Inghilterra: gli italiani amano la Regina Elisabetta


Boom di voli dall’Italia per Londra. Gli italiani sono andati a rendere il loro omaggio alla regina Elisabetta.


Il Regno Unito piange la sua Regina, ma non è il solo. In molti nelle ultime settimane di lutto nazionale hanno deciso di partire per la Gran Bretagna e rendere omaggio a Elisabetta II. È la sovrana dei due secoli, il cui Regno, giunto lo scorso giugno ai suoi settant’anni è stato il più lungo della storia del Regno Unito. Anche gli italiani amano la Regina, come dimostrano i dati di Volagratis, che registrano un boom di voli dall’Italia per Londra. Probabilmente molti italiani sono andati a portare il loro ultimo saluto alla regina.

Gli italiani salutano la Regina Elisabetta

Ritratto della Regina Elisabetta

Anche oltre i confini del suo regno, la Regina Elisabetta II è stata un simbolo per molti paesi del mondo, sin dalla sua incoronazione nel 1952 all’età di 26 anni. La sua compostezza e il suo timido sorriso hanno conquistato i cuori di tutto il mondo. Con serietà ha condotto il Regno Unito per 70 anni, servendo il proprio popolo sempre con lealtà e onore. E ora è il mondo intero a piangere la sua scomparsa, insieme a moltissimi italiani. Sono i dati emersi da un’indagine di volagratis.com, che sin dal giorno successivo alla morte della sovrana ha registrato un incremento di ricerche di voli dall’Italia verso Londra del 971%. Una cifra record, che segnala il grande affetto dell’Italia verso la regina Elisabetta. Figura storica e iconica, che da nord a sud uniformemente il popolo italiano ha voluto omaggiare con una visita nella capitale inglese. 

Le ricerche degli italiani secondo Volagratis.com

Di seguito la lista delle città dalle quali si è registrato il maggior numero di ricerche di voli per Londra

  • Milano
  • Roma
  • Venezia
  • Napoli
  • Bologna
  • Torino
  • Pisa
  • Catania
Storia della Royal Ascot, la gara ippica preferita dalla Regina d’Inghilterra

 L’addio alla Regina

© Copyright ANSA/EPA

Per quattro giorni e quattro notti, il popolo britannico e quello di tutto il mondo hanno potuto rendere un ultimo omaggio alla regina Elisabetta. Fino alla giornata di ieri, in cui si è svolto il funerale di Stato della sovrana dei due secoli, scomparsa all’età di 96 anni, di cui 70 al servizio del Regno Unito e dei paesi del Commonwealth. Un bagno di folla ha accolto e salutato la Regina, fuori dall’Abbazia di Westminster, dove si è tenuto il servizio funebre, chiuso da due minuti di silenzio nella commozione generale.

Infine il feretro è stato trasferito nel Castello di Windsor -molto caro alla Regina Elisabetta- per poi essere tumulato nella Cappella di Saint George, dove già si trovano le spoglie del principe consorte Filippo di Edimburgo, e dei genitori della sovrana, così come quelle di sua sorella Margaret. Tra le lacrime dei suoi sudditi e della Famiglia Reale, l’inevitabile addio alla Regina lo porge anche chi non era suo suddito, a riprova di quanto significativa sia stata la sua vita e il suo ruolo per il suo paese e per il mondo. 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti