Ricette siciliane: cardi fritti in pastella


Una ricetta che prende le sue radici dalla tradizione contadina siciliana. Vediamo insieme come preparare degli ottimi Cardi fritti. 


Le ricette siciliane, si sa, sono amate in tutta Italia. Ma questa ricetta forse è meno conosciuta nella Penisola. I cardi fritti in pastella, in siciliano i carduna ca pastetta, fanno parte del patrimonio gastronomico siciliano e vengono dalla cucina tradizionale contadina. Il cardo, infatti, è un alimento povero, ma che arricchisce ancora oggi le tradizionali cene di Natale e le Tavolate di San Giuseppe. Questa è solo una delle ricette che vedono protagonisti i cardi. Una tra le più gustose della tradizione siciliana. 

Come fare i cardi fritti in pastella

Preparare i cardi fritti in pastella è molto semplice e richiederà davvero pochi ingredienti. Oltre ad essere una ricetta molto economica, è anche un piatto veloce e pratico anche per chi è meno pratico in cucina. Scopriamo insieme come prepararli.

Ecco gli ingredienti per i cardi fritti in pastella:

  • cardi
  • un limone

Per la pastella:

  • 1 uovo
  • farina q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 1 cipolletta
  • 1 acciuga

Preparazione

  • Pulite i cardi, togliendo i filamenti e la parte  fogliosa sulle punte
  • Tagliate a tocchetti di 10 cm di lunghezza,
  • Mettete i card in una terrina con acqua e succo di limone per non farli annerire
  • Lessate fino alla consistenza voluta, aggiungendo nell’acqua il limone spremuto ed il sale
  • Preparate la pastella mettendo in una ciotola un uovo, sale, pepe, cipollette e acciughe tagliate finemente
  • Sbattete il tutto aggiungendo man mano la farina (Attenzione: la pastella deve essere densa, non liquida) 
  • Passate i cardi nella pastella e friggeteli in olio di oliva
  • Fate dorare i cardi e scolateli su un foglio di carta assorbente.
Ricette siciliane: u pani cunzatu

Per assaporare questo vero e proprio piatto tradizionale contadino consigliamo di mangiarli ancora caldi. 

Fonte: Sito ufficiale del Turismo Sicilia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti