“Oltre ogni ragionevole dubbio”, le opere di Alberto Di Fabio e Kepa Garraza mostrano l’incertezza contemporanea

Print Friendly, PDF & Email
Oltre ogni ragionevole dubbio

È stata inaugurata l’11 maggio “Oltre ogni ragionevole dubbio”, il progetto curato da Raffaele Quattrone che fino all’8 giugno espone le opere di Alberto di Fabio e Kepa Garraza presso gli spazi della Real Academia de España en Roma.

“Oltre ogni ragionevole dubbio” è il principio del diritto italiano in base al quale il giudice emette una sentenza di condanna in quanto in possesso di prove talmente evidenti da giustificare l’emissione della condanna stessa.

La mostra mette in luce la netta differenza tra il principio dell’”Oltre ogni ragionevole dubbio” e la condizione sociale e culturale contemporanea, definita dal sociologo tedesco Ulrich Beck come “società mondiale del rischio”, dove le certezze nel progresso della Modernità sono state definitivamente sostituite dal dubbio.

Le opere di Alberto di Fabio e Kepa Garraza evidenziano due pratiche artistiche che riflettono sul modo attraverso il quale percepiamo ed esperiamo la realtà.

Da un parte i lavori di Alberto Di Fabio, artista di fama internazionale, che risalta le “realtà parallele” piccole ed indivisibili che ci circondano ma non per questo meno importanti per la nostra esistenza come atomi, neuroni, cellule ma anche aura, energia fosfenica e paesaggi mentali.

Dall’altra le opere di Kepa Garraza tratte dalla sua nuova serie “Power”che riflettono sulla rappresentazione del potere nella cultura occidentale, dalla Grecia classica ai giorni nostri, concentrandosi sui personaggi storici che hanno utilizzato l’arte come strumento di propaganda.

Credits: Raffaele Quattrone (curatore)

Mostra
“Oltre ogni ragionevole dubbio”

Real Academia de España en Roma – Piazza San Pietro in Montorio 3, Roma

11 maggio – 8 giugno 2017

Orari
Dal martedì alla domenica 10.00-18.00

Info
www.accademiaspagna.org

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti