Venetia 1600: a Palazzo Ducale la mostra sulla Serenissima

Print Friendly, PDF & Email
Joseph Heintz il giovane La processione del Redentore, 1648-1650 Olio su tela; cm 115 x 205 Venezia, Museo Correr, Cl. I n. 2058. Via Muve

A Palazzo Ducale fino a marzo 2022 un viaggio tra oltre 250 opere per celebrare i 1600 anni della città.

Dal Palazzo dei Dogi, in Piazza San Marco, prende il via un viaggio emozionante nella storia di Venezia, per celebrare al meglio i 1600 anni dalla sua Fondazione. Si tratta di un percorso fatto di splendori e momenti di crisi, dai quali la città si è rialzata e rigenerata. È questo il filo conduttore di Venetia 1600. Nascite e rinascite, mostra realizzata dalla Fondazione Musei Civici e ospitata a Palazzo Ducale.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 25 marzo 2022, a un anno esatto dall’inizio delle celebrazioni di Venezia 1600. Venetia 1600. Nascite e rinascite è curata da Robert Echols, Frederick Ilchman, Gabriele Matino, Andrea Bellieni, con allestimento di Pier Luigi Pizzi e la direzione scientifica di Gabriela Belli.

La mostra si sviluppa in 12 sale ospitate nell’appartamento del Doge e parte dalla leggendaria data della sua Fondazione, nel 421, con la posa della prima pietra della Chiesa di San Giacometo a Rivo Alto il giorno dell’Annunciazione alla Madonna. Prosegue raccontando la storia di Venezia da un inedito punto di vista, ripercorrendo i momenti che hanno segnato crisi e rotture seguiti da altrettanti rinnovamenti.

 

European Heritage Days: le iniziative a Pompei e al Colosseo

 

Alle origini della Serenissima

«E’ un progetto – spiega Belli – che parla di una città che si è rigenerata combattendo nemici esterni e difficoltà interne, come gli incendi, le inondazioni o la peste. Una città che ad ogni momento di difficoltà ha saputo rispondere portando dei miglioramenti e che oltre a ricostruire le sue bellezze architettoniche è riuscita a rinnovare, ogni volta, la sua organizzazione sociale ed economica».

«Questa mostra mette in luce – aggiunge Gribaudi – la natura potente e resiliente di Venezia che, specie in questo momento, può diventare un progetto pilota per lo sviluppo della sostenibilità e dell’economia circolare. E’ un’esposizione che conta su 241 opere d’arte provenienti dalla Fondazione, più pochi altri prestiti. Un motivo per mettere in evidenza il nostro patrimonio e la nostra capacità di fare rete, che ci ha permesso di realizzare questa mostra, pensata e voluta insieme al Comune di Venezia già prima della pandemia e che oggi presentiamo nonostante quello che è successo prima con l’acqua granda e poi con il Covid».

Nello specifico, spiegano da Fondazione Muve, si mettono in risalto tappe salienti della storia e dell’identità di Venezia più e più volte chiamata a ridisegnare il suo futuro e ripensare il suo destino, testimoniate dalle opere e dai documenti dei massimi artisti che in laguna hanno operato nell’arco di quasi un millennio – Carpaccio, Bellini, Tiziano, Veronese, Tiepolo, Rosalba Carriera, Guardi e Canaletto, fino a Canova, Hayez, Appiani; e poi Pollock, Vedova, Tancredi, Santomaso – ma anche di tanti architetti, talentuosi uomini d’arte, letterati e musicisti che hanno accompagnato il suo divenire.

 

Palazzo Mazzetti: inaugurata la mostra sulla ferrovia Torino-Genova

 

Informazioni ulteriori

La mostra è divisa in 12 sezioni, ripercorse anche nel catalogo pubblicato da Museum Musei, in doppia edizione italiana e inglese : 1) Introduzione, 2) La città eletta, 3) Regina del mare, 4) La città dei mercanti, 5) Renovatio Urbis: Andrea Gritti e gli architetti, 6) L’incendio di Palazzo Ducale, 1577, 7) La peste, 1576 e 1631, 8) Settecento: gloria e caduta della Serenissima, 9) Ottocento, rivoluzione e unificazione, 10) La capitale dell’arte contemporanea, 11) Acqua Granda, 1966, 2019, 12) Venezia e il futuro.

Scheda informativa

VENETIA 1600. Nascite e rinascite.

Venezia, Palazzo Ducale – Appartamento del Doge Dal 4 settembre 2021 al 25 marzo 2022.

 Direzione scientifica: Gabriella Belli.

A cura di: Robert Echols, Frederick Ilchman, Gabriele Matino, Andrea Bellieni.

Orari di visita:

Tutti i giorni dalle ore 10 alle 18.

Con ultimo ingresso alle ore 17 .

Costi di ingresso

*Intero 12 euro.

*Biglietto ridotto 8 euro.

*Ridotto speciale 5 euro – riservato ai MUVE Friend Card e alle scuole.

*Ridotto speciale San Marco – coloro che effettuano l’ingresso a Palazzo Ducale con uno dei biglietti a pagamento tra I Musei di Piazza San Marco, Itinerari Segreti di Palazzo Ducale, Tesori nascosti del Doge, Museum Pass e Museum Pass inclusi in VeneziaUnica Pack possono visitare la mostra con il biglietto ridotto speciale di 3 euro.

L’ingresso è consentito solo ai possessori di Green pass, come da normativa vigente.

Informazioni e acquisto biglietti

Call center: 848082000 (dall’Italia).

+39 041 42730892 (dall’estero/only from abroad).

Ogni giorno dalle ore 9 alle 13.

email prenotazionivenezia@coopculture.it http://palazzoducale.visitmuve.it

Fonte: Fondazione Muve.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Femmes 1900, donne dell’Art Nouveau

A Pordenone 300 opere, da Mucha e Toulouse Lautrec a Grasset: è l’Art Nouveau, l’esposizione da non mancare Le stelle dello spettacolo, da Sarah Bernhardt ...
Vai alla barra degli strumenti