Un Natale magico alla scoperta di Barcellona

Print Friendly, PDF & Email
Momenti diversi del Natale a Barcellona

Tutto quello che c’è da sapere per immergersi nella tradizione catalana e vivere al meglio il Natale nella città dalle mille sfaccettature. 

Se vi piace viaggiare e non vi fate spaventare dal freddo, dicembre è un mese ideale per andare in un altra città e viverla in un modo speciale. Ora che il Natale è alle porte e le strade si riempiono di luce e colore grazie ai meravigliosi addobbi e gli alberi di Natale, cosa vi consigliamo?

È il momento perfetto per una visita a Barcellona, l’opzione ideale anche per i più freddolosi grazie alle non troppo basse temperature e le scarse precipitazioni che ci sono. Di seguito vi presentiamo gli imperdibili della città per rendere ancora più magiche le feste e vivere un Natale indimenticabile.

Infiniti mercatini:

Vivete al meglio lo spirito natalizio andando alla scoperta dei numerosi mercatini della città. Qui potrete comprare prodotti di artigianato di Natale, come le solite figurine, oppure acquistare qualche souvenir un po’ più speciale, come il Caganer (un divertente personaggio del presepe catalano). 

Ecco tre tra i migliori mercatini di Barcellona: 

  • Fira de Santa Llúcia, nei dintorni della cattedrale di Barcellona (25 novembre – 23 dicembre)
  • Fira de Nadal a la Sagrada Família (25 novembre – 23 dicembre)
  • Fira de Nadal i Reis a Nou Barris (23 dicembre – 5 gennaio)

In questi mercatini vi aspetta anche il Caga Tió, tra le star del Natale in Catalogna. Si tratta di un tronchetto di legno dalla faccina sorridente a cui si mette anche un cappello caratteristico ed una piccola coperta. 

Bisogna dargli da mangiare, biscotti ed altri dolci natalizi, fino alla sera del 24 dicembre o fino al 25 a mezzogiorno. Poi bisogna colpirlo con un bastone mentre si canta una canzone e lui ti da dei regali (che erano nascosti sotto la coperta).  

Cagatió nella Fira de Santa Llucia, Barcellona

© escribientedetodo.blogspot.com.es

Squisitezze culinarie:

Il Natale è il momento migliore per immergersi la gastronomia di qualsiasi Paese o città al mondo. Se volete sapere di cosa sa Barcellona durante il Natale, ecco alcune proposte imperdibili:

  • Formaggi di montagna e salumi d’Osanna, provincia a nord est della Catalogna, e fois gras di La Llacuna (municipio più a nord di Barcellona). Tutti e tre sono tra i più leggeri dell’elenco e, in genere, si mangiano a cena la vigilia di Natale. Un pasto abbastanza leggero, in cui il tutto viene accompagnato da un po’ di pane e olive. 
  • Escudella amb galets i pilota. Indubbiamente, il classico tra i classici. Si tratta della zuppa tradizionale del pranzo di Natale, preparata con i galets (una sorta di conchiglioni molto caratteristici). Il brodo della zuppa viene preparato con verdure e carne di manzo, maiale, agnello e pollo e, a seconda delle preferenze, si possono aggiungere anche i ceci.
  • Cannelloni, da mangiare solitamente a pranzo il giorno di Santo Stefano. Tradizionalmente, si venivano preparati a partire degli avanzi della carne dell’escudella.  
  • Neules e torroni, dei dolci da gustare in qualsiasi momento delle feste. Le neules sono una sorta di biscotto sottile e croccante, a base di farina, zucchero, albume, burro e scorza di limone.
  • Churros con chocolatedeliziose frittelle, un po’ più lunghe del solito e sempre a base di farina, da inzuppare nella cioccolata calda. Da leccarsi i baffi!

Troverete delle ottime churrerías ovunque, che sono i tipici chioschetti dove li vendono da portare via. Se preferite sedervi per poter assaporarli con calma e godervi il momento, potete visitare l’autentica Granja Petritxol, un’antica caffetteria situata nel centrico e meraviglioso quartiere gotico di Barcellona, o la Churrería Laietana.

Eterne passeggiate:

Il Natale catalano è ancora tant’altro. Se avete più tempo a disposizione, andate alla scoperta di alcuni dei migliori presepi viventi che vengono organizzati in numerosi paesi vicino a Barcellona.

Corriera de Llobregat, Gunyoles d’Avinyonet, Prats de Rei o Torres de Fals sono alcuni dei paesi da visitare per conoscere questa tradizione tanto caratteristica. Fate una passeggiata tra le magnifiche scenografie che ogni anno vengono preparate e vivete a pieno lo spirito natalizio della Catalogna

Se vi piace il teatro e volete approfondire nella tradizione natalizia catalana, ci sono anche tanti teatri (sia in alcuni dei quartieri della capitale che nei paesi vicino) in cui viene rappresentata l’opera di teatro Els Pastorets”. Un’occasione unica che non potete lasciare sfuggire.

Pattinaggio sul ghiaccio:

Per i più avventurosi ed originali, c’è anche la possibilità di pattinare sul ghiaccio. Ogni anno vengono montate diverse piste in cui grandi e piccoli possono entrare a divertirsi a prezzi vantaggiosi. 

Proprio a Barcellona troverete lo Skating, aperta tutto l’anno. Prima era anche possibile pattinare nella famosa e centrica Plaça Catalunya. Da due anni, però, quella pista è stata spostata in una città accanto Barcellona, l’Hospitalet del Llobregat. Se siete in giro per la Catalogna e volete pattinare da qualche altra parte, troverete delle ottime piste a Manlleu, Arenys de Mar o Vilafranca del Penedès.  

Skating, must del Natale a Barcellona

© Time Out

 

Info: 

www.festacatalunya.cat
www.barcelonaesmoltmes.cat

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti