Amici a quattro zampe, hotel e aeroporto si fanno pet – friendly

Print Friendly, PDF & Email

Cane o gatto, non importa. Se hai un’amico a quattro zampe, fai di tutto per portalo con te anche in viaggio. E l’industria dei viaggi e del turismo sembra aver sposato questa filosofia, al punto che cresce sempre più il numero di aeroporti e hotel che accolgono animali domestici e si prendono cura di loro.

Gli animali – spiega Gurhan Karaagac, Regional Director KAYAK per Italia, Turchia, Grecia e MEA – sono veri e propri membri della famiglia e le persone vogliono avere la possibilità di portarli con sé in vacanza.

Ecco la top 5 delle migliori iniziative per “viaggi bestiali” secondo il motore di ricerca Kayak.it.

1. Aeroporto JFK di New York  16.000 metri quadrati strutturati in ogni minimo particolare per ospitare gli animali, con piscine a forma di osso, alberi su cui arrampicarsi per ricreare habitat ad hoc. Chapeau all’Aeroporto JFK di New York che entro il 2016 ha in progetto la realizzazione di quest’isola di benvenuto per amici a 4 zampe e i lori padroni.

2. Chianti Piscina termale a 36-38° creata su misura per i vostri animaletti. È già realtà in Val D’Orcia, dove tra le verdi e lussureggianti colline ci sono centri termali aperti anche ai vostri amici a quattro zampe.

3. Londra Anche le strutture ricettive si sono attrezzate per essere in linea con la nuova tendenza pet-friendly. È il caso di Londra, dove alcuni hotel garantiscono servizi e comfort come il servizio di toelettatura e il pet store.

4. Milano Esclusivo set-up della camera con morbido cuscino come cuccia, ciotole griffate e un osso da masticare. Anche a Milano, l’hotellerie più ricercata ha sposato lo stile pet-friendly e i vostri amici saranno accolti con cure e attenzioni.

5. Parigi Lettera di benvenuto consegnata da un un simpatico border terrier al vostro piccolo amico fidato. Oltre a offrire servizi e comfort pet-friendly, a Parigi ci sono hotel che pensano proprio a tutto pur di rendere indimenticabile il vostro viaggio a quattro zampe!

Fonte: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Michelangelo, scoperta un’altra Pietà

E’ Robert Schoen -accademico statunitense- ad aver riconosciuto il tratto più giovanile di Michelangelo nella Pietà custodita nella Chiesa di Santa Maria a Marcialla, un ...
Vai alla barra degli strumenti