Spettacolo dal vivo: al via al Senato la discussione sulla riforma

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Nella giornata di oggi, all’aula al Senato si discute sul disegno di legge per il codice dello spettacolo presentato dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini. 

Tale riforma incrementa sensibilmente le risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo con fondi pari a 9.5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019 e a 22.5 milioni di euro a decorrere dal 2020.

Tra gli altri punti della legge, l’autorizzazione a una spesa di 4 milioni di euro per le attività culturali nei territori colpiti dal sisma del Centro Italia, l’istituzione  del Consiglio superiore per lo spettacolo, e l’estensione dell’Art Bonus a tutti i settori dello spettacolo.

Grazie al provvedimento anche le orchestre, i teatri nazionali, i teatri di rilevante interesse culturale, i festival, i centri di produzione teatrale e di danza, i circuiti di distribuzione potranno così avvalersi del credito d’imposta del 65% per favorire le erogazioni liberali finora riservato esclusivamente alle fondazioni lirico-sinfoniche e ai teatri di tradizione.

La legge stabilizza inoltre il tax credit musica, il beneficio riconosciuto alle imprese produttrici di fonogrammi e videogrammi musicali e produttrici di spettacoli di musica dal vivo per la promozione di artisti emergenti, con oneri pari a 4.5 milioni di euro a decorrere dal 2018.

Il sostegno statale allo spettacolo dal vivo si estenderà ora anche alla musica popolare contemporanea, ai carnevali storici e alle rievocazioni storiche.

“La riforma dello spettacolo dal vivo” – dichiara il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – “attesa da oltre trent’anni approda oggi in aula al Senato per il dibattito e la successiva votazione. Un testo equilibrato, frutto del sapiente lavoro della Commissione Cultura, che rilancia e sviluppa tutto il settore dello spettacolo e sul quale mi aspetto un ampio consenso delle forze politiche per arrivare a una rapida approvazione e al successivo passaggio alla Camera che ne consenta l’entrata in vigore entro la legislatura”.

 

Ufficio Stampa MiBACT

Potrebbe interessare:

Il Ministero dei Beni Culturali lancia una campagna social per ricordare il terremoto del Centro Italia
Roma: è online il portale Pums dedicato alla mobilità sostenibile

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti