Parco Archeologico di Ercolano: una ripresa in sold out

Print Friendly, PDF & Email
fornaci venere via parco archeologico ercolano

La seconda vita del sito, fra incremento social e una rinnovata attenzione verso il pubblico.

Il Parco Archeologico di Ercolano (NA) ha dato avvio ad una nuova fase della sua vita. Le prime iniziative sono state bene accolte, come dimostrano i continui sold out sia per la visita al Parco, con un totale di visitatori giornaliero che per alcune giornate di questo agosto 2021 ha  sfiorato i 2000 biglietti staccati, sia per gli eventi serali de I Venerdì di Ercolano. L’incremento numerico si accompagna ai primi passi verso una nuova qualità del rapporto con i pubblici.

Continua anche la crescita dei canali social. Questo mese la pagina Facebook del Parco ha superato il mezzo milione di copertura organica. Si conferma il lavoro di costruzione identitaria di una community che si ritrova nei valori rappresentati dal Parco, e partecipa condividendo idee, emozioni, ricordi. 

Il Parco dunque sta costruendo nel tempo una piena integrazione tra offerta reale e virtuale. Questa continuerà con ulteriori progetti che mirano da un lato all’ampliamento dei percorsi di visita sul sito e dall’altro all’arricchimento dell’offerta digitale e del coinvolgimento e della partecipazione attiva sui social. Tra l’altro il Parco ha saputo accompagnare la fase della progressiva ripresa con iniziative mirate come l’abbonamento Un anno=un giorno che favorisce il turismo di prossimità creando le condizioni anche per incidere positivamente sull’indotto e sul territorio.

 

Nuove scoperte a Pompei: rinvenuta la tomba di Marcus Venerius Secundio

 

Le parole del Direttore

L’intenzione di mettere al centro dell’esperienza archeologica il visitatore è primaria nell’agenda del Parco. «Lo vogliamo sempre più consapevole, partecipe, libero di connettersi  con i valori culturali del sito, di esplorarlo nella ricchezza dei racconti e delle esperienze possibili», spiega il Direttore Francesco Sirano.

«Si rinsalda il senso che si è voluto rappresentare con la nuova identità visiva, il nodo di Ercole, – aggiunge Sirano– la figura dell’eroe. A cui sono, non a caso, dedicati sia gli eventi estivi sia quelli in preparazione per la stagione autunnale che si preannuncia particolarmente densa».

«Si è ricominciato a viaggiare. Il crescente numero di visitatori che scelgono il Parco ci rende ancora più determinati per proseguire sulla strada intrapresa da tutto lo staff per fare in modo che la Herculaneum Experience risuoni nell’anima di chiunque si avvicini a questo straordinario luogo», conclude il Direttore del Parco.

Fonte: Parco Archeologico di Ercolano.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti