Un itinerario alla scoperta delle Ville di Roma

Print Friendly, PDF & Email
Ville di Roma Fonte: Agenzia Nazionale Turismo

Alla scoperta delle meravigliose Ville di Roma, bellissimi giardini o grandi parchi che regalano indimenticabili panorami sulla città eterna.


Un itinerario per scoprire le meravigliose Ville di Roma, immerse in bellissimi giardini o in grandi parchi, ricche di storia e di gran fascino e visitabili in tutti i periodi dell’anno, anche grazie ai numerosi eventi che vi si svolgono.

Villa Borghese

Iniziamo dal Pincio e da quella che è considerata il “polmone verde” di Roma, ovvero Villa Borghese. Di proprietà della famiglia Borghese fin dal ‘500, fu acquistata dallo Stato nei primi del ‘900. Ottanta ettari di parco in cui il giardino all’italiana si alterna al giardino di gusto inglese. Splendide fontane e piccoli laghetti, bellissimi panorami sulla città eterna fanno di questa villa un luogo spettacolare.

Senza dimenticare i tanti e importanti edifici che sono all’interno del parco: dalla Galleria Borghese che custodisce opere di Bernini, Tiziano, Canova, Raffaello e Caravaggio, a villa Giulia che ospita il Museo Nazionale Etrusco; da Villa Medici, sede dell’Accademia francese alla Galleria nazionale di arte moderna; dalla Casina delle rose, sede della Casa del cinema a uno dei luoghi più amati dai bambini, il bioparco.

Interessante assistere al concorso ippico di Piazza di Siena e agli eventi dell’estate romana.

Street food Roma, rosetta Street food a Roma: cosa mangiare almeno una volta

Villa Celimontana

Si trova, invece, sulla cima del colle Celio, Villa Celimontana, creata nel ‘500 e ristrutturata nell’800. Scavi archeologici hanno riportato alla luce numerosi reperti di varie epoche, molti dei quali oggi visibili. Tra questi l’obelisco egiziano di Ramsete II. Il bellissimo viale di ingresso circondato da alte palme conduce al palazzetto Mattei, situato nel cuore della villa e oggi sede della società geografica italiana.

In estate nella villa si svolgono diversi festival musicali.

Villa Doria Pamphili

Tra le tante ville che sorgono sul Gianicolo, degna di una visita è Villa Doria Pamphili che con i suoi 184 ettari è il parco più ampio di Roma. La villa progettata nel ‘600 è oggi una delle migliori conservate della Capitale.

Di sicuro interesse al suo interno il Casino del Bel respiro, edificio utilizzato come sede di rappresentanza dalla presidenza del Consiglio. Conserva pregevoli stucchi e arredi e contempla un magnifico giardino all’italiana, la palazzina Corsini con le grandi scuderie e il casale dei cedrati con lo splendido giardino di agrumi arricchito da fontane.

Villa Sciarra

Sempre alle pendici del Gianicolo, tra Trastevere e Monteverde Vecchio, sorge Villa Sciarra, famosa per le sue fontane:

  • la Fontana belvedere,
  • Fontana dei Satiri,
  • la Fontana di Diana ed Endimione
  • la fontana delle Sfingi.

Da non perdere il Casino Barberini, la bellissima villa oggi sede dell’Istituto Italiano di Studi germanici e dalla cui torretta si gode di un magnifico panorama.

Musei gratis Roma ph: rickymaffeis Fonte: Pixabay Visitare Roma in 3 giorni

Villa Ada

Infine, immancabile una bella passeggiata fuori dalle mura aureliane, all’interno del secondo parco più grande di Roma, Villa Ada, sulla via Salaria. Ex riserva di caccia della famiglia Savoia, oggi questo parco presenta una vegetazione ricchissima e una fauna molto varia che contempla scoiattoli, conigli e pappagalli.

Fonte: Agenzia Nazionale Turismo Roma

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti