Circo Massimo, arriva a Roma il Longines Global Champions Tour

Print Friendly, PDF & Email
circo massimo equitazione © michele piatti tgtourism

La ‘Formula 1 dell’equitazione’ vedrà un doppio appuntamento a settembre nell’arena archeologica della Capitale.

Torna a Roma il Longines Global Champions Tour, il prestigioso circuito internazionale di salto ostacoli con le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del panorama mondiale. Dopo l’anno forzato di stop a causa della pandemia, la ‘Formula 1 dell’Equitazione’ fa ritorno nella Capitale per la sesta volta. Si promette un’edizione destinata a scrivere la storia degli sport equestri e suggellare il legame a doppio filo con le origini e la tradizione della Città Eterna.

Il palcoscenico del Circo Massimo è il più grande stadio della storia antica, ancora oggi il più grande mai costruito dall’uomo. Sarà la nuova sede del concorso capitolino che quest’anno ospiterà un doppio appuntamento. All’impegno già programmato in calendario dal 10 al 12 settembre 2021 (il dodicesimo stagionale) si aggiungerà infatti una seconda tappa del circuito fissata dal 16 al 18 settembre 2021.

Si tratta di un evento che conferma Roma quale «grande capitale dello sport mondiale e sostenibile». Queste le parole della Prima cittadina Virginia Raggi. Il fondatore e Presidente del Longines Global Champions Tour Jan Tops, il Direttore Sportivo del Longines Global Champions Tour Marco Danese e la Coordinatrice per l’Italia del Longines Global Champions Tour Eleonora Di Giuseppe sono stati presenti alla conferenza stampa assieme a due dei campioni in gara: Edwina Tops-Alexander e Alberto Zorzi.

 

Virginia Raggi con Edwina Tops-Alexander e Alberto Zorzi. Ph. Michele Piatti.

Virginia Raggi con Edwina Tops-Alexander e Alberto Zorzi. © Michele Piatti – TgTourism.

 

La competizione

Con le due competizioni regine, la gara individuale del Longines Global Champions Tour e la competizione a squadre della Global Champions League, l’attesissimo concorso capitolino si riconferma anche quest’anno meta preferita dei migliori binomi del pianeta. Nella prima tappa figureranno 101 atleti (53 tra cavalieri e amazzoni solo per il CSI5) in rappresentanza di 20 Paesi e 5 Continenti e oltre 200 cavalli, con un montepremi in palio di circa 650mila euro, dei quali 300mila solo per il Gran Premio del Longines Global Champions Tour.

Saranno sei gli azzurri a rappresentare il tricolore nel primo dei due weekend, cinque cavalieri e un’amazzone. Per il prestigioso CSI5 vedremo scendere in campo il Caporal Maggiore Alberto Zorzi e il Carabiniere Scelto Emanuele Gaudiano. Completeranno la comitiva azzurra il Primo Aviere Capo Luca Marziani, Piergiorgio Bucci, Francesco Turturiello e Francesca Ciriesi.

Anche quest’anno la manifestazione sarà a ingresso gratuito. Due weekend di grande sport totalmente aperti al pubblico nel rispetto del quadro normativo anti-covid. Sarà un evento globale dove il cavallo sarà il protagonista indiscusso, ma non solo. Il format dell’evento prevede infatti di affiancare l’immagine culturale e turistica della Capitale alla sua naturale connotazione di competizione sportiva top-level. L’accesso sarà gratuito sia all’intera manifestazione che a numerose attività collaterali.

 

I protagonisti della conferenza stampa a Circo Massimo. Ph. Michele Piatti.

I protagonisti della conferenza stampa a Circo Massimo. © Michele Piatti – TgTourism.

 

La storia si ripete 

Sarà un appuntamento con la storia quello che farà di Roma, più che mai Capitale mondiale dell’equitazione. A distanza di oltre duemila anni, quando il Circo Massimo era teatro delle corse dei cavalli e dei Ludi Romani, il Longines Global Champions Tour riporterà i cavalli a gareggiare nello storico sito patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Individuando il Circo Massimo come area idonea ad ospitare l’evento, lo scorso febbraio la Giunta Capitolina aveva approvato una delibera per sancire la partecipazione di Roma Capitale fino al 2025 annoverando il LGCT di Roma tra i Grandi Eventi Cittadini e riconoscendone il pubblico interesse.

Sport di massimo livello internazionale, ma anche turismo, eccellenza e rispetto dell’ambiente. Dall’imponente campo gara (90×50 mt.) al villaggio fino alle tribune coperte il LGCT rimarrà infatti fedele alla sua anima sostenibile senza nessun impatto sul territorio e alcuna variazione del contesto urbano.

Il circuito

Il Longines Global Champions Tour, circuito internazionale d’eccellenza ideato nel 2006 dal campione olimpico olandese Jan Tops, ha trasformato radicalmente il panorama agonistico e organizzativo del salto ostacoli mondiale. Il suo format innovativo, gli altissimi standard qualitativi, i montepremi più ricchi e lo svolgimento nelle più suggestive e ricercate location del pianeta gli hanno favorito un successo ed un’espansione senza precedenti nella storia degli sport equestri facendogli guadagnare l’ormai celebre appellativo di Formula 1 dell’Equitazione.

Il montepremi in palio per la stagione 2021 è pari a 35 milioni di euro complessivi tra Longines Global Champions Tour e Global Champions League.

Giunto alla quindicesima edizione, quest’anno la pandemia ha costretto il circuito a rimodulare in corsa il calendario ufficiale, inizialmente sviluppato su 16 destinazioni complessive nel mondo di 13 Paesi e 4 Continenti.

Le altre tappe

Finora è stata annullata la tappa di Cannes, sostituita con un doppio appuntamento a Valkenswaard. Annullata anche quella di Città del Messico, che verrà recuperata con la Special Edition del secondo weekend di Roma. In sostituzione delle sedi di New York e Shanghai infine la Regular Season culminerà all’ X-Bionic Sphere di Samorin, in Slovacchia, per la 14ma tappa dal 15 al 17 ottobre e le finali dal 21 al 23 ottobre.

Confermato anche l’ultimo atto dei Global Champions Playoff di Praga (18-21 novembre). Sarà il primo appuntamento indoor nella storia del circuito introdotto nel 2018. Avrà un montepremi record da oltre 10 milioni di euro. Si tratta della cifra più alta messa in palio per un evento nella disciplina del salto ostacoli.

Vedrà sfidarsi nel Super Grand Prix LGCT i vincitori individuali di tutti i gran premi della stagione 2021 (1,25 milioni di euro al campione dei campioni) e nella Super Cup Global Champions League le migliori 12 squadre della regular season. Il montepremi sarà di oltre 6 milioni di euro di cui 2 milioni alla squadra vincitrice.

 

Colosseo: le novità di settembre 2021 al PArCo

 

Le stelle più attese

La Capitale si prepara ad ospitare in una cornice mozzafiato il gotha del salto ostacoli mondiale ed incollare alla poltrona migliaia di appassionati del genere. Il concorso capitolino vedrà la partecipazione delle amazzoni e dei cavalieri più titolati del pianeta.

Si parte dal britannico Ben Maher (nr. 6 del ranking LGCT), fresco di medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Tokyo che proprio a Roma si è laureato per due volte consecutive campione del circuito nelle edizioni del 2018 e del 2019, e dell’attuale numero uno al mondo, il tedesco Daniel Deusser, vincitore dello scorso anno del LGCT e nr. 26 del ranking.

Come già accaduto nelle ultime due edizioni romane, con tutta probabilità le tappe in programma nella Capitale decideranno anche stavolta il vincitore del titolo individuale del 2021. A quattro tappe dal termine, la volata finale di Roma vedrà la partecipazione dell’attuale capolista del circuito, l’australiana Edwina Tops-Alexander (214 punti), inseguita ad una manciata di punti (201) dal francese Olivier Robert.

Ospiti internazionali o non solo

In corsa per il titolo, nella suggestiva arena del Circo Massimo gareggerà anche lo svedese Peder Fredricson. L’argento a Tokyo 2020 è attualmente quarto in classifica con 189 punti, avanti di una sola lunghezza sullo spagnolo Sergio Alvarez Moya.

Tra i big del jumping mondiale spiccano numerose altre presenze. Dallo statunitense Spencer Smith (7mo a 168 punti) al tedesco Christian Ahlmann (8°, 160) fino all’olandese Bart Bles (9°,150). Dopo la decima piazza occupata dal nostro Alberto Zorzi (146 punti) sotto il cielo di Roma ci saranno anche il brasiliano numero 7 del mondo Marlon Zanotelli (11°, 143), il belga Pieter Devos e l’americano Denis Lynch.

Conosciuta con l’accostamento calcistico di Champions League dei Cavalli, anche la competizione a squadre della Global Champions League promette due capitoli al cardiopalma. Con 230 punti guida la vetta la squadra del Valkenswaard United (dove milita anche il nostro Alberto Zorzi). Seguono a 215 punti i Paris Panters di Harry Smolders ed Eve Jobs. Viene poi la squadra degli Shanghai Swans di Max Kuhner e Christian Ahlmann, terzi con 212 punti. Più staccati i London Knights (quarti, 192), i Berlin Eagles (quinti, 182) e i Monaco Aces (sesti, 181.50) insieme ad un nutrito gruppo di inseguitrici per un finale tutto da decidere. Attese infine due vere e proprie star dell’equitazione, Athina Onassis e Jessica Springsteen, figlia del mito del rock Bruce.

 

7 cose romantiche da fare a Roma

 

Azzurri, voglia di stupire

Saranno sei gli assi nel mazzo azzurro pronti a scendere in campo nel primo weekend di gare del CSI5. Nella competizione individuale del Longines Global Champions Tour riflettori puntati sul Caporal Maggiore dell’Esercito Alberto Zorzi con Zantana Z e Clarina (il padovano è attualmente in decima posizione della classifica generale con 146 punti) e il Carabiniere Scelto Emanuele Gaudiano. Il materano sarà in sella a Carlotta 232 e Chalou.

La rappresentativa azzurra sarà completata dal 1° aviere Capo Luca Marziani, cavaliere capitolino Campione d’Italia in carica (Lightning, Don’t Worry B), dall’aquilano Piergiorgio Bucci (Cochello, Casago) e dal cavaliere campano Francesco Turturiello (Quite Balou, Made In’t Ruytershof). L’Italia delle donne sarà rappresentata dalla modenese Francesca Ciriesi (Cape Coral, Calotta 23). Sempre per la prima tappa saranno invece undici gli azzurri impegnati nel CSI2. Saranno Gianluca Apolloni, Alice Bertoli, Omar Bonomelli, Pasquale Datena, Guido Grimaldi, Angelica Impronta, Emiliano Liberati, Filippo Martini di Cigala, Roberto Previtali, Francois Spinelli e Andrea Venturini.

Per la seconda tappa che prenderà il via dal 16 settembre nel CSI5 scenderanno in campo ancora Emanuele Gaudiano e Alberto Zorzi. Stavolta saranno insieme ad Antonio Alfonso, Filippo Bologni, Emanuele Camilli e la 1° aviere capo Giulia Martinengo Marquet. Tredici infine gli elementi per la partecipazione al CSI2 della seconda tappa. Sono Linda Bratomi, Antonio Campanelli, Domenico Carlino, Giacomo Casadei, Carla Cimolai, Simone Coata, Michol Del Signore, Massimiliano Ferrario, Guido Grimaldi, Davide Kainich, Sofia Manzetti, Andrea Messersì e Umberto Reboldi.

 

Fantini al Circo Massimo durante la conferenza stampa. Ph. Michele Piatti.

Fantini al Circo Massimo durante la conferenza stampa. © Michele Piatti – TgTourism.

 

Non solo equitazione

Anche quest’anno saranno tantissime le iniziative riservate per il pubblico di tutte le età, appassionati e famiglie. Per giovani cavalieri e piccoli fan torna la Future Champions, il progetto per vivere da vicino la preparazione in campo prova, incontrare ed assistere a tutte le gare dei migliori binomi del mondo.

Per i più piccoli nel Baby Horse Village sarà possibile fare il battesimo della sella e delle carrozze. Nel villaggio sarà presente anche un Dog Bar. Tra gli appuntamenti serali è grande l’attesa per gli show equestri Equus (venerdì 10 settembre alle 21.00), spettacolo ideato da Umberto Scotti con le esibizioni di grandi artisti internazionali protagonisti con i loro magnifici cavalli, e Roma. Tra mito, storia e leggenda (giovedì 16 settembre alle 21.00) a cura di Alessandro Volpi.

Il pubblico del Circo Massimo potrà inoltre godere dello spettacolo del Carosello del San Raffaele Viterbo (venerdì 10 settembre alle 20.00). Il Carosello di Lance dei Lancieri di Montebello seguirà al Gran Premio di sabato 11 settembre (ore 19). Il tradizionale Carosello dei Carabinieri con l’Ammainabandiera chiuderà invece il primo weekend di gare domenica 12 settembre alle 18.00. Confermato sempre per domenica 12 settembre dalle 18.30 l’appuntamento con la finalissima del Gran Premio FIDASC 2021 di Agility Dog coordinato dal celebre educatore cinofilo Massimo Perla. Tante infine le iniziative di integrazione. Tra le più rilevanti, il progetto ASI Io ci sto dentro. Coinvolgerà detenuti in permesso, ex detenuti o detenuti in semilibertà che saranno chiamati a svolgere mansioni di sicurezza ed altre attività di reinserimento lavorative e formative.

 

I caffè storici di Roma più famosi

 

L’arena in realtà virtuale e le gare in chiaro

La grande novità di questa edizione del Longines Global Champions Tour di Roma riguarda la tecnologia immersiva. In concomitanza del concorso i visitatori potranno rivivere gli antichi fasti del più grande stadio della storia. Grazie al progetto Circo Maximo Experience a cura di GSNET Italia S.r.l., l’antica arena romana del Circo Massimo riprenderà vita attraverso degli speciali visori. Sarà visitabile in tutte le sue fasi storiche grazie a tecnologie interattive di visualizzazione all’avanguardia. Ad oggi non sono mai state impiegate in un’area all’aperto di così ampie dimensioni.

Il progetto è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzato da Zètema Progetto Cultura. Permetterà al pubblico di visitare il sito archeologico del Circo Massimo in realtà aumentata (AR). Vi saranno aperture straordinarie e prezzi agevolati durante tutto l’arco della manifestazione.

Alla luce della situazione pandemica, le restrizioni legate ai protocolli anti-covid limiteranno al 50% le presenze nell’impianto. Tutte le gare delle due tappe del Longines Global Champions Tour di Roma saranno trasmesse in chiaro attraverso la Global Champions Tv. Sarà visibile in Tv sul canale 410 del nuovo digitale terrestre (televisori di ultima generazione DVB-T2) e in streaming online sul sito della piattaforma Premio Live e sul canale YouTube.

Sarà un evento totalmente aperto al pubblico, in sicurezza e nel pieno rispetto dell’attuale quadro normativo anti-Covid. L’accesso gratuito alla manifestazione sarà consentito alle persone munite di Green Pass o tampone PCR negativo effettuato nelle 48h precedenti.

Il pubblico potrà anche assicurarsi il proprio posto in tribuna attraverso un sistema di pre-registrazione online sul sito ufficiale www.gcglobalchampions.com.

Fonte: Longines Global Champions Tour.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Le 5 dune più belle del mondo

Dall’Italia alla Francia, dalla Turchia alla Namibia fino alla Cina: ecco le 5 dune, montagne di sabbia bianca, rossa e dorata disegnate dal vento, più ...
Vai alla barra degli strumenti