Comprare casa nei più bei borghi italiani: quanto costa?

Print Friendly, PDF & Email
Borghi italiani: costa amalfitana

È questo il fulcro dell’indagine condotta da Immobiliare.it: capire quale sia il costo della vita nei 20 borghi italiani più belli e cari.


Con l’avvicinarsi del periodo natalizio è tanta la voglia di fuggire dalle grandi città e rifugiarsi in uno dei più bei borghi italiani. Ma ritirarsi a vita privata in questi luoghi non è alla portata di tutti. Immobiliare Insights, business unit di Immobiliare.it specializzata in studi di mercato, ha rivelato quanto bisogna spendere per vivere nei 20 borghi più costosi e belli d’Italia.

Si tratta di Atrani, Conca dei Marini, Castelrotto, Furore, Laigueglia, La Sella-Tellaro, Noli, Borgio Verezzi, Cervo, Chiusa. E, ancora, Vernazza, Egna, Vipiteno, Gardone Riviera, Capalbio, Moneglia, Diano Castello, Taggia, Orta San Giulio e La Maddalena.

Costiera Amalfitana e Trentino 

La Campania ha ben due borghi nei gradini più alti del podio, entrambi collocati nella splendida cornice della Costiera Amalfitana: Atrani, piccolo borgo incastonato tra maestosi picchi rocciosi, che con la sua struttura tipicamente medioevale è il Comune che meglio ha mantenuto le sue caratteristiche originarie tra quelli vicini; e Conca dei Marini, famoso per le sue “scalinatelle” che collegano le casette a filo d’acqua con le case imbiancate a calce sulla collina.

Chi desidera vivere a pochi passi dal mare, perdendosi tra i vicoletti e il profumo delle erbe aromatiche, deve prepararsi ad un esborso importante: circa 6.000 euro al metro quadro per Atrani e poco meno di 5.800 euro/mq per Conca dei Marini.

Per chi predilige invece i paesaggi montuosi, è possibile acquistare casa nel borgo di Castelrotto in Trentino-Alto Adige, al terzo posto in classifica. Per godere del connubio tra lo stile Liberty e il gusto barocco di questo Comune, parte del Parco naturale dello Sciliar, occorre infatti spendere circa 5.500 euro al metro quadro.

Il Trentino è ben rappresentato nella classifica: all’undicesimo posto, si trova infatti  il suggestivo borgo di Chiusa che, immerso tra alberi di castagni e vigneti, garantisce una splendida vista sulle Dolomiti. Sono sufficienti poco più di 3.600 euro/mq per ritirarsi in una delle mete più interessanti della Valle Isarco. Nella seconda metà della graduatoria sono presenti anche i borghi di Egna e Vipiteno, per i quali servono circa 3.200 euro/mq.

Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana

La Liguria, terra celebre per le sue molteplici località turisticheo, è la regione che in assoluto ha più borghi in classifica, ben 9: tra questi Laigueglia e Tellaro sono sicuramente tra le mete più caratteristiche e costose per chi fosse interessato ad un investimento immobiliare nella Riviera Ligure. Il costo medio di un immobile nel borgo di Laigueglia, celebre per la monumentale chiesa di San Matteo e per i suoi inconfondibili carruggi con palazzi color pastello, è di poco inferiore ai 5.000 euro al metro quadro. Leggermente più economico quello di Tellaro, 4.600 euro al metro quadro, paesino da favola amato da artisti e poeti, dove ogni anno si celebra il famoso Natale Subacqueo. Sopra i 4.000 euro/mq anche i comuni di Noli, antico borgo medioevale, e Borgio Verezzi, celebre per le sue case in pietra e le stradine acciottolate.

Nel Nord d’Italia anche Gardone Riviera, in Lombardia, e Orta San Giulio, in Piemonte, sono  tra i 20 borghi più cari. Per una casa nel borgo che ospita il Vittoriale degli Italiani servono in media 3.100 euro al metro quadro. Leggermente più economico il comune di Orta San Giulio: poco più di 2.700 euro/mq per una abitazione nel “paese dipinto” che si affaccia sulle sponde dell’omonimo lago.

Nel cuore della Maremma, invece, si trova Capalbio, borgo medioevale che regala panorami mozzafiato sulla campagna toscana, nelle cui vicinanze si trova anche il celebre Giardino dei Tarocchi. Per una casa qui servono mediamente 3.000 euro al metro quadro.

Sardegna

Chiude la classifica il borgo di La Maddalena, che sorge sull’isola principale dell’omonimo arcipelago, celebre per la rinomata Spiaggia Rosa e per le acque cristalline delle numerose cale vicine. Per una casa nel comune che si trova all’interno del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, un’area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario, servono circa 2.600 euro al metro quadro.

 

Turismo, campeggio Turismo en plen air: i trend per il 2022

Fonte: Immobiliare.it

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti