Turismo: al via fondo unico del turismo, 73 milioni nel 2022

Ministro del Turismo Massimo Garavaglia incontra Confindustria. Via Massimo GAravaglia profilo Facebook.

Due decreti emanati dal ministro del Turismo Garavaglia danno avvio all’atto di programmazione del Fondo Unico del Turismo.


Nuovo intervento da parte del ministero del Turismo. Il ministro Massimo Garavaglia, con due rispettivi decreti, ha attivato l’atto di programmazione del Fondo Unico Turismo di parte corrente ed in conto capitale. Il documento è stato inviato alle Regioni e prevede 73 milioni già nel 2022. Dopo lo sblocco di 380 milioni relativo al credito di imposta per le strutture ricettive turistico-alberghiere un altro stanziamento di fondi per amministrazioni territoriali e altri enti e istituti si pone in un’ottica di interventi volti a migliorare il comparto del turismo. Al Fondo potranno beneficiare inoltre concessionari di beni pubblici e istituti religiosi e di culto, così come gli eventi e le manifestazioni sportive. 

Il Fondo Unico Turismo

Per il 2022 il fondo di parte corrente ammonta a 36.920.000 euro, l’80% dei fondi a disposizione per il 2022. Prevede contributi economici per iniziative promosse da operatori pubblici a favore di interventi per eventi e manifestazioni sportive, culturali e religiosi. Il fondo in conto capitale ammonta a 36.000.000 euro 80% dei fondi a disposizione per il 2022. Prevede il finanziamento di spese per investimenti riguardanti la realizzazione di interventi e opere per migliorare la fruibilità e accessibilità dei luoghi di interesse turistico.

Turismo: sbloccati 380 milioni di crediti imposta 2020/21

I beneficiari

A beneficiare del fondo possono essere:

  • Amministrazioni territoriali, enti pubblici
  • Istituti per la gestione del demanio pubblico
  • concessionari di beni pubblici di interesse turistico
  • istituti religiosi ed enti di culto

In più, gli interventi potranno riguardare anche eventi e manifestazioni sportive, culturale e religioso.

Entro 30 giorni il Ministero provvede alla ripartizione delle risorse in base alla proposta definita in autocoordinamento da parte della Conferenza delle Regioni e Province autonome.

Fonte: Ministero del Turismo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti