Seychelles: vietata la raccolta di uova di rondine di mare


L’intervento del Ministero dell’ambiente che vieterà la raccolta di uova di sterna fuligginosa permetterà la ripresa della specie alle Seychelles.


A seguito di un censimento che ha mostrato un precipitoso calo della popolazione di rondine di mare nelle Seychelles, sul territorio sarà vietata per due anni la raccolta di uova di sterna fuligginosa. La decisione presa dal Ministero dell’ambiente è volta a proteggere una specie ritenuta a rischio. I recenti studi del 2021 attestano infatti un calo del 65-70% su tutte le isole dell’arcipelago.

Rondine di mare @Seychelles Tourism

I dati 

La distribuzione della sterna fuligginosa si è concentrata su Cosmoledo e Desnoeufs e i dati del 1999 stimano un totale di 1,2 milioni di coppie sulla Grand Ile di Cosmoledo. La cifra attuale della popolazione di Desnoeufs è di circa 365.000 coppie di sterne fuligginose, numero più alto rispetto a qualsiasi altra isola. 

Solo quattro anni prima, nel ’95, l’isola aveva oltre 1,8 milioni di coppie della specie. Il calo è stimabile all’80,6% della popolazione. Il censimento del 2021 ha attestato che la più grande perdita è stata nelle African Banks. L’ultimo conteggio nel 1995 ha infine registrato 43.300 coppie mentre oggi si registra una riduzione del 94%, con 2.661 di coppie.

Il rischio di estinzione

La rondine di mare o sterna fuligginosa è l’uccello marino più popoloso delle Seychelles e le sue uova costituiscono una pietanza prelibata per il paese. Proprio per questo la raccolta intensiva ha condotto a dati allarmanti che hanno posto la specie in una situazione di rischio. Nel 2020, l’ultima volta che le uova sono state raccolte in grande quantità, ne sono state raccolte un totale di 880.000. Il rischio di estinzione non dipende solo dalla raccolta delle uova, ma l’animale è anche minacciato dal cambiamento climatico e dal bracconaggio molto pronunciato nella zona.

Aldabra, Seychelles Seychelles: l’atollo corallino di Aldabra, Patrimonio mondiale Unesco

Ora il divieto in vigore per gli anni 2022 e 2023 permetterà, si spera, una ripopolazione della specie. “Aumenteremo la sorveglianza e l’applicazione, in particolare sulle African Banks, Boudeuse ed Étoile, dove è noto che si verifica il bracconaggio”, ha affermato Muzungaile, Direttore Generale per la biodiversità, “Rivedremo anche leggi e regolamenti sulla protezione degli uccelli marini. Molti sforzi andranno anche verso l’educazione e la sensibilizzazione sull’importanza degli uccelli marini in generale”.

Fonte: Tourism Seychelles

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti