La tomba di Tutankhamon, nuovi spazi scoperti

Print Friendly, PDF & Email

Attraverso una recente ricerca con i georadar si è scoperta la presenza di altri siti archeologici, una o due camere intonacate, nascoste dentro la tomba di Tutankhamon, il re morto 3000 anni fa, quando aveva solo 19 anni.

Non è ancora chiaro se la tomba, secondo quanto dichiara l’egittologo britannico Nicholas Reeves, contiene passaggi per una camera nascosta, forse la stessa tomba della regina Nefertiti o secondo altri esperti la tomba di Kiya, la vera madre del Faraone.

La morte del faraone, in età così giovane, ha colto tutti di sorpresa, tanto da credere che la tomba nella quale è stato seppellito, non era quella preparata per lui, ma per la sua matrigna Nefertiti, morta sette anni prima. Per questo motivo si pensa che ci sono dei passaggi nascosti sigillati in periodi defferenti, che impediscono la comunicazione tra i due sepolcri. Secondo la tradizione egizia, quando un re moriva bisognava aspettare 70 giorni, tempo necessario per l’imbalsamazione, prima di seppellirlo e riempire la sua tomba. Tra i resti della tomba sono stati trovati due feti mummificati, che riportavano gravi malformazioni e mai venuti alla luce, forse i figli di Tutankhamon e della moglie Ankhesenamon.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti