A Capodanno gli italiani scelgono il lusso


Capodanno di lusso: più di un italiano su due accoglierà il 2023 in strutture 4 e 5 stelle


A Capodanno gli italiani si concederanno una coccola in più e saluteranno il 2022 in strutture dagli elevati standard qualitativi. A rivelarlo sono i dati raccolti da Volagratis.com sulle prenotazioni effettuate per gli ultimi giorni dell’anno, quando più di un viaggiatore su due (59%) soggiornerà in alloggi a 4 o 5 stelle.

ChicDestinations. Experience da non perdere

Dal punto di vista delle destinazioni, grande protagonista sarà l’Europa, con l’80%* dei viaggiatori che raggiungerà le grandi città del Vecchio Continente, come ParigiBarcellona e Londra, sul podio della classifica continentale, seguite da Amsterdam, Vienna, Praga, Budapest e Lisbona. Solo il 9% degli italiani rimarrà invece all’interno dei confini nazionali, mentre l’11% opterà per un viaggio intercontinentale, una soluzione che vede tra le mete più gettonate Sharm-el-Sheik e che permette di salutare il 2022 in luoghi esotici e dal fascino senza tempo.

Un capodanno esotico

Per chi, invece, a Capodanno vuole concedersi una vacanza in luoghi esotici a prezzi competitivi** nonostante l’alta stagione, Volagratis.com suggerisce 6 mete verso le quali volare a fine dicembre: dalla colorata Thailandia alle spiagge di Zanzibar, passando per Bali, Kenya, Oman e Capo Verde.

Thailandia, alla scoperta della Terra del Sorriso per Capodanno 2023

@Unsplash

LThailandia è la destinazione ideale per rincorrere il sole, per vivere ogni giorno un’esperienza diversa e non annoiarsi mai. La baia di Phang Nga, per esempio, parte dell’Ao Phang Nga National Park, è un paradiso naturale noto per le sue alte scogliere, le fitte foreste di mangrovie e le acque color smeraldo. Per un’esperienza di benessere unica, invece, la destinazione è Nam Thok Phu Sang, dove fare il bagno in una cascata termale. Per gli amanti degli animali, infine, c’è l’Elephant Nature Park, a Chiang Mai, un’oasi dove i volontari si occupano di animali bisognosi di cure.

Bali, per vivere il lato spirituale del Sud-est asiatico

@Unsplash

Bali, tra le isole di Giava e Palau Lombok, è una meta imperdibile per chiunque voglia non solo entrare in contatto con una natura incontaminata, ma anche scoprire il lato più spirituale del Sud-est asiatico. Da non perdere la Foresta sacra delle scimmie di Padangtegal, con il suo santuario in pietra immerso nel verde noto per essere il regno dei macachi grigi; le risaie terrazzate di Tegalalang; e il tempio marino di Tanah Lot, che si innalza sugli scogli in balia dell’alta e della bassa marea. Per gli amanti del cibo, tappa imprescindibile è lo storico mercato di Ubud.

Kenya, per ammirare i “Big Five”

@Unsplash

Usafari alla ricerca dei “Big Five”, i 5 grandi animali africani, è una delle esperienze da fare almeno una volta nella vita. In Kenya l’avventura si può vivere nella riserva faunistica del Masai Mara, dove ammirare da vicino leoni, elefanti, bufali, rinoceronti e leopardi, ma anche giraffe, coccodrilli, scimmie e ippopotami. Da non perdere anche il Lago Nakuru, nella Rift Valley e a oltre 1.700 metri sul livello del mare, che, grazie all’elevata concentrazione di alghe e microcrostacei, attira una delle colonie di fenicotteri rosa più numerose del pianeta.

Volagratis: 8 mete color magenta per vivere il colore dell’anno

Oman, in viaggio tra Oriente e Occidente

@Unsplash

LOman è un luogo dove le meraviglie architettoniche delle città si affacciano sulle mille sfumature delle dune del deserto. Lo stato più meridionale della Penisola Araba, per secoli un punto di riferimento per le rotte commerciali che univano Europa e Asia, è da sempre un crocevia di culture, un mix di usi, stili e atmosfere che oggi si traducono in sapori e profumi che sembrano catapultare in un luogo sospeso tra due continenti. Da non perdere la capitale Muscat, con l’antico souq di Mutrah e la Grande Moschea Sultan Qaboos, ma anche le escursioni alla scoperta del Mar Arabico, tra snorkeling e avvistamenti di delfini.

Capodanno a Capo Verde, tra vulcani e kitesurf per gli amanti delle vacanze attive

@Unsplash

L’arcipelago di Capo Verde è un luogo in cui la cultura africana e quella portoghese si sono mescolate dando vita a una amalgama affascinante fatta di profumi, suoni e sapori diversissimi tra loro. A pochi chilometri dalla Mauritania e dal Senegal, Capo Verde è un luogo di origine vulcanica e lo dimostra il Pico do Fogo, il vulcano di quasi 3.000 metri che sovrasta l’omonima isola e che si può scoprire insieme alle esperte guide locali. Grazie ai venti che lo accarezzano tutto l’anno, inoltre, l’arcipelago dà la possibilità di praticare windsurf e kitesurf: l’ideale per gli amanti dello sport e delle vacanze attive.

Zanzibar, per scoprire la natura incontaminata dell’Oceano Indiano

@Unsplash

Bagnato dall’Oceano Indiano e non lontano dalle coste della Tanzania, l’arcipelago di Zanzibar, con le due isole maggiori di Unguja e Pemba, è un ricco mix di culture risultato di importanti scambi marittimi tra Oriente e Occidente. Soprattutto, è la destinazione perfetta per chi vuole immergersi in una natura incontaminata e ricca di sorprese: dalla spiaggia di Matemwe, dove le maree portano alla luce stelle marine e coralli, fino al Parco Nazionale di Jozani, dove si possono scoprire animali unici come il colobo rosso, una scimmietta tipica dell’arcipelago. Da non perdere anche i vicoli di Stone Town, la città vecchia della capitale.

Fonte: Volagratis.com
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti