Gozo: le 5 attrazioni più belle dell’Isola

Print Friendly, PDF & Email
gozo via visit malta

L’isola è uno scrigno di tesori nascosti di carattere paesaggistico, storico, architettonico. Una meta ideale anche per le famiglie.

Nel cuore del Mediterraneo si trova Gozo, seconda isola dell’arcipelago maltese che in lingua originale viene chiamata Ghawdex. Nemmeno 40000 abitanti per una meta dall’animo rurale dove il tempo scorre lento e la natura racconta una storia millenaria. L’isola viene anche collegata alle vicende narrate nell’Odissea perché la mitologia fa risalire a quest’isola il luogo dove Ulisse incontrò la ninfa Calypso.

Distante pochi chilometri dall’isola principale, Gozo è raggiungibile sia con la tradizionale linea di traghetti in partenza dal porto di Cirkewwa, nel nord di Malta, sia con la nuova linea di traghetti veloci che partono dal porto monumentale di Valletta e raggiungono Gozo in 20 minuti.

Si tratta di una meta ideale per chi è alla ricerca di una vacanza di assoluto relax a contatto con i profumi, i sapori e le tradizioni del Mediterraneo da trascorrere in una delle tante farmhouse dell’isola, antiche case di campagna oggi ristrutturate e dotate di tutti i comfort per un soggiorno da sogno. Come Malta, l’isola è ricca di chiese baroccheantichi casali in pietrasiti storicifortezze e una costa spettacolare. Ecco la top5 delle attrattive che potrete trovare a Gozo.

 

Equitazione a Malta e Gozo: escursioni a cavallo consigliate

 

  1. Santuario Ta’ Pinu

Il Santuario Ta’ Pinu è uno dei luoghi più visitati di Gozo. Il luogo divenne popolare da quando nel 1883, una donna del villaggio gozitano di Għarb, la signora Karmni Grima, udì la voce della Madonna nella piccola cappella che all’epoca si trovava dove oggi si trova il santuario.

Successivamente, tra il 1920 e il 1931, davanti alla cappella originaria, fu costruito il santuario monumentale dedicato alla Madonna di Ta’ Pinu e che esiste ancora oggi. Il santuario è considerato un capolavoro architettonico e custodisce sculture e opere d’artigianato.

Giusto di fronte alla chiesa si trova una piccola collina Ghammar su cui si trova un percorso lungo il quale si possono ammirare 14 statue in marmo che rappresentano le stazioni della Via Crucis.

  1. Templi megalitici di Ggantija

Se amate l’archeologia e la preistoria, non potete perdervi Ggantija. Questi antichissimi templi risalgono al periodo tra il 3600 a.C. e il 3200 a.C. e sono inclusi nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il sito è considerato uno dei più antichi monumenti indipendenti al mondo, più antichi anche di Stonehenge e delle piramidi egizie.

Alcuni dei megaliti che compongono i templi di Ggantija superano i cinque metri di lunghezza e pesano più di cinquanta tonnellate.

Un tempo si credeva che i giganti avessero costruito questi templi preistorici, ed è da qui che deriva il loro nome. Certamente, queste antiche strutture rappresentano uno sviluppo culturale, artistico e tecnologico fenomenale, quanto antichissimo.

 

Gozo Cittadella via visit malta

Cittadella di Gozo. Via Visit Malta.

 

  1. La Cittadella di Gozo

La Cittadella è senza dubbio l’attrazione principale di Victoria, il villaggio considerato la capitale di Gozo. Ospita una città fortificata completamente ristrutturata di recente e offre una vista panoramica sulla campagna circostante, sui villaggi e che si apre fino al mare e a Malta.

Ci sono diversi musei visitabili all’interno della Cittadella. Nel Museo della Cattedrale si trova una raccolta di oggetti religiosi. Il Museo Archeologico che porta attraverso un viaggio storico che inizia dalle antiche civiltà che vivevano a Gozo per terminare all’epoca dei Cavalieri di Malta.

Il Museo del Folklore offre invece un’istruttiva esperienza sullo stile di vita e le tradizioni locali. Vi è inoltre il Museo della Natura, dove vengono illustrate informazioni sulla fauna locale. Nella Vecchia Prigione, infine, si possono visitare le vecchie celle carcerarie utilizzate nell’antichità.

 

Ramla Bay Gozo via visit malta

Baia di Ramla e grotta di Tal-Mixta. Via Visit Malta.

 

  1. Baia di Ramla e grotta di Tal-Mixta

Nota come Ramla l-Hamra (la spiaggia di sabbia rossa), questa spiaggia è rinomata per la sua sabbia dal caratteristico color rosso ramato. Situata in fondo a una fertile valle nella regione settentrionale di Gozo, è facilmente accessibile e raggiungibile.

Per gli appassionati di storia, l’area che circonda la spiaggia comprende diversi scorci panoramici di importanza storica, tra cui le Rovine Romane e la Grotta di Calipso che si affaccia sul lato occidentale della spiaggia. All’estremità occidentale della baia si trovava una villa romana decorata con marmi e stucchi. La lussuosa villa disponeva anche di un proprio bagno caldo alimentato con l’acqua di una vicina sorgente.

Non si può visitare Ramla Bay e non visitare la grotta Tal-Mixta, che si trova sulla collina orientale della baia e che offre viste spettacolari sulla baia: una bellissima gemma nascosta. Recentemente è diventato un luogo sempre più popolare anche tra i turisti per lo spettacolo dei suoi tramonti che si possono ammirare da qui.

 

6 spot imperdibili per un picnic a Malta

 

  1. Wied il-Ghasri

Per chi ama le passeggiate in campagna e le gite in bicicletta, Wied il-Għasri (Valle di Għasri) è un luogo ideale, soprattutto durante l’inverno e la primavera. Wied il-Ghasri è un’insenatura isolata con una minuscola spiaggia di ciottoli incuneata tra alte scogliere. La vista della vallata dalla cima delle scogliere è panoramica.

Wied il-Għasri è molto popolare tra i subacquei che amano esplorare le grotte sottomarine circostanti. La baia molto stretta è ideale per chi cerca una zona balneare tranquilla.

Fonte: Visit Malta.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti