Estate in Lunigiana: 5 idee per tutta la famiglia


Vacanze con bambini in Lunigiana, esperienze ed attività per tutta la famiglia tra fiumi, grotte e borghi medievali. 


L’estate in Lunigiana è un vero tripudio di avventura, divertimento e tante emozioni. Oltre ai numerosi eventi organizzati in tutto il territorio sono davvero tante le attività e le esperienze dedicate alle famiglie con bambini. Potrete rilassarvi e incantarvi di fronte a panorami mozzafiato, ma anche scegliere l’avventura lungo le fresche acque dei fiumi o nelle grotte millenarie. Chi ama la natura e la vita all’aria aperta potrà iniziare un viaggio lungo gli antichi cammini. O conoscere la vita dei pastori o degli animali nelle fattorie didattiche. E perché non visitare anche i tanti borghi medievali con i loro suggestivi castelli pieni di segreti e curiosità?

Non dovrete fare altro che scegliere come vivere al meglio il vostro viaggio in Lunigiana!

ChicDestinations. Experience da non perdere.

1. Fattorie didattiche e una giornata con il pastore

Credit: Matilde Ferrari

In Lunigiana è possibile entrare in contatto diretto e giocoso con gli animali da fattoria e allevamento, per conoscere le loro abitudini e provare a vivere per un giorno la vita di un allevatore! Immerse nel verde del paesaggio lunigianese, le aziende agricole e le loro fattorie didattiche permetteranno di fare visite guidate per scoprire le loro attività, gli animali e l’origine dei prodotti che consumano: conigli, galline, oche, anatre, pecore, mucche e asini che vengono accuditi amorevolmente. Ma sarà anche l’opportunità di scoprire alcune delle specie che vivono naturalmente nei dintorni come scoiattoli, volpi e fagiani.

E non perdete l’occasione di trascorrere una giornata a spasso con il pastore, lungo la Via Francigena o nello splendido scenario dei Prati di Logarghena. Per scoprire la vita del gregge, i cani da conduzione e da guardia, la mungitura e il formaggio. Un’esperienza all’aria aperta assaporando antichi sapori.

2. Escursioni nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano

Credit: Sigeric Servizi per il turismo

Ettari di boschi di faggi e castagni, verdi praterie, fiumi, cascate e pascoli abbracciano numerosi borghi della Lunigiana orientale tra cui Filattiera, Bagnone, Licciana Nardi, Comano e Fivizzano. Un’area protetta ricca di biodiversità e panorami mozzafiato con tante avventure “a misura di bambino”. Perfette per avvicinare i più piccoli alla vita all’aria aperta ed insegnare loro il gusto della lenta scoperta e dell’avventura. A partire dai tanti i corsi d’acqua che solcano la Lunigiana e che, lungo il loro percorso, formano pozze, salti d’acqua e cascate, più o meno conosciuti. Piccoli rifugi nascosti nella natura spesso incontaminata perfetti per una pausa rigenerante. Tra quelli più facili da raggiungere troviamo l’Anguillara e i Mulini di Marzo a Bagnone e i bozzi delle Fate e le Marmitte dei Giganti a Fivizzano.

3. Divertimento e magia nei castelli della Lunigiana

Credit: Matilde Ferrari

Una terra imbevuta di storia e di un pizzico di mistero, costellata da borghi medievali, imponenti fortezze e antiche pievi, simbolo di una terra di confine e di incontro tra diverse culture. Tra i centri storici più suggestivi troviamo Bagnone, Filattiera, Filetto, Fivizzano, Fosdinovo, Mulazzo e Pontremoli. È proprio grazie alle fortificazioni erette principalmente dalla famiglia Malaspina che nei secoli la Lunigiana è stata spesso definita come la “Terra dei Cento Castelli”.

Anche se nel corso del tempo molti sono caduti in rovina o scomparsi del tutto, alcuni sono divenuti residenze signorili tuttora abitati e ben sette di essi sono ancora aperti al pubblico e visitabili. Il Castello del Piagnaro di Pontremoli, che conserva al suo interno il Museo delle Statue Stele Lunigianesi, la Fortezza della Brunella ad Aulla, con il Museo di Storia Naturale della Lunigiana, il Castello di Castiglione del Terziere, che ospita il Centro di Studi Umanistici Niccolò V dotato di una ricchissima biblioteca storica, il Castello di Lusuolo a Mulazzo, con il Museo dell’Emigrazione della Gente di Toscana, il Castello Malaspina di Fosdinovo, il Castello di Monti a Licciana Nardi e il Castello di Malgrate a Villafranca in Lunigiana.

4. In sella alle E-bike lungo la Ciclovia dei Castelli

Credit: Matteo Dunchi

Se amate le passeggiate in bicicletta in famiglia, la Ciclovia dei Castelli è ciò che fa per voi! Qui potrete raggiungere e scoprire alcuni dei borghi più suggestivi della Lunigiana come Pontremoli, Filattiera, Bagnone, Villafranca e Mulazzo, oltre che castelli, musei e tesori nascosti lungo il percorso.

L’itinerario ricalca in parte il percorso della Via Francigena in Lunigiana e può essere iniziato da ogni punto del tracciato. Ed è indicato tramite un’apposita segnaletica, per una lunghezza di circa 47 Km, tra asfalto e sterrato. E un dislivello massimo di circa 150 mt. Può essere fatto in giornata o diviso in tappe, sia per collegarsi ad altri itinerari che per avere il tempo di visitare tutte le attrazioni che offre il territorio.

In Toscana tra i colori e i profumi della lavanda

5. Incredibili avventure nelle Grotte di Equi Terme

Credit: Matilde Ferrari

Sono tante le attività per famiglie che si possono fare all’interno del Geo Archeo Adventure Park a Fivizzano, nel cuore del Parco Regionale delle Alpi Apuane, Global Geopark UNESCO. Immersi in un patrimonio geologico e naturalistico inestimabile, chiunque può diventare geologo per un giorno addentrandosi nella grotta carsica millenaria o visitando l’ApuanGeoLab, il Museo interattivo di Scienze della Terra. Perché avvengono i terremoti? Come è nato l’Appennino? E in che modo le acque hanno scavato le Alpi Apuane creando le grotte carsiche? Scoprire le trasformazioni del nostro pianeta non potrà che essere divertente!

Per i più piccoli è nato il Kids Adventure Park, un’area ludica e didattica con percorsi acrobatici con tirolesi, passerelle, ponti tibetani, zipline e la palestra di arrampicata in artificiale. Per i più grandi sarà invece possibile volare per 200 m sul torrente Fagli con una zipline adrenalinica. Come arrampicarsi su di un’affascinante falesia di roccia o cimentarsi in una Speleo Avventura. Per esplorare un tratto di grotta dove fino a poco tempo fa solo gli speleologi erano riusciti ad arrivare!

Fonte: Sito Ufficiale del Turismo Toscana
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti