminare potranno scegliere tra diverse proposte, dalle passeggiate tra i Sassi con partenza da Casa Noha a Matera ai trekking al tramonto sui sentieri di Monte San Costanzo, da cui ammirare la Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA). Agli appassionati di cielo e stelle verranno dedicate speciali osservazioni astronomiche, ad esempio presso i Giganti della Sila a Spezzano della Sila (CS), Palazzo e Giardini Moroni a Bergamo e Podere Case Lovara a Levanto (SP).

In più, al Bosco di San Francesco ad Assisi (PG) verrà riorganizzata l’ormai tradizionale e molto amata Bat Night, la notte dei pipistrelli (31 luglio), per capire le loro abitudini e comprenderne il ruolo nell’ecosistema.

 

Villa dei Vescovi (PD) di notte_Foto Stefano Crove_2016_(C) FAI - Fondo Ambiente Italiano

Villa dei Vescovi (PD) di notte. Foto Stefano Crove, via Fondo Ambiente Italiano.

 

Partner e sponsor

Rai, Main Media Partner dell’iniziativa, anche in questa edizione racconterà al pubblico il ricco e variegato palinsesto di Sere FAI d’Estate grazie anche alla capillare collaborazione della Testata Giornalistica Regionale Rai.

Il calendario degli Eventi nei Beni FAI 2021 è reso possibile grazie al sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI.

Da ricordare anche il contributo di Nespresso, azienda che dal 2020 sostiene la Fondazione, di Delicius, che rinnova il sostegno al FAI affiancandosi per la prima volta al progetto, e di Pirelli che conferma per il nono anno consecutivo la sua storica vicinanza al FAI.

 

Colli Euganei: alla scoperta della Strada del Vino

 

Norme di sicurezza

Per consentire al pubblico di visitare i Beni nella massima sicurezza durante le Sere FAI d’Estate, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto dei principi definiti dal Governo a partire dal mantenimento della distanza interpersonale o fisica. In tutti i Beni la visita sarà contingentata per numero di visitatori. Ove possibile, sarà organizzata a senso unico per evitare eventuali incroci.

Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi. Le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente l’appuntamento, i partecipanti che avranno effettuato la prenotazione riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso. Da un link sarà possibile scaricare materiali di supporto alla visita nel Bene, a cura dell’Ufficio Affari Culturali FAI.

Gli stessi materiali non saranno più distribuiti in formato cartaceo. Saranno accessibili in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta. Nei negozi FAI i clienti dovranno indossare la mascherina. Saranno a disposizione guanti monouso, qualora fossero preferiti all’igienizzazione delle mani. Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori. L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.

Fonte: Fondo Ambiente Italiano.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti