Palazzo Medici Riccardi, in mostra “Il Fiorentino. Il Gran Diamante di Toscana”

Print Friendly, PDF & Email
Palazzo Medici Riccardi

È in programma fino al 26 gennaio 2022 la mostra Il Fiorentino. Il Gran Diamante di Toscana, ospitata nel Museo Palazzo Medici Riccardi.


Il Museo di Palazzo Medici Riccardi ospita fino al 26 gennaio 2022 Il Fiorentino. Il Gran Diamante di Toscana. L’esposizione è dedicata al manufatto del Granduca di Toscana, noto anche come “Il Fiorentino”: uno dei più preziosi e rari gioielli dei Medici, oggi perduto.

La mostra, promossa dalla Città Metropolitana di Firenze, organizzata da MUS.E e curata da Carlo Francini e Valentina Zucchi, è la seconda del ciclo Cammei: una rassegna di piccole mostre, dai toni intimi ma di grande importanza, dedicata alla valorizzazione delle opere e delle storie legate a Palazzo Medici Riccardi.

La mostra

L’esposizione consegue al restauro appena concluso di uno dei ritratti medicei che trovano posto nelle sale del museo, di proprietà delle Gallerie degli Uffizi: si tratta dell’effigie di Cosimo II Medici, dipinto da Domenico e Valore Casini a figura intera, in veste di damasco dorato e manto d’ermellino, scettro e corona granducale (inv. 3197-1890). 

Il restauro, eseguito da Rossella Lari, ha restituito alla tela le vivaci cromìe originarie e ha conferito all’opera, offuscata da depositi e vernici alterate, la luminosità e il tono celebrativo che la caratterizzavano. Esso si inserisce nell’ambito degli interventi di restauro su tutta la serie dei ritratti medicei presenti in palazzo, promossi dalla Città Metropolitana in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi.

La presentazione del dipinto restaurato trova il suo compimento nell’anniversario della morte del Granduca Cosimo II (1621-2021), che aveva omaggiato la sua consorte Maria Magdalena von Hasburg, più nota come Maria Maddalena d’Austria, proprio del Diamante fiorentino. Il gioiello compare infatti come ornamento d’eccezione nell’acconciatura dell’Archiduchessa in alcuni suoi celebri ritratti, fra cui quello di Giusto Suttermans, ultimato nel 1623, e quello dipinto in ambito fiorentino qualche anno prima, probabilmente dagli stessi Domenico e Valore Casini, entrambi di proprietà delle Gallerie fiorentine.

Quest’ultimo, riprodotto eccezionalmente in mostra, offre pertanto l’occasione di ammirare l’elegantissima ghirlanda posta sul capo di Maria Maddalena, ornata dal diamante nella sua altrettanto preziosa montatura, che negli inventari sarà descritta come «un sottile serpente tutto tempestato di piccoli Diamanti, il quale colle sue branche sostiene per aria il detto Diamante».

Il gioiello 

La mostra propone numerose testimonianze documentarie del gioiello, tra disegni, inventari medicei e documenti d’archivio vari, per ricostruire la storia e le vicende, ma anche l’aspetto e le caratteristiche di una delle pietre più celebri al mondo, di cui si sono perse le tracce all’inizio del XX secolo.

La straordinaria riproduzione del gioiello mediceo è realizzata in zirconia cubica dalla bottega artigiana orafa di Paolo Penko. Grazie ad una scrupolosa ricerca iconografica e sulle tecniche antiche, Penko ha ricreato la preziosa montatura serpentinata con cui l’Arciduchessa era solita sfoggiare il diamante. Il serpente è stato realizzato con la tecnica della fusione in osso di seppia, perfettamente modellato per accogliere la riproduzione del Fiorentino in zirconia cubica. La montatura è stata impreziosita con lo stesso numero di diamanti dell’originale, ben 182 pietre taglio antico a rosetta.

Il Fiorentino. Il Gran Diamante di Toscana

fino al 26 gennaio 2022

Museo Palazzo Medici Riccardi, Firenze

La mostra è accessibile tutti i giorni dalle 9 alle 19 (ultimo ingresso alle 18), escluso il mercoledì, con i seguenti costi:

  • Intero: € 7
  • Ridotto: € 4 (studenti universitari e ragazzi dai 18 ai 25 anni)

Il biglietto di ingresso è comprensivo della visita al museo di Palazzo Medici Riccardi e delle sue mostre.

Per maggiori informazioni: Palazzo Medici Riccardi

 

Gallerie d'Italia mostra Milano, alle Gallerie d’Italia arriva “Grand Tour. Sogno d’Italia da Venezia a Pompei”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti