Ristoranti pop-up: un’estate stellata a Copenaghen

Print Friendly, PDF & Email
Ristoranti pop-up Fonte: Visit Denmark

Ai Giardini di Tivoli nascono i ristoranti pop-up Michelin: fino alle fine di agosto il KOKS presenterà il suo ristorante.


Non capita tutti i giorni di trovare al Tivoli una gastronomia stellata, ma quest’estate sarà proprio così! Dopo il Restaurant AOC di Copenhagen, ospitato a giugno, il Tivoli ha ora il piacere infatti di accogliere il KOKS delle Isole Faroe, due stelle nella guida Michelin. Fino alle fine di agosto il KOKS presenterà il suo ristorante pop-up nella torre giapponese ai Giardini di Tivoli, con un menu diverso da quello proposto alle Faroe ma dando comunque un’ottima visione della propria filosofia, dello stile e dell’approccio agli ingredienti.

Ogni giorno in 177 anni di storia del Tivoli, l’ambizione è stata quella di poter offrire ai visitatori una vasta gamma di esperienze culinarie. I Giardini di Tivoli in passato hanno già ospitato i ristoranti Michelin The Paul e Herman e, sebbene non si tratti di un progetto permanente, è un grande piacere per loro poter offrire quest’estate esperienze culinarie uniche e del più alto livello.

Danimarca Fonte: Visit Denmark Estate in Danimarca… Perché no?

Menu semplici e prezzi accessibili

Ci saranno menu più semplici ma in compenso i prezzi saranno accessibili a un pubblico più ampio. In questo modo, il Tivoli risponde al suo desiderio di dare al maggior numero di ospiti possibile l’opportunità di conoscere la gastronomia ai massimi livelli.

La direttrice di Tivoli Susanne Mørch Koch afferma:

“Siamo orgogliosi di aver stretto una partnership con due dei migliori e al tempo stesso più innovativi ristoranti della regione nordica, perché sappiamo che i locali e i turisti sono pronti per viaggiare per fare un’esperienza gastronomica deliziosa. Abbiamo pensato insieme a qualcosa di nuovo, democratizzando l’esperienza culinaria più sublime rendendola ora accessibile a molti ospiti. Con questa collaborazione, due ottime offerte si aggiungono alla già vasta gamma di esperienze culinarie al Tivoli”.

KOKS

Negli ultimi anni, uno dei luoghi più di tendenza per i turisti gastronomici di tutto il mondo sono state le Isole Faroe. Ciò è dovuto a un ristorante molto speciale chiamato KOKS. Sebbene il piccolo ristorante sia completamente isolato nel territorio collinoso e lussureggiante delle Isole Faroe, gli ispettori della guida Michelin sono comunque riusciti a trovarlo e nel 2019 il ristorante ha ottenuto la sua seconda stella nella guida.

Un motivo di orgoglio in più per il Tivoli che è riuscito ad attirare KOKS a Copenaghen dal 9 luglio alla fine di agosto. Il ristorante non ha raggiunto le sue stelle assecondando i recensori e i buongustai servendo cibo adattato alle papille gustative internazionali. Al contrario, il ristorante ha puntato la bandiera sugli ingredienti e sui sapori unici che caratterizzano la cucina faroese.

Faro di Rubjerg Knude, Danimarca I fari più spettacolari da vedere in Danimarca

La cucina dello chef Poul Andrias Ziska si basa sugli squisiti frutti di mare che i pescatori locali pescano dall’acqua ogni giorno. Oltre ai ricci di mare, alle aragoste e ad altre prelibatezze del mare, anche l’agnello gioca un ruolo importante nella cucina faroese, così come al KOKS. Non sono da ultimo i numerosi metodi tradizionali di conservazione che conferiscono alla cucina faroese il suo carattere distintivo.

Pesce, agnello, balene e molti altri interessanti ingredienti fermentano nell’aria fresca delle Isole Faroe, e questo conferisce loro un gusto completamente unico, che sia il KOKS sia il Tivoli non vedono l’ora di presentare. E anche se non sarà il menu completo che viene servito nel ristorante sulle isole, ci saranno molte opportunità per farsi un’idea della straordinaria cultura gastronomica delle Isole Faroe.

Fonte: Visit Denmark

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti