5 itinerari per scoprire l’Umbria in bicicletta

Print Friendly, PDF & Email
Umbria Fonte: Agenzia Nazionale Turismo Italia

Esplorare l’Umbria in bicicletta alla scoperta dei suoi tesori naturalistici e storico-artistici: 5 itinerari green di incomparabile bellezza.


La verdissima Umbria offre una fitta rete di suggestivi itinerari cicloturistici per una vacanza attiva open air, perfetta per esperti o principianti grazie ai diversi gradi di difficoltà dei percorsi.

Tra panorami di ampio respiro, borghi gioiello ed eccellenze enogastronomiche, 5 rotte imperdibili per coglierne tutto l’incanto. Un territorio di gran fascino che quest’anno torna ad ospitare il passaggio del Giro d’Italia.

1. Ciclovia Assisi-Spoleto-Marmore

Uno splendido itinerario di un centinaio di chilometri che parte dai principali borghi storici per addentrarsi via via nel respiro della natura, con una difficoltà in crescendo che richiede allenamento su bici da corsa, ibrida, e-bike, mountain bike, gravel. Da Assisi, punto di partenza, si attraversano borghi gioiello come Bevagna, Montefalco, Spello e Trevi.

Il percorso tocca poi Spoleto e Foligno, dove in estate hanno luogo rispettivamente i tradizionali Festival dei Due Mondi e Giostra della Quintana. Si prosegue scendendo tra i prati e i boschi della valle del fiume Nera, un’area ricca di sentieri ciclistici, fino alle spettacolari Cascate delle Marmore, per concludere in pieno refrigerio.

Piani di Castelluccio Fonte: Umbria Tourism I Piani di Castelluccio di Norcia con la famosa Fioritura

2. MTB06 – I Monti Sibillini e i tre piani di Castelluccio

È la natura incontaminata dei Monti Sibillini, con l’omonimo Parco Nazionale, lo scenario di questo percorso breve e di facilità media destinato a ciclisti allenati, che alterna asfalto e sterrato da percorrere in mountain bike o in e-mtb. Si snoda alle pendici del Monte Vettore, con partenza e arrivo da Castelluccio di Norcia, ricalcando a tratti anche il Cammino di Benedetto, nei luoghi del santo di Norcia.

Il periodo ideale in cui affrontarlo è sicuramente tra giugno e luglio, quando la Piana di Castelluccio offre lo spettacolo imperdibile della prodigiosa e profumata fioritura multicolore.

3. Via di Francesco: Via del Nord e Via del Sud

Un percorso naturalistico nell’Umbria più verde che attraversa l’intera regione, ma anche un suggestivo itinerario spirituale nei luoghi francescani più significativi. La destinazione finale è Assisi. Due i tracciati, entrambi percorribili in bici da strada. Uno a nord, più impegnativo e consigliato a ciclisti allenati, che parte dal Santuario de La Verna e incontra Città di Castello, Gubbio e Perugia.

L’altro a sud, più breve e agevole, parte da Piediluco, sul lago omonimo, e attraversa la bassa Valnerina e diverse località di enorme pregio storico-artistico come Spello, Trevi, Spoleto e Foligno. L’itinerario si intreccia anche con l’omonimo Cammino da percorrere a piedi.

4. Ciclovia del Tevere

Un percorso di 85 chilometri che si snoda interamente lungo le sponde del Tevere, partendo da Città di Castello, nell’Alta Valle del fiume con acque trasparenti e vegetazione rigogliosa, per scendere fino a Perugia. E’ adatto a tutti perché alterna asfalto e sterrato, ma è consigliabile affrontarlo in mountain bike o bici ibrida perché inframmezzato da alcuni saliscendi piuttosto impegnativi.

Sul tragitto meritano una visita:

  • Montone, uno tra I Borghi più belli d’Italia,
  • l’Abbazia benedettina di San Salvatore di Montecorona,
  • la cittadina di Umbertide,
  • naturalmente Perugia, destinazione finale dell’itinerario, con il suo cuore etrusco e un centro storico ricchissimo di arte e di storia.
Assisi Alla scoperta dei siti Unesco dell’Umbria

5. Strada 12 – Olio e vino sulle rive del Lago Trasimeno

Una pedalata intorno al Lago Trasimeno, costeggiando le sue acque placide e scoprendo le belle località turistiche. Come Castiglione del Lago, punto di arrivo e di partenza, Tuoro, Passignano, Monte del Lago. Il percorso è adatto a tutti e segue per lunghi tratti la Strada del Vino dei Colli del Trasimeno e quella dell’Olio Dop Umbria. Due tra le eccellenze regionali assolutamente da sperimentare con soste di degustazione nelle aziende.

Altre visite imperdibili sono il Palazzo della Corgna a Castiglione del Lago, il Castello dei Cavalieri di Malta a Magione e il caratteristico porto dei pescatori a San Feliciano che offre anche esperienze di pescaturismo.

Fonte: Agenzia Nazionale Turismo Italia

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti